Inchiesta sui fondi Pdl, D’Annibale (PD): “Responsabilità politiche Pdl sono chiare”

14 settembre 2012 0 Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del consigliere Pd Tonino D’Annibale:
“Un conto sono i manifesti, altro ostriche, champagne e book fotografici, altro ancora le iscrizioni nel registro degli indagati per peculato. Non vorrei che si facesse una facile quanto interessata (da parte del centrodestra) confusione. Se il deputato del Pdl Giro vuole vedere il bilancio del Gruppo del Pd può andare online sul nostro sito o anche recarsi qui, in Consiglio regionale e saremo lieti di aiutarlo, carte alla mano, a fugare tutti i suoi dubbi. Se non in convegni, manifesti e validi collaboratori ci spieghi lui come e in che cosa dovrebbero essere spesi i soldi dei Gruppi destinati all’attività politica. Sono oltre due anni che ci sono proposte di legge del Pd e di tutto il centrosinistra che vanno in direzione di risparmio e trasparenza. Tra queste l’anagrafe degli eletti, la riduzione delle commissioni, delle auto blu, del numero degli assessori non eletti, la riduzione del sistema societario regionale che ancora è sovradimensionato e un tetto per i compensi di dirigenti e manager della Regione. La maggioranza le ha lasciate ferme nei cassetti e ha votato i vitalizi per gli assessori esterni. Questi i fatti. Giro dovrebbe sapere che chi governa si assume la responsabilità di cosa viene fatto e cosa no. L’accoppiata Polverini-Pdl ha parlato tanto ma prodotto poco o nulla, e fatto lievitare i costi della politica scaricandoli sui cittadini mettendo l’economia del Lazio sul lastrico e contribuendo a sprechi certificati sia in Giunta che in Consiglio”.