Giorno: 5 ottobre 2012

5 ottobre 2012 0

Perdite d’acqua a San Vittore, Pirollo da l’Ultimatim all’Acea Ato 5

Di redazione

Da quattro mesi si ripetono a San Vittore del Lazio perdite d’acqua dalla conduttura idrica gestita da Acea Ato 5. Perdite che, secondo l’amministrazione comunale, oltre arrecare disagi alla viabilità starebbe causando seri danni anche alle proprietà private rendendo fabbricati inagibili a livello igienico sanitario. Sono condizioni insopportabili contro le quali il sindaco Pirollo ha chiesto più volte all’Acea di intervenire. Questa, sorda, non avrebbe mai posto rimedio alle problematiche, per questo Il sindaco ha firmato ieri un’ordinanza con la quale impone all’Acea Ato 5 di riparare tutte le perdite nel Comune entro e non oltre cinque giorni. Scaduto l’ultimatum, l’amministrazione interverrà autonomamente riparando le perdite ma rifacendosi delle spese sull’Ente gestore del servizio idrico.

5 ottobre 2012 0

Anziano disperso nel bosco Faito, trovato dal Corpo Forestale dello Stato

Di redazione

Il personale dei Comandi Stazione di Ceccano, Castro dei Volsci e di Frosinone del Corpo Forestale dello Stato coordinati dal Comando Provinciale di Frosinone hanno ritrovato, dopo accurate e tempestive ricerche, un ottantaduenne scomparso dalle prime ore del mattino del 5 ottobre nei pressi del Bosco Faito in Comune di Ceccano dove si era recato alla ricerca di funghi. Fortunatamente l’uomo è stato ritrovato a distanza di poche ore dalla segnalazione in buone condizioni di salute.

5 ottobre 2012 1

Dodici milioni stanziati per la viabilità abruzzese. La soddisfazione dei presidenti di Province

Di redazione

I Presidenti delle Province abruzzesi Walter Catarra, Antonio Del Corvo, Enrico Di Giuseppantonio e Guerino Testa, si sono riuniti questa mattina a Chieti ed hanno espresso soddisfazione per il provvedimento della Giunta regionale che ha stanziato 12 milioni di euro, tre per ciascuna Provincia, da destinare ad interventi in materia di viabilità. “Siamo grati alla Regione per aver compreso, pur in un momento di difficoltà, le esigenze dei nostri territori – hanno detto i Presidenti. Si tratta di una buona boccata d’ossigeno che tuttavia non ci consente di affrontare in maniera organica i problemi di un patrimonio viario, di circa 6.500 chilometri, che risente soprattutto degli ulteriori danni provocati dalle abbondanti nevicate dello scorso febbraio e da anni di incuria. Ecco perché – proseguono i Presidenti – mentre ci siamo già attivati per appaltare al più presto i primi lavori ed aprire i cantieri, chiediamo alla Regione un ulteriore sforzo finanziario, attingendo nuove risorse dai FAS o da altri Fondi. Disporre di una buona viabilità significa assicurare un elevato standard di sicurezza per migliaia di automobilisti ma anche porre le condizioni per attirare turisti e non gravare le imprese di ulteriori oneri. Puntare sulle strade significa dunque investire anche sull’economia e sullo sviluppo dei nostri territori”.

5 ottobre 2012 0

“Mani di velluto” in manette a Campobasso

Di redazione

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Campobasso, unitamente ai colleghi della Stazione di Bonefro, coordinati dal Tenente Colonnello Umberto TAMBORRINO e diretti sul campo dal Capitano Nicola GISMONDI, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa il 3 ottobre 2012, dal GIP presso il Tribunale di Campobasso, nei confronti di D.B.M., una pregiudicata 47enne residente a Bonefro. Le indagini hanno preso il via da un intervento effettuato dai militari in borghese del Nucleo Investigativo, in data 25 luglio 2012, all’interno del supermercato del Centro Commerciale “Leclerc” di contrada Colle delle Api, allorquando seguirono per più di un’ora, anche attraverso le telecamere interne, i movimenti della donna mentre seguiva alcune clienti, soprattutto anziane, per tentare di borseggiarle asportando gli effetti personali dalle borse che avevano adagiato sul carrello della spesa. In quella occasione la 47enne di Bonefro non riuscì a mettere a segno il colpo, ma venne comunque fermata dai Carabinieri che, dopo averla identificata, approfondirono le indagini e rinvennero in alcuni filmati del mese precedente, del 6 giugno per l’esattezza, alcuni fotogrammi in cui la stessa donna veniva ripresa mentre derubava una cliente del portafoglio. Addirittura, questo gli uomini del Capitano GISMONDI hanno poi accertato, in quella circostanza la pregiudicata utilizzò la carta di credito contenuta nel portafoglio appena “soffiato”, per “alleggerire” il conto corrente della malcapitata vittima di alcune centinaia di euro. Le indagini condotte a piè sospinto dal Nucleo Investigativo, il cui esito è stato pienamente condiviso prima dalla Procura della Repubblica di Campobasso, e poi dal GIP presso il locale Tribunale, hanno consentito l’adozione del provvedimento cautelare che è stato eseguito questa mattina. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se la donna si sia resa responsabile di altri furti nello stesso centro commerciale o in altri negozi del capoluogo.

5 ottobre 2012 0

Regioni, Di Pietro: “Accorpare le regioni Molise e Abruzzo”

Di redazione

«Se potessi scegliere io, rimetterei insieme Abruzzo e Molise. Pastori d’Abruzzo eravamo e tali siamo rimasti». Questa l’idea lanciata oggiAggiungi un appuntamento per oggi a Pescara, in conferenza stampa, da Antonio di Pietro, leader dell’Idv. E così il presidente nazionale del partito rilancia, proprio dall’Abruzzo, il pallino fisso del “suo” consigliere regionale abruzzese Paolo Palomba. «Riunificare le due regioni per dimezzare i costi della politica, in una parola le poltrone», ha spiegato, più volte, il consigliere regionale Palomba. Le due regioni insieme «potevano avere un valore» – ha commentato Di Pietro a Pescara – ma «dividendole in due ne abbiamo dimezzato il valore». Per Di Pietro non ci sono «differenze culturali» mentre ci possono essere «differenze territoriali» e comunque si potrebbe «mettere in sinergia le risorse». «Bisogna avere il coraggio e l’umiltà di capire che il campanilismo non porta da nessuna parte», ha chiuso Di Pietro. Nei mesi scorsi proprio Palomba lanciò la proposta di un referendum, tra i residenti di Abruzzo e Molise, per far decidere «il “popolo sovrano” se restare divisi, spendendo e contando poco o nulla, oppure se tornare ad essere un’unica grande regione», precisò il consigliere regionale abruzzese.

5 ottobre 2012 22

Ambulanza incidentata, muore il conducente del mezzo di soccorso. Gravi due feriti – GUARDA LE FOTO

Di redazione

E’ deceduto mentre i medici dl pronto soccorso di Cassino stavano tentando di stabilizzarlo per permettergli di raggiungere l’Umberto Primo di Roma. Non ce l’ha fatta Domenico B. 47 anni di Alvito, conducente dell’ambulanza dell’Ares 118 in servizio presso il nosocomio di Cassino. Feriti anche il barelliere e l’Infermiera che completavano l’equipaggio del mezzo di soccorso. L’incidente ha visto coinvolte altre tre vetture tra cui un furgone. Proprio il conducente del furgone è il ferito che desta maggiori preoccupazioni. I sanitari lo stanno intubando per trasportarlo a Roma a bordo di una eliambulanza. Tra le altre vetture incidentate vi sarebbe una Golf e una Alfa Romeo. Tutti i mezzi sono ridotti ad un cumulo di lamiere e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare sodo per estrarre i feriti. Ermanno Amedei foto Alberto Ceccon Per guardare le altre foto clicca qui

5 ottobre 2012 2

Scontro tra auto e ambulanza, grave incidente stradale a Cassino

Di redazione

Una spaventosa carambola tra quattor vetture ha visto coinvolta, oggi pomeriggio poco prima delle 15 una ambulanza del 118 del prontosoccorso di Cassino. Il conducente del mezzo di soccorso sarebbe stato intubato e si sta predisponendo il suo trasferimento a Roma a bordo di una eliambulanza. Le sue condizioni sarebbero gravi. L’incidente si è verificato sulla supertrada Cassino sora proprio nei pressi dell’ospedlae civile della città Martire. I vigili del fuoco stanno lavorando per estrarre i feirti dal groviglio di lamiere. A breve aggiornamenti e foto Er. Amedei Foto A Ceccon foto Alberto Ceccon Per guardare le altre foto clicca qui

5 ottobre 2012 0

Disagio mentale “sfrattato” dal pregiudizio. A Lanciano il centro diurno non trova una sede

Di redazione

Il centro diurno che si occupa di disagio mentale a Lanciano non riesce a trovar “casa”. Sono già due i tentativi falliti in altrettanti condomini che, di fronte alla possibilità di ospitare il centro in appartamenti, hanno “chiuso il portone” con delibere assembleari nonostante i regolari contratti di affitto già perfezionati dalla Asl con i proprietari. A denunciare quella che sembra essere una forma di pregiudizio sono Nicola Carlesi, direttore del Dipartimento Igiene Mentale della Asl, e Giovina Nasuti, presidente di Altri Orizzonti Onlus che parlano di vergogna per la città di Lanciano. Al sindaco Pupillo è stato chiesto di intervenire per trovare una soluzione.

5 ottobre 2012 0

Tentano il “pacco”, ma la vittima li scopre e li pesta. Truffatori in ospedale

Di redazione

Hanno tentato la truffa della mattonella ma hanno sbagliato vittima. Hanno rimediato, così, una severa (e giusta) punizione corporale. Si tratta di due giovani truffatori napoletani che nei giorni scorsi sono dovuti ricorrere alle cure sanitarie del pronto soccorso di Gaeta. I due hanno allettato un uomo del posto proponendogli l’acquisto di due iphone a prezzi stracciati. L’uomo sembrava convito dell’acquisto e stava per sborsare il dovuto quando, per sfortuna dei truffatori, si è accorto della sostituzione delle scatole, contenenti, le due che avrebbe dovuto comprare, solamente carta e pezzi di legno, e sono cominciati i guai per i due truffatori. Più grosso, più veloce e certamente anche più “incazzato” ha iniziato a picchiare i due fino a che l’intervento delle forze dell’ordine non ha evitato il peggio ai due campani che sono stati portati in ospedale e medicati.