Gattina attinta da colpi di arma da fuoco, giustiziata o vittima di incidente di caccia?

13 ottobre 2012 0 Di redazione

“Nemmeno si trattasse di un agguato di mafia o camorra. Quello accaduto lunedi 8 ottobre in via Antonio Gramsci all’altezza del numero 6 a Vicchio di Mugello in provincia di Firenze ha dell’incredibile”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa redatto da Aidaa. “Una gattina di nome Giuggiola è stata oggetto di un vero e proprio agguato a colpi di arma da fuoco nel centro del paese. Alla gattina sono stati sparati due colpi presumibilmente di pistola, ed ora si trova ricoverata in una clinica veterinaria con in corpo i due proiettili che al momento non possono essere estratti senza mettere a repentaglio la vita della gattina. La micia è paralizzata ed la sua vita è appesa ad un filo. Il proprietario di Giuggiola ha gia predisposto una denuncia ai carabinieri contro ignoti anche se ci sono fondati sospetti su alcune persone che potrebbero avere la responsabilità di quanto accaduto, inoltre il proprietario della micetta colpita dai colpi di arma da fuoco si è rivolto ad AIDAA. “La prima cosa è la speranza che la piccola si riprenda e che nei prossimi giorni i proiettili possano essere estratti, al momento la gattina è semi paralizzata e noi speriamo possa tornare in salute anche se le sue condizioni sono critiche- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- ma saremo al fianco del proprietario della micia sia a livello morale che legale, gli daremo supporto e non avremo pace fino a quando non saranno individuati i bastardi che hanno compiuto questa vigliaccheria””. Gli investigatori, però, sono cauti nel parlare di colpi di pistola. “Bisogna aspettare di capire che tipo di munizionamento ha colpito l’animale – fanno sapere da Borgo San Lorenzo – Può essere accaduto di tutto, in questo periodo la caccia è aperta e i gatti vanno in giro”.