Fingono di comprare ortaggi, ma scippano l’ortolana. Due arresti a Lanciano

9 agosto 2012 0 Di redazione

Tutto era partito dalla denuncia sporta da un’anziana donna che, a fine luglio, mentre era sola all’interno della sua azienda agricola, ha notato giungere un’autovettura che lei conosceva. Ma dal veicolo, fermatosi all’altezza del cancello, era sceso solo il passeggero, che lei non conosceva, che, dopo averla avvicinata con l’apparente intento di chiederle informazioni ed acquistare prodotti, le ha strappato la catenina dal collo fuggendo a bordo dell’autovettura condotta dal complice. Una descrizione più che dettagliata e l’inflessione napoletana, però, hanno permesso alla donna ed ad altri testimoni, di riconoscere i malfattori in Amedeo Malvone e Giuseppe Lopez, quest’ultimo peraltro cliente abituale dell’azienda. Una volta chiaro il quadro probatorio a carico dei due, i Carabinieri del NOR della Compagnia di Lanciano hanno riferito il tutto al Sostituto Procuratore Della Repubblica, dott. Di Cuonzo che, concorde con le risultanze investigative emerse, chiedeva al G.I.P. del Tribunale l’emissione di un ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due, ordinanza che non tardava ad essere eseguita dai Carabinieri di Lanciano. Amedeo Malvone, 55enne di Torre Annunziata e Giuseppe Lopez 42enne di Palermo, entrambi da tempo residenti a Lanciano, immediatamente intercettati venivano tratti in arresto e condotti presso la casa circondariale di Villa Stanazzo. Sono al vaglio degli inquirenti ulteriori delitti che la coppia possa aver commesso in zona.