Aidaa denuncia: “In provincia di Isernia fanno strage di cani con il veleno”

9 ottobre 2012 0 Di redazione

DAll’associazione animalista Aidaa riceviamo e pubblichiamo.
Una vera e propria strage di cani e gatti avvelenati negli ultimi venti giorni a Miranda un comune in provincia di Isernia. Dalle segnalazioni pervenute all’associazione italiana difesa animali ed ambiente nel corso delle ultime tre settimane almeno una quindicina di cani sarebbero stati uccisi con il veleno, si tratta di 12 cani vaganti le cui carcasse sarebbero state rinvenute nella zona del palazzetto dello sport e dopo la denuncia del ritrovamento sarebbero misteriosamente sparite senza che i cadaveri fossero trasportati all’istituto di zooprofilassi per gli accertamenti in merito alle cause di morte. Altri due o tre cani sono morti avvelenati nelle loro proprietà ed infine stando alle segnalazioni si registrerebbe anche l’assenza di questi giorni di altri cani vaganti che vivevano ai bordi del paese, assenze che se sommate a quelle segnalate porterebbero ad oltre 30 i cani uccisi in pochi giorni nel piccolo comune molisano. “OggiAggiungi un appuntamento per oggi abbiamo presentato una denuncia alla procura della repubblica di Isernia- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- in quanto chiediamo che vengano individuati e puniti i responsabili di questo reato. In paese stando al racconto delle volontarie si vive una situazione drammatica da quando il sindaco ha esposto dei cartelli che vietano di portare i cani liberi negli spazi pubblici. Tutto questo è giusto- conclude Croce- ma è altrettanto giusto che il sindaco avverta la popolazione che uccidere i cani con il veleno è un reato penale e che ogni caso sarà da noi denunciato e che i colpevoli se scoperti rischiano il carcere”.