Sventato dai Carabinieri l’ennesimo furto di rame

13 settembre 2012 0 Di redazionecassino1

Continua con successo la sinergia tra i Carabinieri della Compagnia di Termoli, nel cui territorio è maggiormente presente il fenomeno dei furti di rame, e l’ENEL: infatti l’attivazione di servizi straordinari di controllo del territorio da parte dell’Arma in occasione di furti in danno di infrastrutture elettriche,  attuata grazie al tempestivo allarme dato dai tecnici della società, ha permesso ultimamente di sventare alcuni furti di rame in Basso Molise, più precisamente in Mafalda, contrada “Martino” ed in Montenero di Bisaccia, contrada “Padula”. In entrambe le occasioni i Carabinieri hanno rinvenuto oltre 1000 metri di cavi elettrici di rame, appena asportati.

Sempre a Termoli i Carabinieri sono intervenuti nella decorsa notte  a seguito della segnalazione dei gestori dell’esercizio pubblico “Micro Bar”, situato nella centralissima Piazza Monumento, che lamentavano la presenza di un avventore che aveva danneggiato alcune suppellettili del locale; giunti sul posto, i militari notavano la presenza dell’individuo, successivamente identificato in C.A., 56enne del luogo, già censito, il quale aveva dato in escandescenze a causa dello stato di ebbrezza alcolica. L’uomo poneva viva resistenza ai militari intervenuti, che per immobilizzarlo si procuravano lesioni guaribili in 7 giorni; l’atteggiamento violento ed il danneggiamento  si protraeva anche in caserma ove i Carabinieri erano costretti a far intervenire il personale del 118 per sedare il prevenuto, successivamente arrestato per lesioni a P.U., resistenza e danneggiamento aggravato e condotto presso la casa circondariale di Larino.