Giorno: 26 ottobre 2012

26 ottobre 2012 0

Fine settimana all’insegna di un forte maltempo su tutto il Paese

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Fine settimana all’insegna di un forte maltempo come già annunciato nella giornata di ieri. La perturbazione atlantica proveniente dalla Spagna che già in queste ore si trova sulla penisola italiana ha portato con sé un rapido aumento della nuvolosità e venti intensi nei bassi strati, con forti piogge che hanno dapprima interessato il settore nord-occidentale e successivamente gran parte del Paese.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri.

L’avviso prevede, dalla tarda serata di oggi, venerdì 26 ottobre 2012, precipitazioni diffuse, anche sotto forma di rovescio o temporale, sulle regioni settentrionali e centrali in successiva estensione al sud. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, con probabili criticità idrogeologiche e idrauliche, anche elevate, diffuse sulle regioni peninsulari del versante tirrenico centro-meridionale.

Dalle prime ore della giornata di domani inoltre, si prevedono venti forti in prevalenza sud-occidentali, con rinforzi fino a burrasca o burrasca forte, su tutte le regioni centrali e meridionali e sulle isole maggiori.

Dalla tarda serata di domani, poi, si prevedono venti forti nord-orientali, con rinforzi fino a burrasca o burrasca forte, sul Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile ( www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo; a quanti si trovassero nelle aree interessate dall’allerta meteorologica si raccomanda, inoltre, di mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione civile richiama l’attenzione su “Indicazioni operative per prevedere, prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di emergenza connesse a fenomeni idrogeologici e idraulici”, inviate a tutte le componenti del Servizio nazionale di Protezione civile lo scorso 12 ottobre, che ribadiscono disposizioni operative già fornite negli anni scorsi secondo quanto previsto nella normativa vigente.

Il Dipartimento continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

26 ottobre 2012 0

Omicidio Melania Rea, il “vedovo” Parolisi condannato all’ergastolo. Gli tolgono anche la figlia

Di redazione

Nessun dubbio sulla sua colpevolezza. Per il Gup Marina Tommolino che ha giudicato con rito abbreviato il caporale degli alpini Salvatore Parolisi, è stato lui ad uccidere la moglie Melania Rea condannandolo all’ergastolo e al pagamento di un milione di euro di risarcimento alla famiglia Rea. La vicenda che ha animato le cronache della primavera 2011, era iniziata con la misteriosa scomparsa della donna. Era stato proprio il marito a lanciare l’allarme per la scomparsa della donna 29enne di Somma Vesuviana, mentre erano a passeggio con la figlia di 4 anni nel parco di Colle San Marco ad Ascoli e trovata morta tre giorni dopo nel bosco di Ripa di Civitella a Teramo uccisa con 35 coltellate. Una indagine lunga e complessa passata per competenza dalla procura di Ascoli a quella di Teramo. Una swentenza pesantissima, la più pesante anche perchè gli è stata tolta anche la potestà genmitoriale sulla figlioletta. Er. Amedei

26 ottobre 2012 0

Investita ed uccisa sull’A1 a Pontecorvo, seconda vittima in pochi giorni

Di redazione

Seconda vittima, in pochi giorni, sulla autostrada Roma Napoli, nel tratto che attraversa la Ciociaria. Poco fa il dramma si è consumato tra i caselli di Pontecorvo e Cassino. Poco prima delle 19.30, una donna è stata investita ed uccisa sulla corsia sud da un’auto in transito. L’incidente è avvenuto in prossimità delle aree di servizio sul territorio di Castrocielo. Si sta indagando per scoprire perché la donna, di cui non si conosce ancora l’identità, era sulla strada.

26 ottobre 2012 0

Bracconiere “beccato” dalla polizia Provinciale, denuncia e sequestro di armi e attrezzi

Di redazione

Brillante operazione del Personale della Polizia Provinciale di Frosinone impegnata serratamente nella attività di contrasto al bracconaggio. Dopo una serie di appostamenti gli agenti della polprovinciale del Comando di Frosinone e del Distaccamento di Sora, nella giornata di ieri, in località “Scrima” nel Comune di Boville Ernica, coordinati dal dirigente provinciale Massimo Belli, hanno sorpreso un bracconiere che stava esercitando la caccia di frodo con l’ausilio di richiami elettromagnetici, tassativamente vietati dalla norma sull’esercizio Venatorio.

Dopo i controlli di rito il personale della Polizia Provinciale con il successivo concorso dei carabinieri della stazione di Boville Ernica, ha proceduto al sequestro dei richiami elettromagnetici, della selvaggina provento della attività illecita nonché del fucile ed il munizionamento che recava con sé.

Il bracconiere è stato segnalato all’autorità giudiziaria competente per territorio.

26 ottobre 2012 0

Fiamme nella notte ad Aprlia, distrutte due auto. Si ipotizza il dolo

Di redazione

Si ipotizza il dolo per l’incendio che questa notte, ad Aprilia, ha distrutto due auto. È accaduto poco prima delle 3 in via Scrivia dove le due macchine, un’Alfa 156 e una Fiat Punto parcheggiate ad alcuni metri di distanza, sono state avvolte dalle fiamme. Le vetture, appartenenti a proprietari diversi, sono andate distrutte seppure, sul posto sono intervenuti tempestivamente i vigili del fuoco del distaccamento di Aprilia. Meno di un’ora e mezza dopo l’incendio era domato e l’area era stata posta in sicurezza pompieri permettendo alla squadra “specialisti” della Sezione Investigativa Antincendi Provinciale “S.I.A.P.” dei Vigili del Fuoco di Latina di effettuare i rilievi del caso e di effettuare attività di Polizia Giudiziaria. L’ipotesi del dolo è forte.

26 ottobre 2012 0

Deltaplane e aeromodellini, l’aeroporto di Aquino “vola”. I complimenti del sindaco

Di redazione

Esprimo il mio più vivo compiacimento per i due fine-settimana in cui, al nostro campo-d’aviazione- aeroporto di Aquino, si sono svolte manifestazioni sportive, ludiche e d’altro tipo, legate al mondo aeronautico”. Lo scrive in una nota il sindaco di Aquino Antonino Grincia il quale aggiunge. “Sia il campo di volo vero e proprio, sia tutto lo spazio verde che lo circonda, sono stati lo stupendo scenario in cui si sono sviluppate le iniziative promosse dalla società che gestisce lo spazio aeroportuale aquinate, e cioè la società sportiva HDF di Roma, in questo momento guidata dagli amministratori della società stessa, Pino De Carlo, e Stefania Mugavero. Nei due fine settimana di ottobre, sebbene il primo non sia stato accompagnato dal bel tempo, si sono succeduti ad osservare le evoluzioni dei mezzi aeronautici, alunni di tante scuole, cittadini di Aquino e dei dintorni, e appassionati deltaplanisti e dell’aeromodellismo. “ Infatti molti sono stati i deltaplani multicolori che hanno volteggiato nei cieli della piana aquinate e oltre; molti anche i visitatori che hanno chiesto di effettuare voli, dato che gli apparecchi erano abilitati anche per far salire a bordo quelli che volevano effettuare dei giri. Questo il 13 e 14 ottobre, poi, il 20 e 21, si sono dati appuntamento gli appassionati di aeromodellismo, con i loro fiammanti modelli, che non solo hanno effettuato ogni tipo di evoluzione sui cieli del campo, ma hanno anche dato vita ad una vera e propria “battaglia aerea”, in cui i piccoli aeromezzi però, sono tutti usciti naturalmente illesi; molti stand poi come si diceva, avevano in bella mostra aeromodelli di tutti i generi, compresi gli elicotteri. Ai vari momenti hanno pure partecipato gruppi in costume; quello medievale dall'”associazione rievocazioni storiche” di Aquino, e poi anche divise militari dell’ultima guerra da parte di un’associazione che rievoca i fatti legati al passaggio del fronte nell’ultimo conflitto mondiale. Faceva un certo effetto vedere postazioni di difesa, soldati e camionette, proprio sul luogo teatro, nell’estate del ’43, dei primi bombardamenti e delle prime distruzioni sul territorio laziale. Come dicevo prima, tutto è stato reso più spettacolare da due magnifiche e solari giornate autunnali, con temperature estive, che hanno dato all’insieme, il piacere del coinvolgimento e della partecipazione nello “stare al campo” per alcune ore in completo relax. Sono contento che dopo qualche anno di stasi, le attività dell’aeroporto si siano riaperte al territorio circostante, coinvolgendo i cittadini in una programmazione che, come ci è stato illustrato più volte, è solo all’inizio. A breve dovrebbero avere inizio veri e propri corsi aeronautici, l’aeroporto si dovrebbe aprire alla mobilità di piccoli aerei, e poi tenere altre manifestazioni via via più spettacolari e coinvolgenti”.

26 ottobre 2012 0

I morsi della crisi, il sindaco di Piedimonte scrive all’Acea per chiedere maggiore elasticità

Di redazione

Maggiore elasticità nell’applicazione dei protocolli interni circa le situazioni di morosità, soprattutto in relazione alla grave crisi economica che investe il territorio e che colpisce tantissime famiglie, in particolare nel caso in cui tra il moroso e l’azienda erogatrice del servizio si possa definire un piano di rateizzazione di quanto dovuto. È quanto chiede il sindaco di Piedimonte San Germano, Domenico Iacovella, all’Acea Ato 5. Domenico Iacovella, a fronte delle numerose richieste da parte di cittadini, a cui per morosità è stato interrotto il servizio idrico, ha preso carta e penna e ha deciso di scrivere all’Amministratore delegato dell’Acea, Stefano Magini. “Sono sempre più i cittadini – spiega il sindaco Iacovella – che si rivolgono ai miei uffici per un aiuto e un sostegno perchè, non avendo pagato alcune bollette dell’Acea, viene loro interrotto il servizio e, pur mostrandosi disponibili a pagare a rate quanto dovuto, per il riallaccio dell’utenza si vedono costretti a dover aggiungere alla morosità per il consumo precedente anche il costo della riattivazione del flusso idrico. Pur non volendo entrare nei rapporti contrattuali intercorrenti tra la società e gli utenti del servizo, mi sono premurato di chiedere all’Acea maggiore elasticità nell’applicazione dei protocolli interni. Purtroppo la crisi economica è un dato di fatto, le famiglie sono in difficoltà. Non pagano non per volontà, ma per impossibilità. E spesso sono costrette a vedersi interrotti i servizi. Se poi trattasi di un bene primario come l’acqua, il danno è ancor più elevato, visti i rischi igienici e sanitari che può comportare tale mancanza. Chiedo pertanto all’Acea che, a fronte di un piano di rateizzazione di quanto dovuto da parte dei morosi, gli stessi siano esentati almeno dal pagamento dei costi aggiuntivi del contatore, come se si trattasse di un nuovo allaccio. Per tale motivo, ho deciso di scrivere all’Amministratore delegato, sicuro che vorrà accogliere questa mia richiesta, in quanto le istituzioni, e l’Acea è un’istituzione, soprattutto in periodi di crisi come quello che stiamo affrontando, hanno il dovere di venire incontro alle esigenze dei cittadini, assicurando loro i Beni primari. E l’acqua è uno di questi”.

26 ottobre 2012 0

Guardia di finanza Abruzzo, avvicendamento al comado del Reparto Tecnico Logistico Amministrativoi

Di redazione

Alla presenza del Comandante Regionale Gen. B. Francesco Attardi, si è svolto presso la caserma “M.A.V.M. S. Ten. Tito Giorgi”, sede del Comando Regionale Abruzzo, l’avvicendamento nella carica di Comandante del Reparto Tecnico Logistico Amministrativo “Abruzzo”, tra il Col. Gaetano Ciocca (cedente) e il Col. Giuseppe Gravina (subentrante). Il Generale Attardi ha espresso parole di vivo apprezzamento per l’attività svolta dal Col. Gaetano Ciocca che l’ha visto impegnato da ultimo nella delicata fase di ripristino delle infrastrutture e della logistica del Comando Regionale Abruzzo, a seguito del sisma del 2009 ed ha formulato i migliori auspici per il nuovo incarico al Col. Giuseppe Gravina. Alla cerimonia hanno presenziato ufficiali alla sede, rappresentanza del personale in servizio e del personale in congedo della locale sezione Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

26 ottobre 2012 0

Caos vaccini antinfluenzali, l’Aifa descrive i protocolli di controllo

Di redazione

L’argomento vaccini, in seguito alle note vicende che hanno costretto il ministero a blocacrnbe la diffusione di una nota casa farmaceutica, ha causato la confusione nella gente. Sull’argoento è èntervenuta l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) che in una nota stampa dice: “I vaccini sono un’importante risorsa per i singoli soggetti e per la collettività, i cui benefici individuali e sociali possono non essere immediatamente percepiti a livello individuale, mentre, per contro, anche solo vaghe ipotesi di rischio sulla qualità o sulla sicurezza possono avere un impatto negativo sulla popolazione con amplificazione di timori spesso infondati. I vaccini sono tra i prodotti più controllati: una volta terminata la produzione, ogni lotto, prima di essere immesso sul mercato, è sottoposto ad un controllo specifico da parte di un laboratorio “terzo” ufficialmente autorizzato ad effettuarlo all’interno di uno Stato membro. I controlli della ditta produttrice e/o dell’Autorità competente possono evidenziare, in una fase qualsiasi della produzione, situazioni al di fuori delle specifiche previste e può essere disposto il blocco del lotto in questione. Questa evenienza non deve costituire una preoccupazione, ma deve essere considerata rassicurante in quanto rappresenta la dimostrazione che il sistema di controllo funziona. Dopo l’autorizzazione all’immissione in commercio ogni vaccino è soggetto alle stesse regole di farmacovigilanza degli altri medicinali, tenendo presente che le aspettative di sicurezza da parte del pubblico sono più elevate per il fatto che i vaccini sono somministrati prevalentemente a soggetti sani. Il monitoraggio di sicurezza è effettuato principalmente attraverso sistemi di segnalazione spontanea degli eventi avversi osservati ed attraverso studi di sorveglianza attiva. La valutazione dei dati derivanti da questi due sistemi come pure la valutazione dei rapporti periodici di sicurezza forniti dalle aziende produttrici rappresentano un’attività continua da parte delle Autorità regolatorie. Esistono meccanismi e strumenti per il rapido scambio di informazioni e la condivisione dei dati tra le Autorità competenti che consentono di intervenire rapidamente a fronte di problemi di sicurezza prescindendo dal luogo in cui si sono verificati. Per completezza d’atti si riferisce, inoltre, che eventuali reazioni avverse nel soggetto vaccinato, prevalentemente non gravi e a carico della cute e del tessuto sottocutaneo (sede di somministrazione), possono manifestarsi dopo la somministrazione di un vaccino, ma che anche per tali situazioni esiste un sistema strutturato a livello nazionale, europeo e mondiale pronto a rispondere a tutti i potenziali segnali di allarme, a rivalutare il rapporto beneficio/rischio del vaccino e a gestire gli eventuali rischi a tutela della salute pubblica.

26 ottobre 2012 0

Tratto di strada Regionale pericolosa a Frosinone. La provincia lo segnala all’Astral

Di redazione

Il dirigente del settore Lavori Pubblici e Viabilità della Provincia di Frosinone ha inoltrato all’Astral Spa e, per conoscenza, alla Regione Lazio – Assessorato Lavori Pubblici, una nota con la quale segnala la pericolosità in un tratto della Strada Regionale n.214 nel tratto Ferentino-Frosinone. “Nei pressi dell’uscita Alatri/Fiuggi – spiega l’Ufficio Tecnico – in entrambe le direttrici di marcia, tra il rilevato stradale e l’inizio del cavalcavia, si è creato un avvallamento pronunciato sinonimo di assestamento del tratto stradale rilevato, che potrebbe essere pregiudizievole per la pubblica e privata incolumità. Si interessa pertanto, Codesta Spett.le Società per l’attivazione degli interventi necessari per scongiurare la situazione di pericolo”. La nota è stata anche inoltrata alla Prefettura di Frosinone, al Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone e al Comando della Polizia Stradale di Frosinone.