Giorno: 30 agosto 2012

30 agosto 2012 0

Appartamenti e macchine di lusso sequestrati ad un imprenditore di Pescara

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ferrari, Maserati e Aston Martin oltre a appartamenti di lusso sono stati sequestrati in questi giorni dalla guardia di Finanza di Pescara ad un indagato per truffa e evasione fiscale. Si tratta di un imprenditore pescarese ma i dettagli dell’operazione saranno forniti domani mattina.

30 agosto 2012 0

Operazione antidroga a Latina, sequerstrati sei chili tra cannabis, hashish e marijuana

Di redazione

Ieri pomeriggio a Latina, i carabinieri del NORM – Aliquota Operativa hanno arrestato nella flagranza di reato, un uomo del posto, incensurato che, nel corso di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di:  kg. 3,000 di foglie di “cannabis indica” da essiccare;  kg. 2,800 di sostanza stupefacente tipo “hashish”, suddivisa in 28 panetti;  grammi 19 sostanza stupefacente tipo “marijuana”;  euro 650,00 quale provento di attività delittuosa;  materiale atto al peso e confezionamento dello stupefacente. L’arrestato è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Latina.

30 agosto 2012 0

UdC-Aquino: “L’estate sta finendo…ma i problemi restano”

Di redazionecassino1

Prendendo spunto da una famosa canzone dei “Righeira” del 1985 dobbiamo constatare che “l’estate sta finendo e un anno se ne va …” ma i problemi della nostra collettività restano immutati come pietre antiche da contemplare e non toccare.

Dopo le meritate ferie, con la mente più fresca, speriamo si possa ricominciare a parlare di politica e di questioni terrene più vicine ai cittadini. Questo grande caldo con gli anticicloni dai nomi storici ha fatto assopire i nostri amministratori.

Ringraziamo l’amministrazione, ed in particolare il Sindaco, per aver riportato ad Aquino il “sarcofago romano” trafugato anni fa e che finalmente è stato restituito alla sua terra e ringraziamo anche per il forte interessamento alla restituzione del “vaso dello zodiaco” altro importante reperto che merita di far parte della nostra memoria storica. Ma vorremmo suggerire al Sindaco e all’amministrazione che oltre al nostro passato ed alla memoria storica esiste anche il presente con i problemi quotidiani dei cittadini ed il futuro per una crescita della nostra collettività.

Finalmente, con anni di ritardo, l’amministrazione ha dato il via libera al piano della raccolta differenziata per il nostro paese. Ma la raccolta differenziata ci fa venire in mente un annoso problema relativo all’attuale regime di raccolta dei rifiuti. Vorremmo far notare agli amministratori, se ancora non se ne fossero accorti, che i nostri cassonetti dell’immondizia sono sempre stracolmi di rifiuti, sia per un mal servizio di raccolta e sia perché i cittadini nostri confinanti, avendo già la raccolta differenziata nei loro paesi ma evidentemente non hanno voglia di farla, giornalmente gettano i loro rifiuti nei nostri cassonetti, e visto che nessuno dice loro niente, lo fanno tranquillamente e alla luce del sole…magari se si facesse qualche controllo di più, e magari qualche multa, forse si potrebbe evitare questa furbizia che oltretutto ci costa anche qualche soldino visto che l’immondizia la paghiamo noi aquinati e a caro prezzo, e pagare anche quella degli altri ci sembra un po’ troppo…

Vorremmo segnalare che a causa di una perdita (segnalata ed ignorata in un primo tempo) è stata chiusa da circa un mese la fontana di via Marconi; fontana di pubblica utilità in quanto oltre ad essere utilizzata da numerose famiglie per approvvigionarsi di acqua viene, anzi veniva, utilizzata per rinfrescarsi e dissetarsi anche dalle decine e forse centinaia di cittadini aquinati che giornalmente si recano al campo d’aviazione per la loro corsa o passeggiata di relax, e in questo periodo di particolare caldo quella fontana sarebbe stata particolarmente utile…ma evidentemente i nostri amministratori non vanno a fare jogging e quindi queste cose a loro non interessano…e non ci si venga a dire di andare a bere ad altre fontane o che quella fontana era sempre aperta perchè non corrisponde a verità, e poi il “torrino” è sempre aperto e non ci sembra che per tale motivo debba essere chiuso.

Vorremmo segnalare, inoltre, la questione mercato che ormai è diventato terra di nessuno…qualche volta di domenica andate a farvi un giretto al mercato e scoprirete che in alcune zone regna il caos più totale con ambulanti che, non sapendo nemmeno quale spazio gli è concesso, allargano le loro bancarelle a dismisura non lasciando spazi tra le bancarelle e soprattutto non lasciando il tanto “famoso” spazio necessario per il passaggio dell’autoambulanza in caso di emergenze. Auguratevi che non succeda mai niente perchè se mai dovesse succedere qualcosa poi saranno fatti vostri… anche qui magari qualche multa… (detto tra noi sappiate che alcuni ambulanti si vantano anche del fatto che non pagano da chissà quanto tempo…)

E sempre sul mercato non parliamo della questione mancanza di bagni chimici di cui abbiamo già letto sulla stampa qualche giorno fa.

Per finire non si può non parlare della questione parcheggi (che si accentua nel giorno del mercato): se la gente non sa parcheggiare e parcheggia nei divieti di sosta e/o sui marciapiedi gli si fa la multa (così il comune incassa…) e magari la prossima volta, memore del precedente, non commetterà più l’infrazione …non è che possiamo continuare a piantare paletti per tutto il paese…la neve qui è caduta eccezionalmente una volta e quindi non è che siamo interessati a fare slalom tra i paletti x tutto l’anno…

Tutto questo lo segnaliamo per risvegliare i nostri amministratori dal torpore estivo e per spirito propositivo di chi vuol dare una mano sapendo che c’è bisogno di maggiore attenzione alla cura del paese e agli interessi dei nostri concittadini che hanno il diritto di avere un paese migliore che grazie all’impegno di tutti è ancora possibile avere.

30 agosto 2012 0

Meteo, violenti temporali, è allerta al centro nord

Di redazione

Come anticipato già ieri, un diffuso e progressivo peggioramento delle condizioni meteorologiche sta interessando il nostro Paese, a partire dal nord Italia per estendersi dalle prime ore di domani a gran parte delle regioni centrali. L’avanzamento di un sistema perturbato di origine nord-atlantica verso il Mediterraneo centrale convoglia infatti verso la nostra Penisola forti correnti sud-occidentali, umide ed instabili, seguite da un repentino afflusso di aria fredda in quota. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri. L’avviso prevede diffuse precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulle regioni settentrionali e su Toscana, Umbria e Lazio. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Da domattina si prevedono, inoltre, venti forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca, sulla Sardegna, con mareggiate lungo le coste esposte. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo; a quanti si trovassero nelle aree interessate dall’allerta meteorologica si raccomanda, inoltre, di mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

30 agosto 2012 0

Exodus Cassino: “Maccaro chiede alla Giunta una città no slot”

Di redazionecassino1

«Chiediamo una città “No Slot”. Chiediamo che la giunta comunale si impegni seriamente nell’ambito di un movimento che operi contro le macchinette del gioco d’azzardo. Finalmente il Governo Monti ha cominciato a fare qualcosa per scrollarsi di dosso l’etichetta di “Stato biscazziere” e speriamo che il Governo approvi domani il decreto che consentirà a Sindaci e Prefetti di compiere atti concreti contro il proliferare delle sale giochi per illusi del guadagno facile. Nella nostra città viene già tollerato un negozio di smart drugs: mi domando come sia possibile che Asl e Comune non possano fare niente. Solo le forze dell’ordine tengono sotto controllo quella situazione e ricordano all’opinione pubblica che si tratta di imprese che operano al limite della legalità.  Famiglie, scuola, organizzazioni educative come Exodus non sanno più che inventarsi per incrementare i fattori di protezione tra i ragazzi. Comuni, Province e Regione non mettono più un centesimo per gli interventi di prevenzione. Almeno si faccia qualcosa per evitare che le nostre città si trasformino in Paesi dei balocchi dove ragazzi sani e normali diventano burattini alla mercé di profittatori senza scrupoli». Al vetriolo, e senza giri di parole, così il responsabile della comunità Exodus Luigi Maccaro, nonché presidente dell’agenzia Capitolina sulle tossicodipendenze, commenta la stretta sul gioco d’azzardo prevista dal governo Monti e che, se approvata, dovrà essere messa in atto dalle amministrazioni comunali. Dunque non solo sport, lavoro e politica nella sei giorni di “Mille Giovani per la Pace” che prenderà il via il prossimo 10 settembre presso la comunità Exodus di Cassino. La kermesse avrà al centro soprattutto la questione della prevenzione educativa. Per questo alla vigilia del decreto legge sulla sanità che il ministro Renato Balduzzi presenterà domani alla Camera – che tra le altre cose prevede appunto che gli apparecchi idonei al gioco d’azzardo che possono creare dipendenza non possono essere installati in un raggio di 500 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado, centri giovanili o altri istituti frequentati principalmente da giovani quali strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio assistenziale e  luoghi di culto – il responsabile della comunità Exodus spiega perché è importante fermarsi a riflettere sulla prevenzione educativa durante la 19esima edizione dell’evento che si svolgerà dal 10 al 15 settembre nella Cascina di San Pasquale. Il laboratorio di prevenzione, a cura della psicologa Marisa Del Maestro, si terrà tutti i pomeriggi – dalle ore 16 alle ore 20 – presso la sala conferenze della comunità. «Deve con forza essere ribadito il concetto di prevenzione educativa nel suo significato etimologico: “fare, venire prima” in quanto anticipazione, pre – avviso, avvertimento, ma anche “contatto e raggiungimento relazionale”, che rinvia ad elementi di comunicazione e di progettualità che insistono su aspetti di vicinanza e contatto con le dimensioni e i sintomi del disagio affrontato. La prevenzione – spiega la Del Maestro –  è un’azione sociale complessa, orientata a innovare organizzazioni, istituzioni e servizi sociali in modo che, rispondendo meglio ai reali bisogni dei cittadini, costituiscano un tessuto non favorevole all’emergere di comportamenti distruttivi». Quindi la psicologa spiega il concetto di “promozione educativa”: «Lavorare nell’ottica promozionale significa rendere forte l’individuo, fare in modo che possa sentirsi adeguato alle diverse situazioni che si trova ad affrontare, potendo far ricorso a differenti risorse che gli consentano tanto di costruire un progetto per i futuro, quanto di gestire con efficacia le situazioni contingenti». « Mille giovani per la pace – aggiunge Maccaro –  sarà ancora una volta contenitore di formazione, approfondimento, dibattito anche sui temi della prevenzione: lanceremo la Scuola per Genitori nell’ambito di una tre giorni formativa sulla prevenzione educativa organizzata in collaborazione con l’Università di Cassino mentre un’altra giornata formativa sulle live skills, organizzata con il Dipartimento 3D della Asl di Frosinone sarà rivolta a medici, psicologi, assistenti sociali. Insomma una “summer school” della prevenzione. Ulteriori info su www.millegiovaniperlapace.it»

30 agosto 2012 0

Picchia la moglie e aggredisce i carabinieri, 60enne di Cervaro condannato a 5 mesi

Di redazione

I carabinieri di Cervaro, coadiuvati da quelli di Piedimonte San Germano, ieri sera hanno arrestato un 60enne per “violenza e resistenza a P.U. nonché di atti persecutori (“c.d. Stalking” ). I militari sono intervenuti presso la casa dell’uomo che, in evidente stato di ebbrezza alcolica, stava minacciando e percuotendo la moglie, mentre cercavano di ricondurlo alla ragione, sono stati aggrediti a loro volta con calci e pugni. Dopo una breve colluttazione i carabinieri sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo. Espletato le formalità di rito, il 60enne è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Compagnia di Cassino in attesa del rito direttissimo, che si è svolto questa mattina e che si è concluso con la convalida dell’arresto e la condanna alla pena di mesi 5 di reclusione, con pena sospesa.

30 agosto 2012 0

“Casinum Tempus Vincit”, un salto nella tradizione dell’antica Cassino

Di redazionecassino1

Sarà un weekend all’insegna della rievocazione storica della Cassino antica quello che si svolgerà nella villa comunale sabato e domenica prossimi, 1 e 2 settembre. Un viaggio nel tempo della nostra città al tempo dell’Impero Romano.“Il prossimo fine settimana, la splendida villa comunale di Cassino sarà lo scenario di un’altra prima edizione di reivocazione storica, ‘Casinum Tempus vincit’, che vedrà la Legio XIV esibirsi in quello che possiamo definire un viaggio nel tempo, alla scoperta della storia e della tradizione dell’antica Casinum.” E’ quanto afferma l’assessore alla cultura, Danilo Grossi.  “Si tratta – aggiunto grossi – di una due giorni di rievocazione storica, con ingresso gratuito, a cui prenderanno parte anche la ‘Legio X PFD’, protagonista tra l’altro delle ultime puntate di ‘Ulisse’ di Alberto Angela e la V Cohors Pretoria. Verrà, quindi, ricostruito, all’interno della villa comunale, un accampamento Romano all’interno del quale i legionari si addestreranno e vivranno nel corso dei due giorni la vita da campo. Ci saranno, inoltre, i Senatori, le Sacerdotesse di Cerere, le danzatrici e i personaggi storici di rilievo che hanno segnato la storia del nostro territorio, dal 40/ 50 a.C. al I sec. d.C.; in particolare si fa riferimento alle figure di M.Terenzio Varrone ed Ummidia Quadratilla e del padre Durmio. Saranno riproposti, a cura della Prof.ssa Rossana Spacagna, il cerimoniale del matrimonio nell’antica Roma, il rito degli ‘Initia’ con le sacerdotesse di Cerere, i quadri di vita quotidiana con Ummidia Quadratilla e presentata la figura storica e poco nota di Durmio Quadrato. Al di là di questo, poi, avranno luogo una serie di incontri letterari con lo scrittore Andrea Frediani, che presenta presso il Museo Archeologico di Cassino il suo ultimo libro ‘La Dinastia’, con la scrittrice Maria Teresa Cimino e lo scrittore Pietro Nelli. Sarà possibile esercitarsi con il tiro con l’arco storico, curato dall’Associazione Sportiva Arcadia di Cassino, mentre i più piccoli (in età compresa tra gli 8-12 anni) potranno iscriversi ai laboratori di archeologia curati dall’archeologa Ilenia Carnevale, avendo così modo di conoscere il mondo dei bambini romani, attraverso i vestiti, la scuola, lo sport, i giochi e i giocattoli più diffusi. Un ringraziamento particolare va, infine, alla Pro Loco di Cassino soprattutto nella persona del delegato a manifestazioni di rievocazione storica Michele Di Lonardo, per il costante impegno che mette in campo per la buona riuscita di eventi di questa natura.”Un programma ricco di appuntamenti che faranno tornare Cassino indietro nel tempo come confermato da Claudio Evangelista, responsabile della Legio XIV. “Sono veramente orgoglioso – ha dichiarato Evangelista – di portare a Cassino il meglio della rievocazione storica di epoca romana. Invito tutti a rivivere con noi il passato della nostra città, immeregendosi nelle musiche, nei giochi, nei combattimenti e nella letteratura. Tutto questo sarà possibile grazie alla partecipazione di gruppi storici e di tutti coloro che hanno collaborato con le proprie conoscenze in ambito storico, letterario ed archeologico.”

 

30 agosto 2012 0

Ancora una scossa di terremoto in Sicilia di magnitudo 3.5

Di redazione

Un evento sismico è stato registrato questa mattina al largo del golfo di Patti, in provincia di Messina, circa 20 Km dalla costa. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 13.09 con magnitudo di 3.5. Sebbene avvertito dalla popolazione nella zona costiera, dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, non risultano danni a persone o cose.

30 agosto 2012 0

Volley: Suicida il c.t. della Nazionale russa Sergei Ovchinnikov

Di redazionecassino1

Il giovane allenatore della nazionale russa di volley femminile Sergei Ovchinnikov, 43 anni, è stato trovato morto, probabilmente a causa di un suicidio. Pare che Ovchinnikov si sia impiccato nella sua stanza di albergo a Parenzo in Croazia, dove si trovava con la squadra, la Dinamo Mosca.

Stando alle prime vaghe ricostruzioni dei fatti, il commissario tecnico si sarebbe tolto la vita, nella stanza al quarto piano dell’albergo nella giornata di mercoledì. Si indaga sulle cause del gesto estremo. Per ora si tratta solo delle ipotesi, avvalorate dai commenti di chi lo conosceva, ma pare che l’allenatore soffrisse di una depressione molto profonda, causata da un fallimento sportivo nell’ulrima competizione olimpica.

30 agosto 2012 0

Delitto di Serena Mollicone: il Dna scagionerebbe i sei indagati. Il gen. Garofano frena, indagini ancora in corso

Di redazionecassino1

Ripartono da zero le indagini sul delitto di Serena Mollicone. L’esame del Dna e le impronte dattiloscopiche rilevate ai sei indagati per l’omicidio della giovane di Arce, sono risultati negativi e quindi l’indagine, almeno in maniera ufficiosa, potrebbe ricominciare da capo. I risultati della prova del Dna e del rilievo delle impronte sono stati comunicati ieri mattina agli avvocati dei sei indagati.

La procura della Repubblica di Cassino lo scorso anno aveva iscritto nel registro degli indagati per i reati di omicidio volontario e occultamento di cadavere l’ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce, Franco Mottola, il figlio Marco, la moglie, l’appuntato dei carabinieri Francesco Suprano e in ultimo l’ex fidanzato di Serena Mollicone, Michele Fioretti e la madre Rosina Partigianoni. Tutti lo scorso mese di luglio si sono sottoposti volontariamente alla prova del test genetico. I carabinieri del Ris consegneranno i risultati ufficiali al procuratore Mario Mercone entro qualche settimana.  Dalle indiscrezioni trapelate sembrerebbe che le impronte dattiloscopiche rinvenute sul nastro isolante che avvolgeva le mani e i piedi di Serena, potrebbero essere comparate con alcune presenti nella banca dati dell’Afis. Non si esclude quindi che l’assassino o gli assassini di Serena possano essere persone che hanno già avuto problemi con la legge. Non è convinto e continua a sostenere la sua tesi il padre della ragazza. “Aspettiamo la consegna dei risultati, fino a quel momento io resterò nelle mie convinzioni – spiega Guglielmo Mollicone, padre di Serena – mia figlia è stata uccisa perché voleva aiutare i giovani del paese ad uscire da un giro di droga”. Per il consulente di parte della famiglia di Serena, l’ex comandante del Ris di Parma, il gen. Garofano commenta l’indiscrezione: ”Gli esami e le indagini scientifiche sono ancora in corso, al momento non è possibile dire nulla”.