Mese: settembre 2012

30 settembre 2012 0

Cagnolini gettati come rifiuti salvati dai vigili del fuoco di Cassino

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono stati abbandonati sul greto di un fiume, forse gettati come spazzatura nella speranza che l’acqua potesse trascinare via le loro vite. Ma un passante li ha notati e ha chiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Cassino. I quattro cuccioli, due maschietti e due femminuce, erano stati gettati in una scatola vicino al fiume Rapido su via Madonna di Loreto. È stato li che i pompieri sono intervenuti raggiungendoli superando la vegetazione. Portati in salvo sono stati affidati alla persona che ne ha denunciato il pericolo. 

30 settembre 2012 0

Pullman in fumo a Montecassino. I vigili domano il principio di incendio

Di redazione

Hanno rischiato di vedere  la loro gita fuori porta andare in fumo proprio come quello che in pochi minuti ha saturato l’abitacolo del loro pullman. Si tratta di un gruppo di turisti campani che, questa mattina, hanno visitato il monastero benedettino di Montecassino. Giunti in vetta al sacro monte, il veicolo,ha iniziato a fare fumo e si è subito capito che in corso c’era un principio di incendio. Il pullman è stato quindi evacuato e sono stati chiamati i vigili del fuoco di Cassino che hanno domato il rogo ancora prima che potesse propagarsi. Il veicolo, quindi, è stato riparato e alla fine della visita, il pullman ha ripreso il viaggio.

30 settembre 2012 0

Maltempo, da stasera temporali anche nel nord-est dell’Italia

Di admin

La perturbazione presente sulla penisola italiana che dalla notte scorsa sta determinando piogge e temporali soprattutto sulle regioni centrali tenderà dalla serata di oggi a spostarsi sulle regioni nord-orientali.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della protezione civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri.

L’avviso prevede, dalla serata di oggi, domenica 30 settembre, precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, su Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo; a quanti si trovassero nelle aree interessate dall’allerta meteorologica si raccomanda, inoltre, di mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

30 settembre 2012 0

Sicurezza dei farmaci: bollino nero per i medicinali pericolosi. Giro di vite dall’Ue dal 2013 che ha approvato il nuovo regolamento

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Una notizia certamente positiva per i consumatori di tutta l’area UE che riguarda la sicurezza in materia di commercializzazione di medicinali in Europa dove sino a martedì scorso la legislazione ed i sistemi di monitoraggio non risultavano sufficientemente armonizzati e creavano una serie di lacune con conseguenti rischi per la salute dei pazienti anche alla luce di alcuni scandali che hanno riguardato la commercializzazione di farmaci in diversi paesi dell’Unione. Ad evidenziarlo, Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, che sintetizza le modifiche adottate alla legislazione europea vigente e che serviranno, infatti, a monitorare in maniera più concreta e puntuale gli effetti nocivi dei farmaci, consolidando il sistema europeo per la valutazione dei potenziali problemi dei medicinali in ognuno degli Stati membri. A seguito dell’accordo tra Parlamento Europeo e ministri dell’Ue, le nuove disposizioni stabiliscono in primo luogo che l’Agenzia europea per i farmaci dovrà istituire un sistema di controllo che contrassegnerà con un bollino nero tutti i nuovi farmaci e i medicinali per i quali le autorità di regolamentazione nutrono dubbi sulla loro sicurezza. Ciò con l’evidente ed opportuna finalità di consentire ai pazienti e agli operatori sanitari di poterli identificare preventivamente. Peraltro, con le modifiche legislative entrerà in vigore una procedura automatica di emergenza, che include una valutazione della sicurezza a livello Ue e il ritiro dal mercato dell’Unione nel caso in cui uno Stato membro dovesse ritirare un medicinale da quello interno. Tale procedura dovrebbe essere attivata anche nel caso in cui una società decidesse di non rinnovare un’autorizzazione all’immissione in commercio per motivi di sicurezza. Le misure in questione, obbligheranno le aziende a una maggiore trasparenza che si riverbererà in una maggiore sicurezza per i pazienti. Se, infatti, una ditta produttrice dovesse ritirare un medicinale dal mercato dovrà dichiarare in maniera espressa se l’ha fatto per ragioni di sicurezza. Lo scopo è di stabilire se le “ragioni commerciali” – che in alcuni casi giustificano il ritiro di un prodotto – fornite dalle società non siano in realtà connesse alla sua sicurezza. Le più recenti modifiche alla legislazione UE in materia di farmacovigilanza risalgono al 2010. Ma quasi certamente lo scandalo Mediator che ha causato fra i 500 e i 2000 decessi nell’Eurozona, ha determinato la Commissione europea ad un nuovo aggiornamento per colmare le potenziali lacune evidenziate da uno “stress test” cui era stata sottoposta la normativa vigente sino alle modifiche. Come è noto, infatti, il Mediator era un farmaco prescritto per la cura del diabete, ma è stato anche utilizzato per oltre trent’anni come soppressore dell’appetito. Commercializzato nel Nostro Paese ma anche in Francia, Portogallo, Lussemburgo, Grecia, e Spagna, è stato messo sotto la lente d’ingrandimento per motivi legati alla sua sicurezza sin dal 1999, ma è stato ritirato in Francia solo nel 2009.

30 settembre 2012 0

L’abate Vittorelli a Montecassino per ordinare tre monaci, l’omelia della cerimonia

Di admin

“Non posso iniziare questa omelia senza una riflessione insieme sul mio tempo e sul mio spazio dopo l’immenso patrimonio di messaggi, lettere, telefonate e preghiere che da tutto il mondo giungevano a me e a Montecassino come segno di un affetto che travalicava il tempo e lo spazio ma giungeva al cuore. Ogni volta che in un modo o nell’altro ne raggiungevo uno prendevo più forza e coraggio per essere più forte e per avere fiducia in Dio e prendevo con convinzione il mio oggi come l’oggi di Dio. Grazie per tutto questo, grazie per tutti voi che in un attimo mi avete reso padre, madre e fratello quando proprio ne avevo bisogno. Ringrazio uno per tutti: il Cardinale Martini che con uno slancio squisitamente paterno mi ha visitato a Brissago 27 giorni prima della sua morte; un incontro che ricorderò volentieri per l’amore che ha raccolto in un solo gesto, in un solo apparire per essere segno del Padre, per dire lui come tutti voi, Pietro ci siamo, sei con noi, non ti arrendere, non ti fermare. I sentimenti che vorrei esprimere sono qui eccessivi per dire a tutti e a ciascuno la mia gratitudine che però, state certi, avete ricambiata in preghiera per voi e per i vostri cari. Scusatemi ancora un poco se dopo la Messa non mi avvicinerò per un saluto personale, ma sono ancora in terapia ed ho bisogno di concentrazione, ma credetemi: neppure uno rimarrà tradito con il ricordo della mia preghiera che scenderà fecondo su ciascuno di voi. Grazie, grazie e grazie ancora” Così ha esordito l’Abate Pietro nella sua omelia, con la voce a tratti rotta dalla emozione, tanto da suscitare un lungo caloroso applauso. Poi ha commentato le letture liturgiche collegandole alla scelta di Don Anselmo Preiti, Don Francesco Sotgiu e Don Giovanni Pischedda di diventare a pieno titolo monaci a Montecassino, con la Professione solenne. “Il nome di Gesù – ha detto – non è il segno di uno steccato e di una divisione ma rimanda a un’esistenza di servizio e di fede per la salvezza dei fratelli. Cari Anselmo, Francesco e Giovanni, – ha concluso – sono tante le parole che in questo giorno davvero straordinario vorrei donarvi, ma sento che per ora devo fermarmi per dire a tutti quanto amore siete riusciti a raccontare per Montecassino, per noi e per me che prendo tale dono come il dono unico di Dio”.

29 settembre 2012 0

Contrasto alla contraffazione e sicurezza dei prodotti, sequestrata merce per un valore di circa 20.000 euro dalla Guardia di Finanza di Caserta

Di admin

La Guardia di Finanza di Caserta prosegue l’attività a contrasto di quelle forme di illegalità economica e finanziaria che sempre più spesso turbano le regole della concorrenza, incidendo dannosamente sull’economia legale. Particolare attenzione è stata posta dalle Fiamme Gialle nei confronti dei soggetti dediti alla importazione, produzione e commercializzazione di prodotti contraffatti e nocivi alla sicurezza pubblica, provenienti per la maggior parte da paesi asiatici, prevalentemente dalla Repubblica Popolare Cinese, non conformi alla normativa europea. A conclusione dell’operazione di servizio, articolata in distinti interventi, sono stati sequestrati circa 600 tra dvd e cd sprovvisti del marchio S.I.A.E., oltre 5.000 pile e circa 600 apparecchi elettrici di varia natura privi della marchiatura “CE” e, quindi, pericolosi per la salute pubblica, 120 apparecchi elettrici specifici per la telefonia, nonché oltre 1.000 luminarie pericolose “Made in China”. Il valore commerciale dei prodotti sequestrati dalle Fiamme Gialle ammonta a circa 20.000 euro. I controlli effettuati dalla Guardia di Finanza hanno portato alla segnalazione al locale Comune e alla Camera di Commercio di Caserta di vari cittadini originari della Repubblica Popolare Cinese, per aver posto in vendita articoli che non sono stati sottoposti ai preventivi controlli attinenti alla commercializzazione nel territorio italiano, con l’irrogazione nei loro confronti di sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 774 euro ad un massimo di 4.648 euro. L’operazione si inquadra nel più ampio contesto dell’intensificazione delle attività a tutela del “Made in Italy”, settore strategico per l’economia nazionale, e si aggiunge a quelle già numerose svolte dal Comando della Guardia di Finanza di Caserta su tutto il territorio della provincia, confermando, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela dei cittadini.

29 settembre 2012 0

Puliamo il mondo 2012, superate le 100 iniziative nel Lazio

Di admin

Dall’Ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo: All’appello sono già oltre cento le iniziative di Puliamo il Mondo a Roma e nel Lazio, ma c’è ancora tempo per aderire e partecipare. Continuano gli appuntamenti di un’altra giornata intensa, piena d’iniziative e d’impegno per recuperare aree verdi e piazze dal degrado: anche nella seconda giornata di mobilitazione sono state decine le iniziative nel Lazio che hanno visto i volontari con scope e rastrelli, per ripulire luoghi pubblici lasciati all’incuria e alla sporcizia. Al Parco Italo Calvino di Formello, presso il centro commerciale Le Rughe, 200 volontari con tanti bambini hanno pulito il parco e si sono dedicati alla bonifica del fosso ma anche degli svincoli sulla via Cassia, al termine della quale è stata inaugurata anche una nuova Isola Ecologica. Nel resto del Lazio a Bassano Romano (Vt) sono stati ripuliti mura e giardini di Palazzo Giustiniani, a Canepina (Vt) si è svolta una speciale raccolta di rifiuti ingombranti con pulizia del giardino comunale. A Casalvieri (Fr) ci si è impegnati sul “Tracciolino”, e altre iniziative si sono svolte in diversi siti a Fara in Sabina (Ri), in località Mola Saraceno a Capena (Rm), a Guidonia e a Tivoli (Rm), con una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata porta a porta.

Nella Capitale numerosi i parchi ripuliti: da Parco Talenti a Parco Cavallo Pazzo, da Parco del Pineto a Parco Giochi Casal Brunori, dal Parco della Cellulosa alle Riserve dell’Insugherata e dell’Aniene, e dal Pratone delle Valli alla spiaggia di Capocotta, al km 8 della via Litoranea. Iniziative analoghe hanno coinvolto via Copparo a Vitinia e Viale Aurelio Saffi a Monteverde. Nel pomeriggio, con Esquilindo 2012, ripulitura dell’area intorno al Nuovo Mercato Esquilino e i giardini chiusi dell’Acquedotto, con animazione di balli cinesi e tamburi ad animare la piazza -cuore di un’area che ospita numerose comunità straniere, le cui associazioni hanno aderito all’iniziativa.

“Mentre bisogna troppo spesso assistere al degrado delle istituzioni, a sprechi e scandali, i volontari di Puliamo il Mondo con la concretezza di un piccolo gesto danno un forte segnale di senso civico -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Puliamo il Mondo è una bella occasione per stare insieme e cambiare concretamente il mondo attorno a noi, è sempre un successo vedere decine, centinaia di persone che si rimboccano le maniche e vincono la fatica per ridare decoro in prima persona a tante aree nel Lazio.” E domani, domenica 30 settembre, gran finale con moltissime iniziative. Dalle 9.30 del mattino a Roma appuntamento al Colosseo per tirare a lucido l’area centrale più bella della città e partecipare ad uno speciale laboratorio per realizzare fogli di carta riciclata, nel ventennale di Puliamo il Mondo dedicato alla bellezza. Sempre alle 9 partirà la pulizia della zona Sacco Pastore, Via ValSolda, e di Casal Boccone, dove sarà messo in evidenza anche il problema della cementificazione nell’area. Verranno ripulite anche le aree verdi presso Via Casale Ferranti e Via Burri, mentre a Via del Risaro ci sarà uno speciale intervento per la rimozione di rifiuti ingombranti. Alle 9.30 inizierà la pulizia di Parco Capoprati, con attività sulla raccolta differenziata. Dalle 10 in poi inizia la pulizia della foresta cedri dell’Himalya e del fossato del Forte a Villa Ada. Al via anche la pulizia di Parco Somaini, di via Gallodoro, del parco archeologico Tor Vergata. A Garbatella, dove recentemente di è svolto l’ecofestival FestAmbiente Roma e Lazio, si riqualificherà via delle Sette Chiese. Iniziative anche nel resto del Lazio: a Frosinone verrà pulita la zona di viale Roma, e si raccoglieranno rifiuti RAAE e rifiuti ingombranti. Iniziative nel frusinate anche a Morolo e Sgurgola. A Sabaudia (Lt) si pulirà il giardino “Bella Farnia Mare” insieme alla comunità sikh, proveniente per lo più dal Punjab. Nel viterbese, appuntamenti in piazza a Farnese e a Soriano nel Cimino per ripulire due discariche nella zona del “bucone”. A Castel Madama (Rm) l’iniziativa coinvolgerà Piazza Dante e Piazza Mancini, e includerà una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata porta a porta. Altre iniziative in provincia di Roma a Marino, lungo il basolato dell’Appia Antica, a Montecelio (via Percile), Riano (Largo Montechiara) e San Cesareo (Fontana della Pidocchiosa).

Legambiente continua ad invitare tutti a rimboccarsi le maniche: l’elenco completo delle aree aggiornato costantemente è sul sito web www.legambientelazio.it . Per informarsi e aderire si può contattare anche la info line 335 5765908.

Si ringraziano per la collaborazione il TRG Lazio della RAI e AMA SpA. Puliamo il Mondo è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero della Pubblica Istruzione dell’Università e della Ricerca, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dall’UPI (Unione Provincie Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite). Con il contributo di Snam, Coop, Federambiente e Ikea sono partner tecnici. In collaborazione con Fiseassoambiente e Anci (Associazione Comuni Italiani). La Nuova Ecologia e RDS (Radio Dimensione Suono) sono i media partner.

29 settembre 2012 0

Maltempo, da domani temporali sulle regioni centrali

Di admin

Una perturbazione atlantica in arrivo sulla penisola italiana sarà responsabile, da domani mattina, di una fase di maltempo sulle regioni centrali italiane in successiva estensione al nord-est.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche.

L’avviso prevede, dalla mattina di domani, domenica 30 settembre, forti temporali sulle regioni centrali e la Sardegna, in estensione all’Emilia Romagna.

I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo; a quanti si trovassero nelle aree interessate dall’allerta meteorologica si raccomanda, inoltre, di mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

29 settembre 2012 0

Incendi boschivi, oggi elicotteri e canadair impegnati su 18 roghi

Di admin

Prosegue l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, impiegati anche oggi nella lotta agli incendi boschivi, in supporto alle operazioni di spegnimento svolte dalle squadre a terra, su 18 roghi distribuiti in cinque diverse regioni del Paese.

Dalla Sicilia è giunto il maggior numero delle richieste, 10, al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile. A seguire, 5 dalla Calabria, 1 ciascuna le richieste dal Lazio, dalla Sardegna e dalla Puglia.

L’intenso lavoro svolto dagli equipaggi dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 9 incendi. La flotta aerea dello Stato, che dalle prime luci dell’alba a ora ha operato con 22 velivoli antincendio (11 Canadair, 4 Fire-Boss , 6 elicotteri S64 e 1 elicottero CH47), proseguirà il lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza.

È utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.