Boss di Scampia arrestato in A1, trasportava con un complice un chilo e mezzo di cocaina purissima

24 settembre 2012 0 Di admin

Questa mattina ad incappare nei consueti servizi programmati per il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti che avviene lungo la tratta autostradale è stato un trentenne di Scampia.

Il giovane, figura emergente della criminalità organizzata che opera a Scampia, è già stato arrestato in passato per aver importato dalla Francia trentaquattro chili di hashish.

Anche questa volta la droga potrebbe provenire dal paese Transalpino in ragione del fatto che all’interno dell’auto, una Y 10, sono stati trovati acquisti e scontrini francesi.

L’auto è stata boccata, perché ritenuta sospetta, dalla Polizia Autostradale della Sottosezione di Frosinone.

A segnalare il veicolo, notato nei suoi anomali spostamenti, sono state pattuglie in borghese della Squadra Mobile e della Guardia di Finanza del Nucleo Polizia Tributaria di Frosinone.

Dopo l’alt intimato dalla pattuglia della Polizia di Stato all’altezza del casello di Cassino, l’auto ha tentato una fuga vanificata dopo un inseguimento finito nei pressi di Caianello.

Dopo un controllo da parte degli operatori di Polizia è stato ritrovato un panetto di cocaina purissima del peso di un chilo e mezzo occultato all’interno del cruscotto.

A questo punto i poliziotti hanno proceduto all’arresto del boss e del suo complice, coetaneo, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed al sequestro della sostanza stupefacente il cui valore di mercato è di circa 200.000 euro.