Nuove forme di epilessia, esperti a confronto alla Neuromed

11 settembre 2012 0 Di redazione

Si terrà venerdì e sabato, 14 e 15 settembre, presso la Sala Conferenze del Polo Didattico dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (IS), il Corso ECM dal titolo “Gestire” le epilessie farmacoresistenti. Il corso, rivolto a neurologi, medici di medicina generale, neurochirurghi, biologi e infermieri, è curato dal Prof. Vincenzo Esposito e dal dott. Giancarlo di Gennaro e mira a far luce su come affrontare, dal punto di vista clinico, questo particolare tipo di epilessia che non risponde ai trattamenti terapeutici tradizionali. Durante il corso si tratteranno le problematiche connesse alla gestione delle epilessie farmacoresistenti, come la necessità del ricovero in un ambiente ospedaliero specializzato e l’esecuzione di indagini strumentali sofisticate, nonché un approccio terapeutico che preveda il ricorso anche a terapie di tipo non farmacologico quali, ad esempio, la chirurgia dell’epilessia e la neurostimolazione. Le epilessie farmacoresistenti comportano una ricaduta pesantemente negativa sulla qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie e comportano elevati costi per il Sistema Sanitario Nazionale ed, in genere, per la società. Il corso esaminerà dunque il problema della farmacoresistenza sia nei suoi aspetti teorici, declinando i diversi concetti di farmacoresistenza e i meccanismi genetico-molecolari che la sottendono, che nelle caratteristiche cliniche, distinguendone le forme “non chirurgiche” da quelle potenzialmente “chirurgiche” e infine affronterà, approfondendole, le molteplici possibilità terapeutiche a disposizione del neurologo clinico, valutando la razionalizzazione della terapia farmacologica anche con l’utilizzo dei cosiddetti “nuovi” farmaci, della chirurgia dell’epilessia, della dieta chetogena e della neurostimolazione. Si discuterà ampiamente, inoltre, dell’approccio chirurgico di tipo resettivo con la presentazione del diverso contributo dato, per la definizione della zona epilettogena, dalle indagini diagnostiche prechirurgiche non invasive e invasive. Il corso, patrocinato dalla Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE) e dalla Fondazione Neurone, ospiterà un parterre di relatori provenienti da tutta Italia chiamati a trattare l’ampio programma didattico e l’illustrazione di particolari casi clinici.