Giorno: 17 ottobre 2012

17 ottobre 2012 0

Rapina in villa, pestaggio e ferimento a colpi di pistola per un bottino da 10mila euro. Si cerca un’Audi A6

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Per assicurarsi un bottino di 10mila euro non hanno esitato a pestare un uomo e a sparare ad un altro. E’ quanto hanno rimediato i sette rapinatori che questa notte hanno fatto irruzione nella villa di un commerciante di Arce. Si tratterebbe di una banda probabilmente di slavi, forse albanese, che è fuggita lasciando il commerciante 25enne pestato e il padre 56enne ferito ad una gamba da un colpo di pistola. Oltre ai soldi hanno portato via una Clio ma le forze dell’ordine che indagano sull’accaduto, senza apparentemente avere una pista chiara, stanno cercando un’Audi A6. Ermanno Amedei

17 ottobre 2012 0

Frosinone, sulla Vicenda Scaccia le dichiarazione del consigliere Valeria Morgia

Di redazione

“La vicenda delle dimissioni ‘suggerite’ dell’assessore Lucrezia Scaccia, cui va la mia più piena solidarietà, è offensiva e mi lascia l’amaro in bocca per come è maturata, rappresentando un vulnus per il diritto delle donne a partecipare alla vita politica e al principio di rappresentanza costituzionalmente garantito. Le indebite ingerenze esterne, che hanno costretto Lucrezia Scaccia a fare un passo indietro, sono degne del modo di inquadrare il ruolo e l’importanza delle donne tipico delle società più oscurantiste. La lotta contro le discriminazioni legate alla differenza di genere e l’affermazione di una società che permetta la piena realizzazione della persona passano necessariamente attraverso la partecipazione politica e la rappresentanza delle donne. Personalmente ritengo che la prospettiva femminile possa essere di grande contributo per costruire, in generale, una società migliore e il sindaco Ottaviani aveva dato, con la nomina di Lucrezia Scaccia, segnali evidenti dell’alta considerazione di questa amministrazione dell’importanza del ruolo della donna nella politica attiva. Certo se Lucrezia Scaccia fosse stata messa davanti all’alternativa di continuare a ricoprire l’incarico di assessore o di dedicarsi in via esclusiva alla propria attività di impiegata all’interno di un’associazione di categoria, allora questo sarebbe un fatto assai grave che riporterebbe indietro le lancette dell’orologio del progresso nella tutela dei lavoratori. Chi si trova all’esterno del municipio non è legittimato ad imporre la propria volontà a nessuno degli amministratori democraticamente eletti, in special modo se stiamo parlando dell’impegno di una donna. Le cause della scarsa presenza femminile nelle istituzioni politiche e nei ruoli decisionali in generale sono molteplici. Fattori socio-culturali e fattori legati alle caratteristiche proprie del sistema di rappresentanza si intersecano e sovrappongono, rendendo necessari interventi a più livelli. Penso che la politica debba essere più attenta alle donne nei ruoli apicali della società, ma è pur vero che, il coinvolgimento delle donne è possibile se sul piano pratico si gettano le condizioni per consentire loro di conciliare ruoli da protagoniste all’interno della società con quello di mogli e di madri. Come giustamente ha detto il presidente della Repubblica Napolitano, in più di un’occasione, le donne sono chiamate oggi, più che mai, ad agire e pesare non solo nella sfera economica, ma anche e soprattutto nel mondo politico e nella vita civile, per stimolare il necessario rinnovamento”. E’ quanto afferma il consigliere comunale Valeria Morgia (Città Nuove Con Te).

17 ottobre 2012 0

Il miglior taglio è il buon esempio

Di admin

Dal Cocer della Guardia di Finanza riceviamo e pubblichiamo: È con rabbia che i finanzieri aderiscono alla manifestazione organizzata dalle OO.SS. delle FF.PP. prevista per il 23 ottobre prossimo.

Le motivazioni della mobilitazione, condivisa da tutti i Consigli, centrale, intermedi e di base, sono:

l’assenza di un effettivo confronto sulla riforma delle pensioni; la mancata convocazione in occasione del varo della Legge di stabilità; il rischio che le misure espunte dall’originario testo della stessa Legge, a seguito dell’intervento della Consulta, possano essere “fatte rientrare dalla finestra”.

Sicurezza, sanità e istruzione sono i pilastri su cui si regge una società democratica e giusta.

Non è possibile affrontare il tema della sicurezza con la “logica del ragioniere”, completamente slegata dall’effettiva valutazione dei bisogni dei cittadini. Assicurare la funzionalità delle strutture destinate alla tutela della legalità è uno degli investimenti che possono garantire uno sviluppo al paese.

Con i tagli indiscriminati alla sicurezza nessuno sarà in grado di aiutare i cittadini.

17 ottobre 2012 0

Operazione anti pirateria audiovisiva, da Cassino indagini che portano a 20 arresti tra Lazio e Campania

Di redazione

Avevano scelto il cassinate come mercato preferenziale su cui riversare i migliaia di dvd, cd contenenti musica e film illegalmente riprodotti. I finanzieri della compagnia di Cassino comandata dal capitano Pasquale Diana non si sono accontentati di sequestrare e denunciare i soliti che venivano a smerciare il materiale illegale, sono voluti risalire alla fonte dell’illecito, a chi li produceva e a chi organizzava la distribuzione. Si è conclusa così, questa mattina, con 20 arresti tra Lazio e Campania, l’operazione denominata “coming soon”, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, contro il fenomeno della pirateria audiovisiva, a tutela del libero mercato e della concorrenza, dei consumatori e del patrimonio culturale. Le indagini, che sono durate circa due anni, sono state condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Cassino e dalla Tenenza di Sora ed hanno preso avvio a seguito di sequestri di materiale audiovisivo contraffatto operati nella Provincia di Frosinone ed hanno permesso di rilevare che la produzione e commercializzazione del materiale illecito veniva curata da una vera e propria holding criminale con basi a Napoli (produzione e duplicazione) e Roma (distribuzione e commercializzazione). All’esito delle indagini il competente GIP del Tribunale di Napoli ha emanato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di 20 persone ritenute responsabili dei fatti illeciti accertati e le Fiamme Gialle della Provincia di Frosinone, collaborati dai colleghi di Napoli e Roma, hanno dato esecuzione, in data odierna, al provvedimento cautelare. Il dispositivo operativo, composto da circa 100 finanzieri, ha altresì sottoposto a perquisizione i luoghi nella disponibilità degli indagati rinvenendo materiale utile alla prosecuzione delle indagini. Nel corso delle indagini erano già stati sottoposti a sequestro 5 laboratori di masterizzazione abusiva, 146 masterizzatori, 30.000 supporti digitali contraffatti, elevati master di film di prima visione, migliaia di supporti ottici vergini, circa 50.000 locandine contraffatte di opere cinematografiche e musicali, nonché 2 automobili utilizzate dai corrieri ed 1 certificato di deposito al portatore di 150.000 euro.

17 ottobre 2012 0

Sorpreso a rubare in un cantiere a Vasto, arrestato dai Carabinieri

Di admin

E’ stato bloccato dai Carabinieri mentre rubava all’interno di un cantiere edile. Protagonista della vicenda D.A., 30enne di Vasto, arrestato la scorsa sera dai Carabinieri della locale Stazione. I controlli sul territorio degli uomini dell’Arma, intensificati negli ultimi giorni, hanno permesso di sorprendere il malvivente, mentre era impegnato a caricare un ingente quantitativo di materiale ferroso all’interno di un furgone. L’uomo, alla vista dei Carabinieri, ha tentato di fuggire ma è stato raggiunto e bloccato dai militari.

17 ottobre 2012 0

Buona la prima per il Basket Scauri (Under 19), superata la Smit Roma

Di redazione

Smit Roma – Basket Scauri: 46-77 Buona prova dei ragazzi allenati da coach Riscolo che regolano senza patemi d’animo la compagine romana portando a casa la prima vittoria stagionale importante per dare fiducia ed amalgamare il gruppo rinnovato. Partono subito bene dopo a palla a due facendo girare la palla velocemente ed in continuità portando il compagno libero al tiro smarcato sotto canestro. I lunghi scauresi, con un La Mura apparentemente claudicante per un risentimento alla coscia destra, tengono fuori dalla campana i difensori permettendo alla velocità di esecuzione di Montesano-Tardivi-Evangelista di andare più volte a canestro liberi e di caricare di falli gli avversari, il coach romano infatti dopo pochi minuti e’ costretto ai primi cambi. Si va al primo riposo con i delfini scauresi avanti di un buon margine di sicurezza. Anche per la compagine biancazzurra iniziano le sostituzioni e il punteggio si mantiene sulla falsariga di quello del primo periodo sino quasi alla fine del secondo quarto quando assistiamo ad un ritorno di fiamma del team romano che si avvicinano sino a -7, complice un periodo di caos scaurese dove saltano schemi, ruoli e gioco giocato. Coach Riscolo con due cambi ed un time sistema i ragazzi che, in meno di due minuti, ricominciando a fare ciò che sanno far meglio, cinici in attacco, Montesano, Baccilieri e Tardivi in testa e coriacei in difesa con due stoppate di seguito sempre di Tardivi e numerose palle intercettate da Montesano, Baccilieri e Evangelista, riportano ad un tranquillo +18 finale di primo tempo. Gli ultimi due periodi vedono gli innesti di tutti i ragazzi convocati dal coach, che fanno capire di essere pronti e caldi a giocarsi il posto da titolare, Malfettone, Riccardelli (nella foto insieme a Tardivi), Fiaschini, Pimpinella, Conte e Sfavillante vanno a canestro e tutti collaborano alla vittoria del team. Nonostante il risentimento muscolare La Mura si prende carico di un buon numero di tiri che portano alla fine 11 validi punti a referto, buona prova di Baccilieri top scorer ma con una alta quantità di tiri imprecisi, Montesano una freccia tra la difesa avversaria che porta un notevole carico di falli agli avversari che gli procurano numerosi tiri liberi, Evangelista, dalle potenzialità fisiche inaudite e dalla voglia di spaccare il canestro quando entra in contropiede e Tardivi, arcigno in difesa, pronto in attacco abile nel duettare con il play Montesano e farsi trovare sempre libero sotto canestro per delle giocate imprevedibili e spettacolari che hanno strappato l’applauso ad entrambe le compagini di tifosi. La compagine scaurese ha comunque trovato piccole ma indicative difficoltà da parte di qualche elemento ad integrarsi con i nuovi compagni ed a considerare il basket come sport di squadra, i compagni tutti giocano per far si che il gruppo vinca, anche per chi, per scelta tecnica,non dovesse calcare il parquet, una buona sfida per Riscolo che dovrà mediare caratteri e particolari prese di posizione. La prossima partita sarà l’Anagni, una prova dura e difficile, un in bocca al lupo doveroso a coach e ragazzi.

Montesano 8, Evangelista 8, Baccilieri 22, La Mura 11, Fiaschini 2, Sfavillante 3, Malfettone 4, Pimpinella, Riccardelli 4, Tardivi 15, Conte.- Parziali – 9 – 21. 21 – 39. 34 – 60. 46 – 77

17 ottobre 2012 0

Bancarotta fraudolenta, al centro dell’operazione truffaldina il Gold Hotel di Marcianise

Di redazione

Una indagine complessa, quella svolta dai finanzieri della compagnia di Marcianise coordinati dal sostituto procuratore Luigi Gay. Una indagine che, però, ha permesso di far luce su una attività spregiudicata che ha avuto come obiettivo raggiunto, la bancarotta fraudolenza della società che gestiva il rinomato Gold Hotel di Marcianise. Questa la ricostruzione delle indagini.

La Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere ha disposto in data odierna l’esecuzione di una ordinanza del G.I.P. sede applicativa della misura cautelare della custodia in carcere e degli arresti domiciliari nei confronti di alcuni imprenditori responsabili a vario titolo di bancarotta fraudolenta, in relazione al fallimento della Gold Hotel s.r.l., dichiarato dal Tribunale di Santa Maria C.V. il 26.10.2011. Gli indagati a cui, allo stato, sono state applicate le misure cautelari sono: 1) Tornatore Gianfranco -nato a Montoro Inferiore il 2/9/1959 e residente in Napoli al viale degli Oleandri n.9 – custodia in carcere; 2) Capriello Stefano , nato a Giugliano in Campania il 19/1/1960 e residente in Villaricca alla via E. Fermi 94- arresti domiciliari; 3) Capriello Antonio , nato a Giugliano in Campania il 24/1/1959 e residente in Napoli alla via Campano n. 65 bis- arresti domiciliari;

Risultano indagati a piede libero, nell’ambito del medesimo procedimento, Tornatore Marco, nato a Napoli il 22.1.1987, Picozzi Crescenzo, nato a Capodrise il 2/7/1969 e Breccia Giuseppe nato a Napoli l’8/12/1947.

Le indagini, condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise, su delega e coordinate dalla speciale Sezione reati economici, societari e finanziari di questa Procura della Repubblica, hanno tratto impulso da una verifica fiscale, avviata prima della formale dichiarazione di fallimento, nel corso della quale si accertava che la società, all’epoca controllata dalla famiglia Tornatore ed amministrata da Moretta Tommaso, a fronte di una forte esposizione debitoria nei confronti dell’Erario, superiore ad euro 1.600.000,00, era stata interessata da una serie di rapidi mutamenti dell’assetto proprietario e gestionale –culminati nella concentrazione delle quote sociali e della amministrazione in capo a Picozzi Crescenzo, soggetto nulla tenente, nella immediata antecedenza dei quali era stato ceduto alla società Centro Leasing s.p.a. di Firenze, a titolo oneroso, per l’importo di euro 7.800.000,00 il principale cespite aziendale, costituito dal complesso alberghiero denominato “Gold Hotel”, sedente in Marcianise. Si accertava nel prosieguo delle indagini che il “Gold Hotel” era di fatto ritornato nella disponibilità delle medesime persone fisiche, in quanto ceduto in locazione finanziaria dal Centro Leasing s.p.a. alla GianMaro Buildings s.a.s di Tornatore Gianfranco e da questa successivamente locato alla Gold Hotel s.p.a. (società di nuova costituzione, riferibile allo stesso Tornatore Gianfranco) e che il ricavato della vendita del complesso alberghiero era stato presso che interamente utilizzato dalla amminsitrazione per una serie di operazioni finanziarie concluse a strettissimo giro. Successivi accertamenti, sviluppatisi attraverso verifiche bancarie e controlli incrociati sulla contabilità delle aziende destinatarie delle operazioni, consentivano di accertare che una parte rilevantissima della provvista, oltre 3.000.000,00 di euro, era stata utilizzata per pagamenti, rivelatisi privi di qualsivoglia giustificazione commerciale e/o contabile, in favore di Tornatore Gianfranco e/o di società allo stesso riconducibili; altra consistente parte del ricavato della vendita del complesso aziendale, pari ad oltre 1.500.000,00 euro, era stata, viceversa, distratta in favore di società riconducibili ai fratelli Capriello -e ad altri soggetti nei cui confronti sono ancora in corso le indagini- attraverso un sistema di false fatturazioni per lavori e forniture in realtà mai eseguite in favore della s.r.l. Gold Hotel. Contestualmente alla esecuzione della ordinanza applicativa delle misure custodiali, si è disposto in via d’urgenza il sequestro preventivo delle somme nella disponibilità degli indagati nonché delle società agli stessi riconducibili che a vario titolo hanno beneficiato dei pagamenti per un importo pari al valore delle somme distratte.

17 ottobre 2012 0

Rapina in villa ad Arce, si indaga a 360 gradi

Di redazione

E’ mistero fitto sulla rapina di Arce che questa notte è costta il pestaggio di un imprenditore e il pestaggio del padre. Alcuni elementi del commando che ha agito poco dopo la mezzanotte, sembrava avessero un accento straniero. Subito dopo la’llarme lanciato dalle vittime, i carabionieri di Pontecorvo e del reparto operativo di Frosinone, hanno iniziato le ricerche mentre posti di controllo sono stati intensificati in tutta la provincia. Al momento il commerciante è ricoverato a Pontecorvo mentre il padre, attinto ad una gamba da un colpo di arma da fuoco, è ricoverato a Roma ma non sarebbe in pericolo di vita. Nella casa, in via Casilina, si sono concentrate le indagini degli inquirenti ed in particolare i rilievi di polizia scientifica alla ricerca di elementio che potessero dare indirizzi per le indagini. Er. Am.

17 ottobre 2012 0

Drammatica rapina in villa ad Arce, picchiano un imprenditore e feriscono il padre

Di redazione

Drammatica rapina in casa di un imprenditore di Arce. E’ accaduto questa notte, che un commando di rapinaori composto da sette persone ha fatto irruzione nella villa di Arce dove il giovane commerciante di oggetti preziosi abita con il padre. Lui sarebbe stato pichciato selvaggiamente mentre il genitore è stato raggiunto ad una gamba da un colpo di arma da fuoco. La ricostruzione fatta ai carabinieri della compagnia di Pontecorvo che indagano sul caso è drammatica. Dopo aver fatto man bassa di contanti e oro, i malviventi, forse per una reazione della loro vittime, si sono accaniti pestando il figlio e ferendo il padre. Il giovane è stato trasportato in ospedale a Pontecorvo, mentre il padre in un ospedale di Roma con lesioni a legamenti e con il proiettile ancora nell’arto. I carabinieri stanno tentando di far luce sull’accaduto e su alcuni aspetti poco chiari. Ermanno Amedei

17 ottobre 2012 0

Bancarotta fraudolenta, quattro imprenditori in manette tra Napoli e Caserta

Di redazione

La Guardia di Finanza sta eseguendo, tra Napoli e Caserta, 4 ordinanze di custodia cautelare di cui 2 in carcere e 2 agli arresti domiciliari per il reato di bancarotta fraudolenta. Le indagini riguardano diversi imprenditori di alcune società rimaste coinvolte nel fallimento di un’impresa alberghiera per oltre 8 milioni di euro; risultano indagate anche altre tre persone. Sono in corso sequestri di oltre 2 milioni di euro presso 24 diverse agenzie bancarie. La scoperta della frode prende spunto da mirate attività di verifica fiscale, che hanno coinvolto complessivamente 5 diverse società campane, operanti anche nel settore della sanità convenzionata, che avevano occultato al fisco oltre 8 milioni di euro di redditi