Piromane in manette a Chieti, a 21 anni ha innescato incendio che ha distrutto tre ettari di vegetazione

22 luglio 2012 0 Di redazione

I carabinieri della stazione di Casalincontrada hanno arrestato Gianluigi Malandra, 21 anni, del posto che all’una circa, dopo aver accumulato qualche sterpaglia, ha appiccato un incendio in località Colle Vaccaro di Roccamontepiano.
L’incendio si è esteso per una zona di bassa vegetazione e ulivi, per una estensione di circa tre ettari. I militari, prontamente intervenuti hanno raccolto le testimonianze di alcuni cittadini che dalle proprie abitazioni avevano potuto notare il piromane in azione, fornendo una descrizione accurata sia del ragazzo che della vettura con cui si era allontanato.
I carabinieri, avendo subito intuito a chi potesse corrispondere la descrizione fornita, si sono messi sulle tracce del giovane, rintracciato non molto distante dal luogo dell’incendio a bordo della propria autovettura. Il ragazzo è stato trovato in possesso dell’accendino, opportunamente modificato, con cui aveva incendiato le sterpaglie precedentemente accumulate e usate come innesco.
Le opere di spegnimento, a cura del personale vigili fuoco di Chieti con ausilio dei volontari della protezione civile e degli stessi militari della stazione di Casalincontrada, si sono protratte fino alle 2.30.
L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Chieti.
Gli inquirenti stanno ora valutando le responsabilità del giovane anche con riferimento agli incendi verificatisi il 13 e 16 luglio, in località attigue a quella interessata dall’incendio di stanotte.