Giorno: 28 agosto 2012

28 agosto 2012 0

Piccolo intervento chirurgico per la Polverini, occupato un intero reparto del Sant’Andrea

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un intero reparto, quello al quinto piano del Sant’Andrea di Roma, interamente a disposizione della Governatrice del Lazio Renata Polverini. Una notizia che si è diffusa su internet e che ha permesso di scoprire come si curano i vip della politica. La battagliera Renata ha avuto la necessità di un piccolo intervento chirurgico, per fortuna non grave e, in pieno agosto, quando il reparto sarebbe dovuto essere chiuso, ha potuto usufruire dell’intera ala, circa 30 stanze. Storie che lasciano a bocca aperta considerando la difficoltà che la gente comune trova ogni qual volta ha bisogno di qualsiasi tipo di intervento sanitario. Er. Amedei

28 agosto 2012 0

Fonte: “L’Osservatorio della legalità dovrà monitorare anche il gioco d’azzardo”

Di redazionecassino1

“Il Comune di Cassino deve contrastare in maniera decisa il gioco d’azzardo.” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori, Igor Fonte. “A Cassino, come in tutta Italia, le slot machine elettroniche e altre forme di facile accesso al gioco che consentono vincite in denaro sono ormai diffuse nei bar, nelle tabaccherie e nei centri scommesse e inducono le persone a spendere ingenti somme di denaro al giorno. Negli ultimi anni i dati statistici rilevano un aumento pesante dell’accesso al gioco d’azzardo. Un fenomeno che assume una dimensione sempre più vasta, interessando anche le fasce economicamente più deboli della popolazione e i giovanissimi. Senza sottovalutare, tra l’altro, che tra i principali utilizzatori ci sono anche cittadini che versano in difficoltà economiche o in situazioni di disagio sociale. Ecco perché l’obiettivo di un’Amministrazione comunale è quello di ridurre e, se possibile, prevenire, evitando l’abuso di queste forme di gioco anche se lecite, che provocano danni economici e sociali alle famiglie. Proprio per questo, con l’ausilio dei Servizi Sociali e dell’Assessore Stefania Di Russo, intendiamo rafforzare l’informazione sui rischi che derivano da quella che possiamo tranquillamente definire una forma di dipendenza. Questo non significa voler colpevolizzare esclusivamente gli esercizi commerciali che ospitano queste apparecchiature, dal momento che è proprio lo Stato a non far altro che pubblicizzare ed incentivare il gioco d’azzardo. Secondo i Monopoli di Stato, infatti, gli italiani hanno giocato nell’ultimo anno ben 76,1 miliardi di euro (questo considerando solo il fatturato legale), dato che‘regala’ alla nostra nazione il primo posto in Europa in questo settore. La legislazione nazionale é fortemente permissiva e i sindaci delle città si trovano con le mani legate poiché le sale gioco dedicate possono essere autorizzate solamente dalla Questura, la quale controlla solo che i richiedenti non abbiano carichi penali pendenti o se la questione dell’ordine pubblico impedisca l’apertura di queste sale. Occorre alzare dunque il livello della discussione e coinvolgere tutti gli attori che hanno parte attiva nei processi di autorizzazione. I sindaci dovrebbero agire preventivamente, per esempio a livello del piano urbanistico, così come previsto dalla recente normativa nazionale che indica tra i punti slot machine e i centri anziani o le scuole una distanza minima di 500 metri. Bisognerebbe far capire, inoltre, alla cittadinanza quali sono i rischi della dipendenza da gioco, divulgando i relativi dati e puntando sulla prevenzione. Il problema sta nel fatto che più é alta la disponibilità, maggiore é il rischio della dipendenza. La questione delle slot machine, dovrà essere monitorata anche dall’Osservatorio della Legalità che nelle prossime settimane si insedierà nel nostro Comune, così come previsto dal regolamento votato all’unanimità nella seduta consiliare dello scorso aprile.”

28 agosto 2012 0

Ficaccio: “Turismo e sviluppo della città alla base della Cassino che tutti vogliamo”

Di redazionecassino1

“L’interesse di un’Amministrazione comunale, che vuole essere attenta alle problematiche cittadine, oltre che al futuro e allo sviluppo della città, non può prescindere dal sostegno, dalle idee e dai suggerimenti che possono venire da tutti quei soggetti che tengono a cuore il futuro della stessa.” A dichiararlo è il consigliere di Sinistra Ecologia Libertà, Alberto Ficaccio, che ha aggiunto: “in un momento di grave crisi economica è necessario fare fronte comune per arginare le inevitabili sensazioni poco positive che i nostri concittadini avvertono. Per queste ragioni, forte deve essere l’interessamento dell’attuale Amministrazione, attraverso un impegno, che stiamo già traducendo in un costante lavoro, il cui obiettivo principale è quello di realizzare una città in cui il turismo abbia un ruolo preminente e determinante. Per far questo è necessario puntare in maniera forte su quelle che sono le enormi risorse di Cassino, andando a mettere in risalto le bellezze naturali, archeologiche e storiche, in modo da restituire alla nostra città il ruolo di centro importante, per l’intero Lazio Meridionale e non solo, che con merito la storia le ha assegnato. Non si tratta di un lavoro semplice, ma è solo attraverso la riscoperta delle ricchezze e delle bellezze naturali che si può programmare un’attività capace di incrementare l’offerta turistica della nostra città, presupposto fondamentale per lo sviluppo, non soltanto economico, del nostro territorio. Trovo giuste le osservazioni di quanti, soprattutto addetti ai lavori, sostengono che a Cassino non ci sia mai stato in passato un impegno per incrementare il settore turistico e senza ombra di dubbio è altrettanto interessante e condivisibile l’idea di restituire alla nostra città un vero e proprio centro storico, attraverso un’isola pedonale permanente che consenta una limitazione dell’utilizzo dei veicoli in favore dello spostamento a piedi o in bici. È ovvio che tutte queste considerazioni vanno valutate e programmate nella maniera dovuta, ma noi, sin da subito, abbiamo messo tra i nostri obiettivi quello di realizzare una città a misura d’uomo che al contempo sia in grado di garantire un’offerta turistica migliore di quella attuale. A tal proposito ritengo importante il coinvolgimento di quanti hanno a cuore le sorti della nostra città e li invito a fare proposte e a far pervenire suggerimenti che, compatibilmente con quelle che sono le risorse economiche a disposizione, possano poi trovare attuazione pratica. In tal senso è stata pensata la realizzazione della cabinovia che collegherebbe Cassino a Montecassino. Un progetto che, oltre ad essere di forte attrazione turistica, non comporterebbe alcun costo per il Comune, dal momento che si tratterebbe di un investimento (Project Financing) fatto interamente da privati a cui andrebbe poi affidata la gestione. Il fine sarebbe quello di offrire un pacchetto turistico che consentirebbe alla nostra città di fare un salto di qualità, con l’obbiettivo di portare i turisti a visitare, non solo la nostra meravigliosa Abbazia, ma anche tutte le altre bellezze architettoniche, storiche e naturali: l’Anfiteatro, il teatro Romano, L’Historiale, La Rocca Janula, la Villa Comunale e le Terme Varroniane. A questo poi si deve aggiungere l’idea, che da tempo portiamo avanti, di prevedere al centro della città uno spazio all’interno del quale sia possibile promuovere un’attività di artigianato commerciale relativamente ai prodotti tipici locali e non solo. Anche in questo caso si tratta di un progetto a costo zero che, oltre a rappresentare un’interessante attrazione turistica, può contribuire alla ripresa economica ed occupazionale, creando posti di lavoro ed incentivando i consumi. In questo contesto la gestione dei parchi tematici da parte del comune di Cassino diventa di fondamentale importanza. È ovvio che queste idee necessitano di un sostegno e di un confronto con tutti gli operatori del settore, in modo da garantire quei serivizi necessari per rendere la nostra una città turistica a 360°. Mi riferisco ad esempio al potenziamento dei mezzi pubblici in città, con la presenza di navette a metano in grado di accogliere i turisti e di condurli nei vari posti di interesse turistico di Cassino. Si tratta di un progetto ambizioso che intendiamo realizzare soprattutto per assicurare alla nostra città ed ai nostri figli un futuro migliore. Ecco perché, detto ciò ed avendo ben chiaro il lavoro da svolgere come amministratori, vogliamo aprire quanto prima un tavolo di confronto su questo aspetto con tutti i soggetti interessati. Siamo convinti che con il contributo fattivo e determinato di tutti sia più semplice realizzare la Cassino che tutti quanti vogliamo.”

28 agosto 2012 0

L’amministrazione comunale di Lanciano vicina ai fratelli Pizzi alle Paraolimpiadi

Di redazione

Mercoledì partirà a Londra la competizione dedicata agli atleti diversamente abili. Oltre la scontata importanza sociale di una competizione che ormai esiste da decenni, a testimoniare quanto sia cresciuto il movimento internazionale paraolimpico ci sono i numeri: 11 giorni di competizioni, 21 discipline sportive presenti, 4280 atleti in gara, 166 nazioni partecipanti, 503 medaglie d’oro da conquistare. La delegazione azzurra è composta da oltre cento atleti. Due di loro sono Lancianesi. I Fratelli Luca ed Ivano Pizzi, campioni del mondo di Tandem a Sydney nella corsa in linea e a Copenhagen nella corsa a cronometro. E’ una stagione da incorniciare per i due atleti frentani, dopo i tre titoli italiani hanno conquistato il primo posto nel raking mondiale con 184 punti, ben 26 punti in piu’ rispetto agli statunitensi Rachfal/swanson e 27 rispetto ai francesi Donval/Saccomandi”. L’amministrazione Comunale ha voluto sostenere la loro partecipazione e coglie l’occasione per ricordare alla città e a tutti gli appassionati che il 5 e il giorno 8 ottobre saranno impegnati nella Paralimpiadi per la conquista di una medaglia. Mercoledì 29 agosto, alle ore 10,30 nella Sala Consiliare i due atleti riceveranno il saluto del Sindaco e dell’Amministrazione alla vigilia per la partenza per Londra.

28 agosto 2012 0

Fanno spesa di cocaina a Napoli, tre giovani arrestati sulla strada del rientro a Cassino

Di redazione

Tornavano a casa dopo aver fatto spesa di cocaina a Napoli e sono finiti nella rete dei controlli tessuti dagli agenti del commissariato di Cassino. Gli uomini del vice questore Francesco Putortì hanno così tratto in arresto tre giovani trovati in possesso di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso di 63.56 grammi, occultata all’interno del vano portaoggetti della loro Mercedes classe A. Si tratta di D.N. S, 23 anni, D. F. B. 19 anni entrambi di Piedimonte San Germano e T.A. 25 anni di Villa Santa Lucia. Gli stessi facevano rientro dal territorio del napoletano ove si erano precedentemente portati per effettuare l’acquisto della cocaina destinata al mercato locale. Gli arrestati dopo le formalità di rito sono stati associati presso la locale casa circondariale.

28 agosto 2012 0

Soccorsi dal CNSAS due giovani escursionisti sorpresi dalla nebbia sulla Majella

Di redazionecassino1

Poco prima delle ore 20 di ieri, la centrale operativa della Forestale ha allertato il Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese per soccorrere due giovani che avevano perduto l’orientamento sul massiccio della Majella. Un ragazzo di Pietranico (PE) e una ragazza di Brindisi sono stati sorpresi dalla nebbia a monte della località Lama Bianca, verso la Rava della Vespa, sul versante ovest della Majella. Dopo aver richiesto aiuto sono riusciti a rimanere in contatto telefonico con la squadra CNSAS della stazione di Penne che si era avviata per raggiungerli. Percorrendo i pendii che salgono da Passo San Leonardo, nel comune di Sant’Eufemia a Maiella (CH), poco dopo le ore 21 i tecnici del Soccorso Alpino hanno raggiunto i due giovani a una quota di circa 1800m e li hanno ricondotti presso la loro auto, dove sono arrivati alle ore 22.30. Alle ricerche ha partecipato anche un militare del Soccorso Alpino Guardia di Finanza.

28 agosto 2012 0

Calciomercato Napoli: questione di ore il rinnovo per il Matador

Di redazionecassino1

Sembra ormai questione di ore o forse giorni per il rinnovo del contratto di Cavani. Tutto passa per il Matador, per il suo rinnovo e per quella clausola rescissoria che se da una parte fissa il prezzo del cartellino dall’altra è motivo di negoziazione e di divergenza d’opinione tra le parti. Il Napoli del presidentissimo, Aurelio De Laurentiis, non ha mai celato l’intenzione di mantenere il tetto sugli ingaggi come uno dei principi cardini della gestione del comparto da cui la resistenza netta, nettissima ad alzare il compenso all’attaccante. Per una clausola da 55 milioni di euro, secondo le voci che circolano nell’ambiente, quel temporaneo rivedere la retribuzione di Edinson ne varrebbe la pena sia per la società che per mantenere la solidità del gruppo dopo le cessioni eccellenti di Lavezzi e di Gargano. Riepilogando, per l’attaccante del Napoli con questo rinnovo il contratto si prolungherebbe fino al 2017 con ingaggio record per la gestione del cine-presidente pari a 4,5 milioni di euro a stagione.