L’Fbi spegne i server che mantengono on line “gli infetti” del virus Dns Changer, 400mila computer a rischio

9 luglio 2012 0 Di redazione

Quattrocentomila computer nel mondo, di cui 26mila in Italia, rischiano oggi di rimanere offline a causa del virus Dns Changer. I computer infetti dal virus sono mantenuti “in vita” da un server temporaneo dell’FbI che ha scoperto l’operazione di disturbo telematico ideto da alcuni truffatori che, grazie a Dns Changer, riuscivano a convogliare su siti illegali, i traffico internet di migliaia di ignari utenti. Una operazione di polizia informatica internazionale che ha permesso di arrestare sette russi estradati negli Stati Uniti. Oggi, i server temporanei verranno spenti alle 18 circa e coloro che non hanno provveduto a sistemare il proprio sistema, rischia l’offline. Verificare se si è infetti basta andare sul sito www.dcwg.org, clicccando sul Paese di interesse, aspettando il controllo del computer. Si consiglia poi di utilizzare gli strumenti che lo stesso sito mette a disposizione per ripulire il pc dall’eventuale infezione.