Animali da paradiso terrestre allevati un un lager nel Cassinate

18 settembre 2012 0 Di redazione

Allevavano animali esotici in una struttura ghetto. I NAS di Latina comandati dal Capitano Minicelli sono intervenuti in un allevamento del Cassinate dove un uomo faceva crescere  fagiani argentati e dorati, pavoni, cigni neri e bianchi, gru coronata, ibis, agapornis e cocoriti, ma anche cani meticci e animali da cortili. In un controllo congiunto con i veterinari della Asl, i carabinieri hanno accertato che l’allevatore, contrariamente a tutte le normative specifiche, deteneva gli animali ed i volatili incompatibili con le loro caratteristiche ed esigenze fisiologiche ed etologiche costringendoli in spazi angusti, in gabbie e recinti improvvisati, mancanti di illuminazione naturale, di sistemi di abbeveraggio e di raccolta liquami nonchè in pessime condizioni igieniche e con accumuli di escrementi non rimossi da lungo tempo. Per questo, oltre alla denuncia per maltrattamento di animali, i militari hanno sequestrato 391 esemplari di varie specie.