Giorno: 26 settembre 2012

26 settembre 2012 0

Montino: “Polverini perde tempo e rinnova contratti ai suoi amici Ugl”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogruppo Pd Esterino Montino: “Di cialtronesco, in questa storia, c’è solo la sceneggiata messa in atto da 15 giorni dalla Presidente. Presenti le dimissioni e non la tiri per le lunghe. Oggi sta procedendo ancora alle nomine di dirigenti esterni di provenienza Ugl come il dottor Marra che dovrà occuparsi di personale. Questa nomina è illegittima perché annullata due volte dal Tar. E’ una vergogna. Una presidente dimissionaria non può fare nomine e rinnovare contratti esterni solo per garantire uno stipendio ai suoi amici. Presenti le dimissioni e subito. Non provi a fare melina per rinviare il voto: questa Regione non può essere condannata ad altri sei mesi di paralisi. Ci sono tutti i tempi per votare a novembre o entro il 15 dicembre. Se c’è da modificare la legge per portare il numero dei consiglieri da 70 a 50 c’è tutto il tempo di farlo e velocemente. Si convochi il Consiglio e si voti la modifica. Questa Regione non può restare ostaggio di una Presidente stizzosa e del suo cerchietto magico: sanità , trasporti, disoccupazione, rifiuti sono questioni aperte che rischiano di esplodere a breve. Ponga fine a questo spettacolo indegno ed eviti di fare altri danni”.

26 settembre 2012 0

Quasi un bambino su 10 è affetto da asma perché vive vicino a una strada trafficata

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Uno studio della University of Southern California pubblicato di recente non ha dubbi e conferma ipotesi già percepite dai più: ossia che quasi un bambino su 10 è affetto da asma perché vive vicino a una strada trafficata.

I ricercatori hanno verificato che i giovani ammalati che vivono nelle vicinanze di aree ad alto traffico stradale hanno anche maggiori probabilità di sviluppare asma grave e quindi di essere ricoverati a causa della loro condizione.

Gli studiosi che hanno partecipato alla ricerca hanno evidenziato che i risultati allarmanti da essi pubblicati hanno dimostrato che l’impatto potenzialmente fatale dell’inquinamento atmosferico è stato sino ad oggi troppo sottovalutato.

I medici dell’University of Southern California hanno preso in esame gli effetti dell’inquinamento atmosferico su bambini affetti da asma che vivono a Los Angeles.

Utilizzando misurazioni dell’inquinamento aria su scala regionale per stimare l’esposizione all’inquinamento stradale, hanno scoperto che l’8% dei bambini che hanno sviluppato l’asma ha vissuto o vive a 75 metri da una strada trafficata.

E hanno rintracciato nell’aria inquinanti nocivi quali biossido di azoto e l’ozono, che contribuiscono ad aggravare l’asma ma hanno evidenziato che stanno emergendo anche prove che altre malattie possono essere causate o aggravate dall’inquinamento atmosferico urbano, tra cui l’aterosclerosi, il cancro del polmone, le malattie polmonari ostruttive croniche e disturbi neurologici.

È chiaro che, alla luce di tali dati che come detto, confermano alcune evidenze già note, non si può pretendere di vivere tutti in campagna o nelle periferie meno trafficate. Ma Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” evidenzia come siano fondamentali le politiche di abbattimento del traffico e dello smog nei centri urbani che a lungo termine comportano una sostanziale riduzione dei costi sociali connessi alle patologie determinate da questi pericolosi fattori. È in tali direzioni che sia i governi cittadini che quelli nazionali su più ampia scala possono fare ancora tanto per la salute dei propri cittadini.

26 settembre 2012 5

Montino: “Polverini non si è dimessa”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogrupppo Pd Esterino Montino “La Presidente della Regione Lazio ancora non si è dimessa. La maestrina sta dando vita ad una colossale presa in giro dei cittadini del Lazio e di tutto il Paese. Alle 12 e 44 di oggi, e cioè a 40 ore esatte dalla messa in scena della solita commedia senza stile, la Polverini non ha presentato alla Presidenza del Consiglio regionale l’atto con le sue dimissioni. Sono due giorni che va raccontando in tutte le salse ed in tutte le televisioni un fatto che non è ancora accaduto. Siamo all’avanspettacolo”.

26 settembre 2012 0

Un amore… gelato. Il direttore de Il Punto è convolato a giuste nozze

Di redazione

Un amore gelato, o meglio, nato tra i gelati, quello tra Giangiacomo Mariani e Margherita Franco. Oggi, il direttore responsabile de Il Punto a Mezzogiorno è convolato a giuste nozze. Tra un articolo e una vaschetta di gelato, Giangiacomo ha conosciuto Margherita. Insieme i due sono diventati tra i più apprezzati gelatai del Cassinate portando sempre più il alto il nome del “Settimo Gelo”. Chissà se da questa Unione definitiva non troveranno ispirazione per un nuovo gusto. Tanti auguri da tutta la redazione de Il Punto a Mezzogiorno.

26 settembre 2012 0

Picano: “Un Centro Informazioni presso il cimitero polacco”. Se ne discute in Commissione urbanistica

Di redazionecassino1

“Ci siamo riuniti per discutere un progetto che prevede la realizzazione di un centro informazioni presso il cimitero militare polacco a Montecassino.” A dichiararlo, è Danilo Picano, presidente della commissione urbanistica, a margine della seduta che si è tenuta nella giornata di ieri presso gli uffici comunali. “Il sito dove verrà realizzato il centro informazioni si trova all’interno dell’area cimiteriale, precisamente alla sinistra del cancello d’ingresso, ed avrà una superficie complessiva di circa 200 metri quadrati. L’intervento proposto rientra nell’ambito del vigente Prg e ricade in zona F2 (zona a destinazione speciale: CAR, Cimiteri di guerra, zone ferroviarie, ecc.), in cui è consentita la realizzazione di edifici di servizio i cui progetti dovranno comunque essere approvati dal Consiglio Comunale. L’opera da realizzare è frutto di un percorso condiviso che ha visto come protagonisti i rappresentanti dello stato polacco, S.E. Dom. Pietro Vittorelli e gli amministrazioni del Comune di Cassino. La struttura verrà realizzata dall’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma e nasce dall’esigenza di munire il cimitero polacco di Montecassino di un punto informazioni destinato ad offrire ai numerosissimi visitatori notizie storiche sull’origine e la vicenda umana dei soldati polacchi caduti a Montecassino ed in particolare del secondo corpo del Generale Anders. Si tratta di un progetto che vuole contribuire alla valorizzazione di quello che a tutti gli effetti possiamo considerare un vero e proprio bene culturale della città di Cassino. Il cimitero militare polacco, difatti, fu il primo cimitero di guerra ad essere costruito nella zona della battaglia di Cassino e l’unico ad essere costruito dagli stessi combattenti, commilitoni dei caduti. Il cimitero polacco può essere considerato il primo vero cantiere che contribuì, nella desolazione totale di un territorio devastato, alla ripresa economica del cassinate, essendo i lavori iniziati nel mese di ottobre del 1944, a guerra ancora in corso. Infatti, alla sua realizzazione presero parte, oltre a circa cento uomini del secondo corpo polacco, più di settecento operai italiani che provenivano, per la maggior parte, dalla zona di Cassino. Tale opera rappresenterà un contributo importante alla valorizzazione delle risorse presenti nei luoghi della memoria. L’idea è di considerare il punto di informazioni come il luogo che ‘marca’ un territorio di grande valore turistico, qual è il cimitero polacco, e che offre al visitatore le informazioni e il punto di vista per capirlo, cioè proprio quello che spesso manca alla domanda potenziale per ripensare all’idea di una visita o di un soggiorno.”

26 settembre 2012 0

Iniziato il taglio dei rami pericolosi degli alberi e messa in opera della segnaletica orizzontale dinanzi le scuole

Di redazionecassino1

Lo aveva dichiarato l’assessore Riccardo Consales, proprio in un intervista resa al nostro giornale, che nei primi giorni dell’autunno sarebbero cominciati i lavori di messa in sicurezza delle zone della città in cui fossero presenti alberi con rami pericolanti che potessero essere di pregiudizio all’incolumità dei cittadini. Così è stato, ed in questi giorni, infatti, i lavori hanno preso il via. Si è iniziato dai rami pericolanti di piazza De Gasperi all’interno del Monumento ai Caduti, per poi proseguire, nei prossimi giorni, a tutti gli altri.  “Sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza del Monumento ai Caduti e del Muro della Memoria. A seguito del taglio delle radici delle piante che erano ivi esistenti prima che venisse realizzato il monumento, i cinque esemplari di abeti e querce hanno perso la loro vitalità, andando così a costituire un pericolo per i cittadini di Cassino. Per queste ragioni – spiegano in una nota congiunta gli assessori Consales e Pietroluongo –  visto anche l’approssimarsi della stagione autunnale e quindi delle piogge, si è reso necessario il taglio delle piante in questione. Questo è solo il primo di una serie di interventi che verranno fatti anche in altre zone della città, a partire da quelli che interesseranno alcune piante, all’interno della Villa Comunale, di Cassino che, viste le condizioni in cui versano, sono un pericolo per quanti quotidianamente di recano nel parco cittadino. La manutenzione, inoltre, ha iniziato – prosegue la nota – anche la messa in opera delle strisce pedonali a partire da quelle che si trovano davanti agli edifici scolastici cittadini per poi continuare lo stesso lavoro per la restante parte del territorio di Cassino”.

 

26 settembre 2012 0

Folcara – Al più presto un tavolo congiunto per stabilire le priorità

Di redazionecassino1

“È sicuramente intenzione di questa Amministrazione, come peraltro ribadito nel corso del sopralluogo fatto presso la Folcara la scorsa settimana, creare le condizioni necessarie a far divenire il Campus Universitario parte integrante, e non semplice appendice, della città di Cassino. Tuttavia relativamente agli impegni presi in merito occorre fare alcuni chiarimenti al fine di non generare false aspettative. Preliminarmente, come già dichiarato più volte, questa Amministrazione si è fatta carico ed ha presentato uno studio di fattibilità, illustrato, nel corso di una riunione che si è tenuta lo scorso 29 maggio, a tutti i soggetti interessati (Rappresentanti dell’ Università degli Studi di Cassino e dell’Adisu, Dirigenti degli Istituti scolastici retrostanti alla Folcara). In tal senso la proposta andava a prospettare soluzioni relativamente alla viabilità complessiva, in entrata ed in uscita da e per Viale Bonomi, l’accesso al Campus dalla Casilina Nord, tenendo ben presente anche la popolazione scolastica e non che quotidianamente percorre via Sant’Angelo e provvedendo all’apposizione di sensi unici, alla messa in sicurezza dei marciapiedi (da Viale Bonomi alla Folcara) e l’eventuale condivisione, solo parziale e nel caso solo per i mezzi pubblici, della viabilità del Campus Universitario. A quel primo incontro tutti i partecipanti espressero la propria opinione ed in quella sede fu anche manifestata l’esigenza di approvvigionare di acqua potabile dapprima le residenze interne al Campus e poi l’intera struttura universitaria. Fatto ciò, fu anche preso l’impegno di ritrovarsi di lì ad un mese per esaminare tutte le proposte migliorative alla soluzione messa sul tavolo dal Comune. Solo alla fine del mese di luglio, però, l’Università degli studi di Cassino contattava esclusivamente il Comune, e non tutti gli altri soggetti interessati, per manifestare le proprie perplessità sull’eventuale apertura, anche parziale, della viabilità alla Folcara, ribadendo in quella sede la necessità della messa in sicurezza del tratto che da Viale Bonomi giunge al Campus. Un aspetto, quest’ultimo, sollecitato anche dal preside di un istituto retrostante il Campus che con un’apposita nota, giunta presso gli uffici comunali ad inizio del corrente mese, chiede di conoscere le soluzioni adottate per risolvere i disagi e limitare i rischi cui sono soggetti gli studenti. Allo stato attuale delle cose, risulta pertanto che l’unica proposta progettuale complessiva è quella presentata da questa Amministrazione. Alcun impegno è stato assunto o potrà mai essere assunto relativamente a soluzioni parziali della viabilità in località Folcara perché questa Amministrazione ha il dovere di affrontare il problema in maniera complessiva nell’interesse di tutti i soggetti coinvolti. Per quanto attiene, invece, all’approvvigionamento idrico dell’intero Campus, anche qui, corre obbligo precisare che dopo aver esaminato la necessità ed i lavori da effettuare, questa Amministrazione, con il dirigente del settore preposto, ha formalizzato l’impossibilità di allacciare ulteriori utenze alla carente condotta idrica esistente su Via Sant’Angelo. Anche in questo caso, fermo restando la necessità di lavori di prolungamento sulla condotta idrica in questione, sarà necessario reperire risorse al momento indisponibili. Ci si augura, quindi, sia per questa che per le altre soluzioni, al più presto la convocazione di un tavolo congiunto al fine di stabilire le priorità da affrontare, tenendo conto delle risorse a disposizione economiche a non, in periodi a breve e medio termine, in un’ottica generale e non parziale.” È quanto si legge in una nota congiunta a firma dell’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cassino, Antimo Pietroluongo e dell’Assessore alla Viabilità, Riccardo Consales.

26 settembre 2012 0

Un lancianese nella sfida tra sassofonisti Pescaresi e Mantovani sulla Rai

Di redazione

Sabato 29 settembre, su Rai Uno, nel programma “Uno Mattina in famiglia”, dalle ore 08.45 alle ore 09.00 circa, andrà in onda l’esibizione del quartetto di sassofoni del Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, composto dal lancianese Marco Bomba (sax soprano), da Federico di Verniere (sax contralto), da Giuliano Di Ienno (sax tenore) e Matteo Volpe (sax baritono), allievi del Professor Luciano Ciavattella. Il quartetto abruzzese si confronterà con quello proveniente dal Conservatorio di Mantova. Successivamente sarà attivato il televoto, che rimarrà aperto fino alle 10.00 circa. L’Amministrazione Comunale invita la cittadinanza a seguire l’esibizione e a sostenere i giovani sassofonisti abruzzesi, che, con professionalità e passione, attraverso la musica portano avanti il nome della nostra regione davanti al pubblico nazionale.

26 settembre 2012 0

Regione Lazio, 40 ore di bugie. La Polverini ancora non ha presentato le dimissioni

Di redazione

“La Presidente della Regione Lazio ancora non si è dimessa. La maestrina sta dando vita ad una colossale presa in giro dei cittadini del Lazio e di tutto il Paese. Alle 12 e 44 di oggi, e cioè a 40 ore esatte dalla messa in scena della solita commedia senza stile, la Polverini non ha presentato alla Presidenza del Consiglio regionale l’atto con le sue dimissioni. Sono due giorni che va raccontando in tutte le salse ed in tutte le televisioni un fatto che non è ancora accaduto. Siamo all’avanspettacolo”. È quanto sostiene in una nota stampa Montino, capogruppo del Pd alla Regione Lazio.