Riordino Province, Scalia: “Latina guardi ai Comuni romani”

7 agosto 2012 0 Di admin

Dall’ufficio stampa di Francesco Scalia riceviamo e pubblichiamo:
“Consiglierei all’amico Cusani di cambiare strategia per salvare la sua Provincia, guardando ai comuni a nord di Latina, come Anzio e Nettuno, territorialmente più omogenei al territorio pontino, e sicuramente più interessati a mantenere la loro autonomia comunale piuttosto che diventare quartieri periferici della città metropolitana di Roma”. Così il consigliere regionale del PD, Francesco Scalia, interviene sulle ultime iniziative promosse dal Presidente Cusani per evitare la soppressione della provincia di Latina. “Anche alla luce delle ultime precisazioni provenienti dal Ministero della Pubblica Amministrazione – continua Scalia – inserire tre dei nostri Comuni al territorio della provincia di Latina, non comporterebbe alcun effetto, mentre l’annessione di comuni, come Anzio e Nettuno, sarebbe non solo un’opportunità per i comuni stessi, ma rientrerebbe anche nei parametri fissati dal decreto, per cui un comune dell’area metropolitana può decidere se aderire all’area metropolitana o passare ad una provincia confinante”.

“Dal canto suo la Provincia di Frosinone, anche se non ha bisogno di estensioni per rimanere in vita, potrebbe pensare di rivolgersi ai comuni a sud di Roma, che per lo stesso motivo di Anzio e Nettuno, sarebbero inglobati nell’area metropolitana della Capitale”.

Quanto all’integrazione delle due province, Frosinone e Latina, Scalia afferma: “È necessario prima di tutto creare i presupposti per un’integrazione di carattere socio-economico, pensare al potenziamento delle infrastrutture di collegamento, e rimandare al futuro una eventuale integrazione istituzionale, che oggi giustamente incontrerebbe resistenze non superabili”.