L’Associazione Atua – Valle del Sacco promotrice di una campagna per il censimento degli immobili sfitti o non utilizzati

6 luglio 2012 0 Di admin

L’Associazione Atua – Valle del Sacco (in collaborazione con altre associazioni presenti sul territorio) si sta occupando di promuovere nell’area nord della provincia di Frosinone la campagna per il censimento degli immobili sfitti o non utilizzati promossa dal forum nazionale dei movimenti per la terra e il paesaggio. E’ la proposta di un censimento capillare, in ogni Comune italiano, per mettere in luce quante abitazioni e quanti edifici produttivi siano già costruiti ma non utilizzati, vuoti, sfitti. Un gruppo di oltre 150 persone (tra cui amministratori locali, architetti, urbanisti, professionisti del settore) ha elaborato una scheda di censimento da recapitare a tutti gli 8.101 Comuni italiani, richiedendone la compilazione entro 6 mesi. E’ la precisa proposta di un metodo di pianificazione, che andrebbe adottato con immediatezza per scongiurare ciò che sta purtroppo accadendo, ovvero che i piani urbanistici siano realizzati lontano dai bisogni effettivi delle comunità locali e prevedano nuovo consumo di suolo nonostante l’ampia disponibilità edilizia già esistente.
E’ spiacevole constatare che dopo circa un mese dalla consegna della richiesta nessun contatto è pervenuto dalle amministrazioni interpellate in proposito (Acuto, Anagni, Alatri, Ferentino, Morolo, Sgurgola, Supino); nonostante proprio in questi giorni si faccia un gran parlare sulla stampa locale di ipotetici masterplan e progetti vari per la valorizzazione anche paesaggistica della Valle del Sacco.
Tutte le informazioni sulla campagna si posso reperire ai seguenti indirizzi:
– http://www.valledelsacco.eu/salviamoilpaesaggio
– http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/info_sul_forum/campagna-per-il-censimento/