I ragazzi di Serrone a Suvereto per la finale nazionale del Palio delle Botti

29 settembre 2012 0 Di admin

Serrone partecipa alla finalissima del palio nazionale delle Botti che si svolgerà a Suvereto (Li) domenica 30 settembre 2012. L’accesso alla finale, conquistato grazie ai piazzamenti ottenuti dalla squadra di Serrone a diversi pali nel corso dell’anno, consente al comune ciociaro di poter figurare tra le dodici squadre che si contenderanno la vittoria finale. Il vincitore porterà a casa il palio realizzato dall’Associazione Nazionale Città del Vino.

La passione per la corsa delle botti, a Serrone risale al lontano 2001, con la prima partecipazione ad una gara del genere, ma è dal 2011 che, grazie alla collaborazione tra il comitato organizzatore della sagra, l’amministrazione comunale e l’Info Point regionale parchi, si è iniziato ad ospitare il palio anche per le vie del paese. Come quest’anno quando, in occasione della sagra, volontari e Info point regionale hanno fatto sì che l’evento calamitasse l’attenzione di tanti curiosi. Un’esperienza positiva, ripetuta quest’anno ospitando ben 8 squadre, che ha consolidato l’attaccamento dei serronesi a queste avvincenti sfide.

A Suvereto fervono i preparativi per la gara che si terrà nel pomeriggio di domenica 30 settembre, con un programma di intrattenimenti che inizierà dal pomeriggio di sabato 29 quando saranno ricevute le rappresentative delle cittadine che hanno maturato il diritto a lottare per la conquista del titolo. La gara si terrà attraverso due semifinali e una finale, con le modalità che saranno comunicate agli interessati, come da regolamento dell’Associazione Nazionale “Città del Vino” che patrocina la manifestazione.

La squadra, composta da quattro uomini e due riserve, ha portato Serrone a giocarsi le proprie chance e, comunque, a chiudere in allegria. “Siamo onorati – dichiara l’assessore Gabriele Lolli – di essere stati chiamati alla finale di Suvereto, perché è un modo per divertirsi e, al tempo stesso, promuovere i nostri prodotti e nostri territori”.