Canoa: Successo degli atleti del Cus-Cassino alla “Adigemarathon”

23 ottobre 2012 0 Di redazionecassino1

Dopo le importanti affermazioni nei Campionati Nazionali di maratona a Pavia, gli atleti del Kayak Club Cus Cassino confermano di essere competitivi anche su palcoscenici più importanti. Domenica scorsa, infatti, nella gara internazionale “Adigemarathon”, i canoisti cassinati hanno conquistato importanti piazzamenti. L’evento è stato caratterizzato da numeri da record: oltre1200 partecipanti provenienti da sedici Paesi, diretta televisiva su rete nazionale, presenza di 32 atleti di livello internazionale. Lungo i 38 km del fiume Adige, Andrea Pontone è rimasto sempre nel gruppo di testa concludendo undicesimo nella categoria regina, il k1 senior. Tale piazzamento è sicuramente di alto profilo considerando che l’atleta del Kayak Club Cus Cassino e ancora un under 23. Sfortunato invece l’atleta master Sergio Amato, che per uno scontro fortuito ha riportato un danno alla canoa che ne ha pregiudicato il risultato, il suo tempo finale di 2h20m ha fatto sorgere molti rimpianti per una gara che poteva riservare molte soddisfazioni. Continua il suo percorso di crescita tecnica il giovanissimo Lorenzo Marcelli che si conferma una delle realtà più promettenti tra le nuove leve canoistiche. Sorprendenti invece i ragazzi del rafting, infatti nel percorso amatoriale di 20 km i giovani studenti Paolo Iovine, Giacomo Mariani, Daniele Linardi, Claudia Marcelli e Valerio Notarangelo arrivano primi tra oltre trenta imbarcazioni partecipanti. Guida e timoniere del gommone l’esperto canoista del Kayak Club Cus Cassino Francesco Marchetti. Questo risultato nasce dal progetto di collaborazione tra lo storico club canoistico della città martire e il neonato club “Natura e avventura rafting Cassino” sorto a Sant’ Angelo in Theodice, che organizza visite ambientali in gommone sul fiume Gari. Il mondo canoistico cassinate, dunque, continua ad essere una delle maggiori eccellenze sportive del basso Lazio perseguendo la propria filosofia distintiva: coniugare l’attività sportiva con la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturalistico. Un successo, l’ennesimo, quello della compagine della canoa del Cus Cassino, che – in vista dei prossimi CAmpinati Nazionali Universitari di maggio 2013 – fa esulatre anche il presidente Carmine Calce. “Gli atleti – ha affermato il professor Calce – hanno dimostrato tutta la loro bravura e le loro competenze. Un risultato, dunque, che ci fa ben sperare e che, certamente, ci rassicura in vista della kermesse di maggio per la quale è ormai tutto pronto: stiamo infatti lavorando in piena sinergia – Cus, Ateneo, Comune e Istituzioni tutte – per far sì che possa riuscire al meglio: per il bene dei tanti atleti che saranno presenti ai giochi e, al contempo, per rilanciare settore dello sport e del turismo sul territorio».