Giorno: 19 agosto 2012

19 agosto 2012 0

Incendi boschivi, oggi 29 richieste di intervento aereo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ancora una giornata impegnativa per gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, impiegati nelle operazioni di spegnimento di 29 incendi boschivi che hanno visto l’intervento dei mezzi aerei in supporto delle operazioni svolte alle squadre a terra su tutto il centro-sud del Paese.

La Campania è la regione che ha inviato il maggior numero di richieste, 9, al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile. A seguire, 4 richieste dall’Umbria, 3 ciascuno da Abruzzo, Lazio, Calabria e Sicilia, 2 dalla Toscana, una da Marche e Sardegna.

L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei fin dalle prime luci dell’alba ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 13 roghi. A causa dell’alto numero di roghi, nonostante il dispiegamento di tutte le risorse disponibili e il forte impegno a cui sono stati chiamati oggi gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri, non è stato possibile garantire, per il momento, l’invio dei mezzi aerei su alcuni incendi. Al momento stanno operando nove Canadair, cinque fire-boss, due elicotteri S64 e un CH47: il lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguirà finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza.

È utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.

19 agosto 2012 0

Pensi che hai un cattivo lavoro? Uno dei 10 lavori più orrendi del mondo, il pulitore di fogne

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Mentre fino a poco tempo venivano “snobbati ” i cosiddetti lavori umili, ai giorni nostri per via della crisi e della disoccupazione gli italiani ” si sono arresi ” a mettere da parte l’orgoglio e lavorare fino oltre 8 ore al giorno per anche meno di 800 euro. Se ti sei sempre lamentato del tuo lavoro e non cessi mai di etichettarlo come noioso, brutto e orrendo vogliamo rincuorarti: supponendo di essere disperatamente alla ricerca di lavoro, avreste mai il coraggio di pulire le fogne?

Sicuramente no, quindi non ti lamentare e pensa a quanto sei fortunato a stare seduto in un ufficio o a servire i clienti in un negozio mentre un pensiero va Devi Lal un indiano “ pulitore di fogne “.

Il pulitore della città di Delhi, in India, viene pagato con miseri 3,50 dollari al giorno per sguazzare nel sudiciume e disintasare gli scoli della città.

A Devi, 43 anni, viene fornita una bottiglia di alcol per stordire i suoi sensi prima che cominci il suo odioso turno.

Il compito dei pulitori di fogne è quello di rimuovere ogni sorta di schifezza, anche in decomposizione, dagli impianti fognari.

Questi poveri lavoratori non indossano maschera e guanti, oltre a non essere privati della vista di ogni schifezza possibile immaginabile.

Scandalosamente la città non si preoccupa di fornire indumenti protettivi così Devi e i suoi colleghi sono costretti a trascorrere ore al giorno in acqua sporca indossando le sole mutande.

Secondo Harnam Singh, il Presidente della Commissione Karamchari Delhi Safai, (Commissione di pulitori di Delhi) quasi il 70 per cento degli spazzini muoiono sul posto di lavoro.

Secondo una stima solo negli ultimi sei mesi ne sono morti 61.

Anche se l’India ha vietato la pratica nel 1993, le agenzie governative utilizzano ancora migliaia di spazzini per pulire gli scoli in tutta l’India.

Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, anche se l’India è una delle economie a più rapida crescita nel mondo la povertà resta diffusa con una percentuale del 42,5 per cento di bambini affetti da malnutrizione.

Secondo le ultime statistiche delle Nazioni Unite, il 37,2 per cento degli indiani vive sotto la soglia di povertà nazionale con il 68,7 per cento che sopravvive con meno di 2 dollar al giorno.

All’inizio di questa settimana il primo ministro indiano Manmohan Singh ha annunciato che il suo paese spenderà svari ariate milioni di risorse pubbliche per una missione spaziale su Marte.

19 agosto 2012 0

Alcol test obbligatori in tutte le auto

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Se ne era sentito parlare in Francia l’anno passato, quando era in discussione un disegno di legge che aggravava le sanzioni per gli automobilisti sorpresi alla guida in stato di ebrezza. La novità che aveva fatto accendere il dibattito nel paese transalpino non riguardava solo la stretta decisa dal governo per tentare di ridurre le continue stragi sulle strade determinate dall’assunzione di alcol, ma l’obbligo di portare in ogni autovettura un etilometro pena una sanzione di 10 euro per tutti gli automobilisti anche sobri, che non dimostrassero di averne uno in macchina.

Tale proposta, a dire il vero, non costituisce una novità assoluta, perché già dal gennaio 2010, tutti i nuovi autobus d’oltralpe sono stati dotati di apparecchi che misurano il tasso alcolemico e che impediscono ai piloti l’accensione del mezzo fino a quando la prova viene effettuata con esito negativo, nel senso che non vengono trovate tracce di alcol.

I veri e propri bollettini da guerra che ogni settimana si registrano sulle nostre strade, nonostante l’inasprimento delle pene e delle sanzioni accessorie susseguitesi nel corso degli anni a seguito di provvedimenti sempre più restrittivi ci fanno ritenere, spiega Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, che a tali misure non sia seguito un aumento della consapevolezza da parte degli automobilisti italiani, specie tra i più giovani e i neopatentati che c’induce a rilanciare la proposta di obbligare a possedere all’interno di ogni autovettura che percorre le strade italiane un etilometro usa e getta in grado di farci accertare strumentalmente l’eventuale stato di ebrezza e di evitare di metterci alla guida in caso affermativo. Essere coscienti di non stare sobri può ragionevolmente indurci a non guidare se non altro per evitare le pesanti e giuste sanzioni cui soggiace chi viene sorpreso in stato di ebrezza.

19 agosto 2012 0

Cassino, il sindaco Petrarcone: “Partiti i primi interventi per il rifacimento del manto stradale in città”

Di admin

“È partito e prosegue senza soste il piano di interventi dell’Amministrazione Comunale per risistemare il manto stradale della città che, soprattutto in alcuni punti, risulta essere fortemente danneggiato dall’usura e da anni di mancata manutenzione.” A dichiararlo, a seguito dei lavori che in queste settimane hanno già interessato Via Secondino Pagano, Via Enrico De Nicola Via Lombardia e diverse zone della folcara, è il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone. “Anche questo piano di interventi – ha spiegato il sindaco – di manutenzione delle strade cittadine mostra come la nostra azione sia improntata alla concretezza nonostante le difficoltà economiche ed una trascuratezza che, purtroppo, ha radici antiche. Questo era un punto fondamentale del nostro programma elettorale che, come d’abitudine, stiamo rispettando e vogliamo rispettare in ogni suo aspetto perché riteniamo che gli impegni presi con i cittadini di Cassino, non solo debbano essere mantenuti, ma siano il vero punto di riferimento per tracciare la rotta dell’azione amministrativa. Proprio per questa ragione, non appena approvato lo scorso 20 luglio il bilancio comunale, abbiamo dato il via ai lavori di rifacimento del manto stradale che già nel corso del mese di agosto interessano diverse zone centrali della nostra città. Terminato, infatti, questo primo step, partiranno a breve i lavori su Via Arigni, una strada che verte in condizioni disastrose perché negli anni è mancato un intervento programmato e strutturato. Una lavoro, quindi, che pian piano andrà a coprire tutte le criticità della nostra città e che a partire dal prossimo autunno riguarderà, oltre alla piazze centrali del Comune e dell’ufficio postale, anche Viale Europa e diverse zone periferiche di Cassino tra cui Sant’Angelo, Caira, Sant’Antonino, San Michele ed il Colosseo. Così facendo, riorganizzando i servizi ed ottimizzando la spesa, diamo le giuste risposte ai cittadini che sollecito sempre a segnalare con spirito costruttivo le esigenze di interventi per una città più vivibile e sicura, consapevoli che solo una fattiva collaborazione può aiutarci in questo difficile compito.”

19 agosto 2012 1

Vivisezione, da inizio anno 430mila animali già sottoposti ad esperimenti in Italia

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Dall’inizio del 2012 ad oggi sono entrati nel laboratori di vivisezione e sperimentazione animale in Italia 430.584 animali compresi cani, gatti, ratti, scoiattoli, scimmie e anche pesci. Si tratta di un numero impressionante che dimostra come in Italia il problema della sperimentazione animale non riguarda solo il campo medico-farmaceutico o il campo dei farmaci veterinari. ma abbraccia un ampia gamma di esperimenti e di questi meno del 30% utilizza i cani mentre le altre sperimentazioni avvengono su altri animali la cui importazione in Italia non è vietata (come non è vietato ad oggi e non lo sarà domani importare i cani) anzi viene favorita dalla nuova legge europea in votazione al Senato. Legge che contiene come unico contentino la chiusura di Green Hill e di altri allevamenti per cani, scimmie e gatti usati per la vivisezione. Ma non contiene nessuna normativa che vieti l’utilizzo di migliaia di cani usati per gli esperimenti di tossicità o altri esperimenti. Nel nostro Paese, secondo le autorizzazioni concesse nel 2008 sono molte le aziende che usano i cani: Wyeth Lederle Spa di Catania per lo studio sulle tossicità a 1, 3, 6, 9 e 12 mesi, senza anestesia; la ditta Sigma Tau di Pomezia, Roma, sperimenta nuovi farmaci, via orale e parentale, sulle funzioni cardiovascolari, senza anestesia; Research Toxicology Center Spa, sempre di Pomezia, verifica l’innocuità di farmaci, prodotti chimici, biocidi, additivi alimentari e dispositivi medici, senza anestesia; Recordati Industria Chimica e Farmaceutica Spa di Latina sperimenta molecole farmacologicamente attive su disfunzioni dell’apparato urogenitale e cardiovascolare; l’Università degli studi di Milano usa cani per attività moxidectina iniettabile contro Dirofilaria repense senza anestesia; l’Università degli studi di Bari valuta innocuità ed efficacia stipite attenuato di canine coronavirus; la società Abiogen Pharma Spa di Pisa testa la tossicità tramite somministrazioni sui cani per la terapia dell’enfisema, antiossidante, ansiolitico, antidepressivo, sempre senza anestesia. Dopo le autorizzazione del 2009 si aggiungono l’Istituto Ricerche P. Angeletti Spa di Pomezia per i composti candidati preclinici senza anestesia; di nuovo l’Università di Bari per la prova clinica di campo efficacia dell’imidacloprid e permetrina relativa alla prevenzione di malattie da artropodi (zecche e flebotomi); ancora la ditta Wyeth Lederle Spa per l’ aumento di numero di animali da utilizzare per i propri fini aziendali. “”La sperimentazione animale in Italia è una realtà che riguarda migliaia di cani- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- Bene la chiusura di Green Hill ma occorre andare a fondo, il prossimo obbiettivo è quello di abolire la vivisezione dalle università pubbliche e private, sarebbe gia un importante passo avanti verso la civiltà di questo paese”.

19 agosto 2012 0

Montanelli: “Rispetto al passato c’è stata una costante ripresa dell’attività amministrativa”. Tutti gli interventi in un anno di attività

Di redazionecassino1

“Nei primi sei mesi del 2012 l’ attività della Polizia Municipale si è notevolmente intensificata rispetto alla stessa unità di tempo del 2011.” A sostenerlo è l’assessore alla Polizia Municipale e vice sindaco della città di Cassino, Luigi Montanelli, impegnato in un’attenta analisi sull’attività svolta dal settore comunale di sua competenza. “Giunti al giro di boa delle ferie estive – ha spiegato Montanelli – ritengo opportuno riassumere l’operato dei primi sei mesi dell’anno in corso della Polizia Municipale di Cassino. Per intendere bene la situazione attuale, desidero rammentare che all’epoca della prima amministrazione Petrarcone i Vigili erano quaranta. Diciotto anni dopo, nel giugno del 2011, con i problemi decuplicati, la nuova Amministrazione ha trovato ventiquattro Vigili. Nel 2012 le unità di polizia sono scese a ventuno. Conseguenza della crisi economica e del divieto statale di nuove assunzioni senza possibilità di reintegrare il personale che va in pensione. Alcuni sono invalidi per cause di servizio e altri sono destinatari della legge 104, con conseguenti limitazioni alla loro utilizzabilità. Ciò nonostante, si è registrato nel periodo in esame un forte incremento dell’attività svolta da questo settore che a settembre, con l’espletatamento del concorso per gli stagionali, vedrà incrementato il numero di unità a sua disposizione. Nei primi sei mesi dell’ anno, inoltre, è stata risolta positivamente la difficile vertenza dei parcheggi a pagamento. Una situazione che presentava i punti critici del mantenimento del posto di lavoro di 35 ausiliari del traffico e dell’ utile di impresa per l’ azienda aggiudicataria. È oggetto di osservazioni critiche, da parte di alcuni, la distinzione degli stalli destinati al parcheggio orario da quelli riservati agli abbonati. Tale suddivisione non è stata decisa dall’ attuale Amministrazione, che si insediò nel giugno del 2011 e che non ha il potere di modificarla. Essa venne prevista nel bando di gara dell’ 8/7/2010 al quale seguì l’ aggiudicazione del 24/5/2011, e cioè prima dell’ insediamento dei nuovi Amministratori. Gli stalli riservati agli abbonati sono stati recentemente dipinti di giallo così come previsto dal Regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada. Il traffico non è più caotico come prima, ma è intenzione migliorarlo ancora. È ovvio che la situazione, tuttavia, non è tutta rose e fiori. Ci sono ancora diversi problemi da affrontare, primo fra tutti quello della costante e inarrestabile emorragia del personale. La strada è irta, ma i numeri testimoniano che la salita è stata presa di petto e per il verso giusto, che il presente prevale nel confronto con il passato, che la caduta è stata interrotta e che è iniziata la ripresa graduale.”

Di seguito vengono riportati alcuni numeri importanti che testimoniano l’attività svolta dai settori in questione:

· I verbali elevati per violazioni del codice della strada sono stati 2771; nell’ anno 2011 la media del primo semestre era stata di circa 560 verbali. Se si tiene conto dell’ operato degli ausiliari del traffico il numero dei verbali per il 2012 sale a 10.594.

· Dall’accertamento delle predette violazioni da parte dei V.V.U.U. sono stati incassati 189.574,08 euro ( da questa somma sono escluse quelle relative agli accertamenti degli Ausiliari del Traffico) , nel 2011 furono 78.468,38 euro. · Sono stati emessi i ruoli per le violazioni degli anni 2007 e 2008, sui quali le precedenti amministrazioni erano assopite, per complessivi 292.204,27 euro. · I Pre-Ruoli in riscossione per l’ anno 2010 ammontano a 115.928,38 euro. · Sono state emesse 128 ordinanze, temporanee e permanenti, relative alla viabilità, nel 2011 i provvedimenti erano stati 105. · Sono stati rilevati 28 sinistri stradali.

Nell’ ambito del Commercio con l’ attento e competente impegno dell’ assessore Mario Costa:

· sono stati elevati 110 verbali per inosservanze alle leggi sul commercio. Nell’ anno 2011 erano stati 24. · Sono state rilasciati 255 nulla-osta e autorizzazioni per occupazione di suolo pubblico temporanee e permanenti; nel 2011 erano state 115. · Sono state attivate operazioni antiabusivi e controlli presso il mercato dell’abbigliamento di Campo Miranda, non eseguiti sotto le precedenti amministrazioni. Mi sembra giusto ricordare che tali attività iniziarono con la mia presenza personale sul posto, ogni sabato e per circa due mesi, alle sei del mattino, mediante il controllo capillare di tutti i commercianti in ingresso. Tali operazioni e controlli sono stati attivati anche presso il mercato delle Calzature. Dopo oltre 10 anni è stata istituita la presenza degli operatori della c.d. “spunta”. · E’ stato effettuato e perfezionato lo spostamento del mercato giornaliero da Piazza San Giovanni a Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, è stato istituito il registro delle presenze spunta con il conseguente allontanamento degli abusivi stanziali. · Sono stati istituiti e realizzati i mercati rionali di S. Angelo in Theodice, di Caira e di San Bartolomeo. · Sono stati eseguiti controlli seriali degli esercizi pubblici ed elevati 54 verbali; nell’anno 2011 i verbali furono 0.

Attività Edilizia, sempre con l’attento e costante impegno dell’assessore Mario Costa:

· Sono stati esperiti 21sopralluoghi con indagini; nel 2011 furono 0. · Sono stati eseguiti 4 sopralluoghi con informative di reato; nel 2011 solo 1. · Le deleghe di indagini dalla Procura della Repubblica sono state 6, nel 2011 furono 0.
19 agosto 2012 0

Riaperto il tratto dell’A1 tra Valdichiana ed Arezzo chiuso per incidente

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sull’autostrada A1 Milano-Napoli, alle ore 9:50 , è stato riaperto iltratto tra Valdichiana ed Arezzo in direzione Firenze precedentemente chiuso a causa di un incidente avvenuto al km 367 in cui sono rimastecoinvolte due vetture di cui una ribaltata e in cui una persona ha perso la vita ed altre cinque sono rimaste ferite.Sul luogo dell’evento, dove oltre al personale della Direzione 4° Tronco di Firenze sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili delFuoco, i soccorsi meccanici e sanitari, si registrano circa 8 km di coda. Per gli utenti provenienti da Roma e diretti verso Firenze si consigliauscire a Valdichiana e, percorrendo la Provinciale 327 verso Foiano, rientrare in A1 ad Arezzo oppure prendere Superstrada per Siena e rientrarein A1 a Firenze Impruneta. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e sui percorsialternativi, vengono diramati su RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e sul circuito TV INFOMOVING in Area di Servizio, oltre che sui pannelli amessaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21

19 agosto 2012 0

Sanità allo sbando, Montino: “Polverini minaccia sindaco di Rieti, a Terracina arrivano i Nas”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogruppo Pd Esterino Montino: “Denunciare l’ovvio e cioè che la sanità regionale è allo sfascio, è procurato allarme. A leggere le dichiarazioni rilasciate alla stampa sembra che la Presidente Polverini abbia intenzione di denunciare il sindaco di Rieti per procurato allarme dopo che il primo cittadino ha avuto l’ardire di denunciare le condizioni più che critiche del reparto di neonatologia del De Lellis. Siamo all’intimidazione, cioè siamo ormai a corto di argomenti Non ricordo di un altro presidente di regione che si sia rivolto con questi toni minacciosi e irriguardosi a un sindaco colpevole solo di pretendere soluzioni alle difficoltà dell’ospedale della città che amministra. Esprimo al sindaco di Rieti, Petrangeli, la solidarietà mia e del Gruppo Pd alla Regione Lazio. Siamo con lui e con i cittadini di Rieti e di tutta la Provincia la cui sanità è stata massacrata da questa Giunta con la complicità e l’assenso dei politici Pdl locali. La realtà, purtroppo, è che in questo agosto tutte le difficoltà della sanità laziale stanno venendo a galla, a Rieti e non solo. Segnalo anche che dopo la nostra denuncia del tavolo operatorio ceduto durante un intervento, all’ospedale Fiorini di Terracina sono andati i carabinieri dei Nas per capire cosa non ha funzionato e ancora non funziona visto che del tavolo nuovo non c’è traccia e i problemi riguardano anche una Tac e altri importanti macchinari adibiti ad esami diagnostici. Insomma, ammalarsi in piena estate sembra costituire un rischio in una sanità laziale a corto di mezzi e personale. I nodi stano tutti venendo al pettine. Gli errori compiuti con il decreto 80 e successivi iniziano a presentare il conto. L’unico primato registrato dalle strutture dell’assessorato sanità della Regione Lazio da un anno a questa parte è quello delle bocciature da parte del Tavolo tecnico sul piano di rientro. Null’altro, purtroppo”.

19 agosto 2012 0

Chiuso per incidente il tratto dell’A1 tra Valdichiana e Arezzo. Un morto e cinque feriti il bilancio

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sull’A1Milano-Napoli, alle ore 8:30, è stato chiuso il tratto tra Valdichiana e Arezzo in direzione Firenze a causa di un incidente avvenuto al km 367 incui sono rimaste coinvolte due vetture di cui una ribaltata. Nell’incidente una persona ha perso la vita ed altre cinque sono rimaste ferite. Sul luogo dell’evento, dove oltre al personale della Direzione 4° Tronco di Firenze sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili delFuoco, i soccorsi meccanici e sanitari, si registrano circa 5 km di coda. Per gli utenti provenienti da Roma e diretti verso Firenze si consigliauscire a Valdichiana e, percorrendo la Provinciale 327 verso Foiano, rientrare in A1 ad Arezzo oppure prendere Superstrada per Siena e rientrarein A1 a Firenze Impruneta. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e sui percorsialternativi, vengono diramati su RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e sul circuito TV INFOMOVING in Area di Servizio, oltre che sui pannelli amessaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.