Roccasecca/Forte interroga il sindaco Giorgio ed evidenzia un altro caso di malgoverno cittadino: “Perché si svuota solo quello attiguo all’ingresso di via Casilina?”

23 agosto 2012 0 Di admin

Dalla Destra Roccasecca riceviamo e pubblichiamo:
“Porto all’attenzione dell’opinione pubblica un ennesimo esempio di come viene malgovernata la nostra città. In un periodo come quello estivo, quando il servizio della raccolta rifiuti dovrebbe funzionare a pieno regime, con svuotamento dei cassonetti giornaliero e, soprattutto, da effettuarsi nelle ore mattutine, a Roccasecca succede tutto il contrario.
Provate a farvi un giro alle prime luci dell’alba e potrete assistere ad un triste spettacolo, con l’immondizia che trabocca dai secchioni, l’aria che diventa irrespirabile, la puzza che ammorba i cittadini fino a sera, una situazione aggravata dal caldo opprimente di questi giorni.
Di fronte a questo scempio del territorio, che fa l’amministrazione comunale?
Si preoccupa che alcune zone soltanto, soprattutto alcuni secchioni posti in luoghi strategici, siano svuotati quotidianamente.
Mi riferisco ad un fatto in particolare e interrogo: perché in via Nevali il primo cassonetto posto all’ingresso per chi proviene da via Casilina viene svuotato tutti i giorni, mentre per gli altri cassonetti si devono le calende greche?
Sarà per caso perché è attiguo all’abitazione di un consanguineo del sindaco?
Se così fosse, sarebbe gravissimo.
A pensar male si fa peccato, dice qualcuno, ma spesso ci si indovina”.