52° Corso Nazionale di Perfezionamento Tecnico Speleologico Avezzano 11-18 agosto 2012

21 agosto 2012 0 Di admin

Sabato 18 agosto si é concluso il 52° corso nazionale di perfezionamento tecnico speleologico organizzato dalla Scuola Nazionale di Speleologia del CAI con il supporto del Gruppo di Esplorazione Speleologica del CAI di Pescara e diretto dall’Istruttore Nazionale di Speleologia Alessandro Sammataro.
Trenta allievi e sedici istruttori di speleologia, provenienti da tutta Italia, hanno utilizzato il centro di Protezione Civile della Croce Rossa Italiana presso l’interporto di Avezzano come base operativa, per poi spostarsi giornalmente presso la falesia di Petrella Liri e le varie grotte dei dintorni.
Il programma ha impegnato gli allievi in esercitazioni sulla parete di roccia nei pressi dell’abitato di Petrella Liri, per apprendere le tecniche di attrezzamento delle corde e le manovre di autosoccorso e in escursioni in grotta.
Sono state visitate le grotte dell’Ovido di Pietrasecca, l’Ovito di Petrella, l’Inghiottitoio di Luppa a Sante Marie (AQ), Grotta a Male ad Assergi (AQ), l’Abisso della Liscia a Morino (AQ) e l’inghiottitoio di Camposecco a Camerata Nuova (RM), permettendo agli allievi di impratichirsi in grotte con un’ampia varietà di caratteristiche tecniche.
Il programma ha previsto anche lezioni teoriche di approfondimento sulla sicurezza dei materiali tecnici, sulle tecniche topografiche e di rilievo delle cavità, sulla geologia e sul soccorso in grotta.
Il corso è stato patrocinato dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico dell’Abruzzo, dalla Commissione Regionale di Speleologia del CAI Abruzzo, dalla Federazione Speleologica Abruzzese e dalla Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Abruzzo.
Il Soccorso Speleologico abruzzese ha trasferito, per l’occasione, il proprio magazzino presso la sede del corso e messo in preallarme i propri tecnici per poter rispondere con prontezza ad eventuali necessità, tenuto anche conto che vari istruttori del corso sono tecnici di soccorso speleologico.
Alla fine del corso sia gli allievi che gli istruttori hanno espresso grande soddisfazione per i risultati conseguiti, per l’affiatamento e per l’organizzazione e la logistica.