Ondata di calore fino al 20 agosto, il vademecum della protezione civile

17 agosto 2012 0 Di admin

Dai Bollettini del “Centro di Competenza Nazionale” del Ministero della Salute e dai rilievi e dall’esame del microclima locale emerge una situazione climatica da preallerta per l’ondata di calore che investirà la penisola italiana, e il nostro territorio a partire da Sabato 18 Agosto.
Il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, pertanto, su indicazione dell’Ufficio Meteo della Protezione Civile Comunale, ha disposto l’attivazione di tutte le attività di prevenzione previste dalla pianificazione comunale, sino a Lunedì 20 Agosto 2012, salvo ulteriore proroga nell’eventualità dell’estensione dell’allarme.
Pertanto in tale periodo, per ogni eventuale necessità ci si potrà rivolgere al Servizio di Guardia Medica della ASL contattando il 118 che potrà contare sul pronto intervento della Protezione Civile comunale nel caso si rendessero necessari ricoveri temporanei presso locali climatizzati ed attrezzati allestiti nel Comando di Polizia Locale sita in P.zza VI Dicembre.
Si ricordano le principali precauzioni da adottare in particolare per le persona anziane e bambini, in simili casi e precisamente:
non esporsi all’aria aperta nelle ore più calde;
bere molta acqua anche in assenza di stimolo di sete ( le persone che soffrono di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato o che hanno problemi di ritenzione idrica, devono consultare il medico prima di aumentare l’ingestione di liquidi) e mangiare frutta fresca;
non assumere medicinali senza aver consultato il proprio medico;
evitare bevande alcoliche o contenenti caffeina;
evitare pasti pesanti;
indossare abiti leggeri e comodi, di cotone, lino o fibre naturali;
all’aperto indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto;
proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo;
non lasciare persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole;
non sostare in aree ricche di vegetazione (parchi, giardini);
prima di rientrare in macchina aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo;
prima dell’utilizzo, verificare che i seggiolini di sicurezza per i bambini non siano surriscaldati;
Prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono aver bisogno di aiuto soprattutto se vivono soli e in caso di necessità rivolgersi agli operatori dell’emergenza (118, 112, 113).