Basket: Ancora rinviato il primo successo per la Virtus Frusino, cede 79-53 alla Tiber Roma

29 ottobre 2012 0 Di redazionecassino1

Terzo ko in altrettante partite per il Credito Artigiano Virtus Frusino, che sabato pomeriggio è stata sconfitta  a Roma contro la Tiber con il punteggio di 79-53. Una sfida dai due volti quella giocata dagli uomini di Francesco Bordoni, con una prestazione buona nel primo tempo,  seguita invece da una seconda frazione di gioco completamente da dimenticare. La Tiber, senza strafare, ne ha approfittato, passando in maniera meritata.

Inizio di partita equilibrato. In casa Tiber a colpire è soprattutto Pugliese, mentre per la Virtus, a rispondere presente sono un positivo Porta e Marco Fiorini. I padroni di casa tentano di scappare sul 12-8 al 6’, ma i frusinati rispondono sempre in maniera ottima. Si arriva all’8’ sul 14-14. Soltanto in questa fase la Tiber allunga con un 5-0 di parziale firmato da Giuseppe Grilli che vale il 19-14 con il quale le due squadre vanno al primo riposo. Anche ad inizio secondo quarto la gara sembra poter sorridere ai romani, che dopo 2’ sono in vantaggio sul 27-18. E’ brava la Virtus però a non scomporsi, piazzando con i fratelli Fiorini un contro parziale di 6-0 che rimette le cose in parità. Si arriva al 15’ con il punteggio sul 27-24. In questa fase per la Tiber è Pistorio a cercare di colpire, mentre la Virtus cerca di imbrigliare gli attacchi romani schierando la zona, trovando invece in attacco le giocate di Porta. Il risultato è che il match scivola via senza grossi sussulti fino al 20’ con le due squadre sul 35-31. Già ad inizio terzo quarto, però, si capisce come le cose stiano cambiando. La Tiber, infatti, inizia fortissimo, e piazza un 6-0 nelle prime azioni che vale il 41-33. La Virtus inizia a fare sciopero in attacco, e il divario tra le due squadre si allarga pian piano. Dal 41-35 del 22’ la Virtus non riesce più a trovare il canestro fino al 60-35 del 28’, con un parziale di 19-0 che mette in ghiaccio il match a favore degli avversari, bravi a colpire con Pistorio e Nucifero. Per la Virtus si chiude sul 64-37 un quarto da incubo con un solo canestro dal campo. Difficile in questa situazione per la Virtus trovare gli stimoli per andare avanti, e in qualche situazione, con un antisportivo a Giorgio Fiorini e l’espulsione per Varriale,  saltano anche i nervi  ai ragazzi di Bordoni.  Rocchi e compagni, comunque,  riescono almeno a mantenere inalterato il divario nell’ultimo parziale, evitando che la sconfitta potesse essere ancor più pesante rispetto al 79-53 finale.

Una brutta sconfitta, dunque, soprattutto perché maturata dopo le buone indicazioni  che erano arrivate contro la capolista Marino nello scorso weekend. A questo punto è necessario assolutamente reagire, anche se, come spesso in questi casi, “piove sul bagnato” visto che sabato prossimo a scendere sul parquet di Frosinone sarà la capolista Eurobasket. L’obiettivo, contro una vera e propria corazzata,  è quello almeno di provarci, cercando di farsi trovare pronti all’appuntamento con la prima vittoria in DNC.

Tiber Roma: Pugliese 10, Donati 8, Pistorio 23, Nucifero 13, Grilli 10, Ridolfi 1, Vecchi ne, Gugliotta 8, Meschini 1, Padovani 5. Coach:  Satolli

Credito Artigiano Nova Virtus Frusino: Andreozzi, Fiorini G. 7, Rocchi, Quaresima, Ruggeri 5, Varriale 6, Maiuri 5, Porta 14, Fiorini M. 12, Rosichini 4. Coach: Bordoni

Arbitri: Fabio Carrus di Selargius(Ca) e Riccardo Basso di Elmas (Ca)

Parziali: 19-14, 35-31(16-17), 64-37(29-6), 79-53(15-16)

Risultato finale: Tiber Roma- Credito Artigiano Nova Virtus Frusino 79-53