Migliaia di fedeli all’Incoronazione della Beata Vergine Assunta

14 agosto 2012 0 Di redazionecassino1

Anche quest’anno la fede dei cassinati verso la Beata Vergine dell’Assunta non è mancata nonostante il caldo della giornata, in migliaia si sono riversati  alla tradizionale Incoronazione della Madonna in piazza Corte, dinanzi alla Chiesa Madre. Già il 9 luglio scorso in molti avevano partecipato,  alle cinque del mattino, alla prima messa, poi il pellegrinaggio della sacra rappresentazione, per le parrocchie di Cassino. La cerimonia di oggi ha visto la partecipazione di migliaia di fedeli e devoti  della Madonna  ed ha assunto, un significato particolare, infatti, per la prima volta si è svolta senza la presenza  del padre Abate, dom Pietro Vittorelli, ma alla presenza del Nunzio Apostolico Mons. Adriano Bernardini, che ha  dato la benedizione speciale del Papa.  Proprio ieri il Padre abate ha voluto essere vicino ai fedeli  affidando ad un video messaggio, in occasione della festa della Beata Vergine Assunta, Patrona di Cassino, trovandosi lontano e impedito a partecipare di persona.  Ha  voluto ugualmente far giungere un suo pensiero alla numerosa popolazione che da più di due mesi è in apprensione e prega per lui. Il suo pensiero in occasione della importante ricorrenza l’abate Vittorelli lo ha voluto rivolgere a quanti soffrono direttamente per malattia, ha ringraziato per le manifestazioni di affetto per le sue condizioni di salute, invitando tutti coloro che soffrono a non arrendersi e a trovare conforto nella preghiera per superare le difficoltà proprio in questo periodo in cui Egli stesso  sperimenta la duplice condizione di medico e paziente. La festa dell’Assunta ha un particolare valore e devozione per i cassinati ed ha avuto già un prologo il nove luglio. In quella data, infatti, si ringrazia fin dal 1837 l’Assunta perché il nove luglio di quell’anno, quando Cassino era flagellata dalla peste, in seguito alla processione e all’incontro fra le statue della Madonna e di Gesù , la pestilenza allentò la sua morsa sui cittadini. Tanti i fedeli, molti gli emigrati rientrati in questi giorni a Cassino per le ferie e che non hanno voluto mancare a questo importante appuntamento religioso, alcuni di loro assenti da molti anni alle celebrazioni come una signora che ha dichiarato di mancare dal 1994 alla ricorrenza.  Presenti alla cerimonia le massime cariche politiche della città oltre a diverse migliaia di devoti. La processione ha chiuso la prima parte seguita successivamente dalla S. Messa.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon