Terremoto in Emilia, i numeri dell’assistenza alla popolazione

24 luglio 2012 0 Di admin

Tra Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, sono 8.729 le persone assistite grazie all’impegno del Servizio nazionale della protezione civile nei campi di accoglienza, nelle strutture al coperto (scuole, palestre e caserme) e negli alberghi che hanno offerto la loro disponibilità attraverso la convenzione siglata con Federalberghi e Asshotel.

In Emilia Romagna, in particolare, il numero dei cittadini assistiti è sceso a 8.549, di cui 6.190 sono ospitati nei campi tenda, 308 nelle strutture al coperto e 2.051 in strutture alberghiere.

Nella Regione Lombardia, invece, risultano assistite 163 persone, ospitate all’interno del campo attivo nella provincia di Mantova. Nella Regione Veneto, infine, risultano assistite, in albergo, 17 persone.

Dopo il campo a San Possidonio gestito fino a domenica dalla colonna mobile della Regione Toscana, ieri sera sono state chiuse altre due aree di accoglienza in Emilia-Romagna, una a San Felice sul Panaro (MO) dove operava la Protezione civile della Provincia autonoma di Trento (che dal 29 luglio subentrerà alla colonna mobile della Regione Liguria nella gestione del campo nella frazione di San Biagio), e l’altra a Bondeno (FE) gestita dalla sezione comunale dell’organizzazione di volontariato CNGEI. Gli ospiti del campo di San Felice che non sono potuti rientrare nelle proprie abitazioni e che non hanno scelto la soluzione dell’autonoma sistemazione, sono stati accolti negli altri tre campi ancora attivi nel comune; invece, coloro che erano ospitati nell’area di Bondeno, hanno trovato sistemazione in alberghi della zona.