Villa Comunale: in autunno la sostituzione degli alberi malati e pericolosi

3 agosto 2012 0 Di redazionecassino1

Eravamo già intervenuti sulla situazione di degrado della villa comunale e sulla pericolosità di alcune situazioni. Qualche giorno fa poi la caduta di un albero sulle giostrine dei bambini ha riaperto il problema soprattutto per la tragedia evitata di un soffio. La situazione degli alberi nella villa comunale è di quelle serie e necessita di intervento appena la stagione lo renderà possibile. Sarà anche necessario eliminare il degrado in alcune parti del ‘polmone verde’ della città. Molti alberi dovranno essere abbattuti e sostituiti, viste le loro condizioni, proprio per evitare situazioni di pericolo come quelle dei giorni scorsi. Anche i bagni ridotti in condizioni pietose, maleodoranti, sporchi e soprattutto fatiscenti rappresentano un cattivo biglietto da visita per la città verso i cittadini e i turisti. Anche l’illuminazione lascia a desiderare fra pali e lampade rotte o, in alcuni casi, addirittura inesistenti.

Certo una situazione che non fa onore alla città e a cui l’Amministrazione sta cercando di porre rimedio. In particolare per ciò che riguarda la situazione di molti alberi malati e pericolosi. L’assessore Consales, infatti, ha confermato l’impegno dl suo assessorato a rimuovere quelli pericolosi e a sostituirli con altri durante il prossimo autunno, stagione più propizia per essere piantati. Consales, ha anche sottolineato come il trasferimento del vivaio del Corpo forestale dello Stato da Cassino, abbia notevolmente reso particolarmente difficile il reperimento delle piante, in passato donate gratuitamente proprio dall’Ente. Il primo vivaio disponibile sarebbe, infatti, ad Anzio e il trasporto delle piante non è sempre agevole. L’assessore, comunque, ci ha confermato la volontà del suo assessorato, ma anche dell’intera Amministrazione di voler intervenire al plù presto sul problema. Consales starebbe anche pensando di istituire, proprio nella villa comunale, di un parte in cui piantare alberi per ogni bambino nato nel nostro comune. Non ci resta che attendere, quindi, per vedere realizzate le aspettative dei cittadini e ripristino del decoro per uno dei pochi polmoni verdi della città.  

F. Pensabene

Foto A. Ceccon