Imprenditore dello spettacolo accusato di evasione, la Cassazione gli restituisce il conto corrente sequestrato

24 ottobre 2012 0 Di redazione

La Cassazione ha stoppato l’inchiesta per evasione fiscale a carico di Pietro Troilo, il 44enne di Piane d’Archi, imprenditore dello spettacolo denunciato dalla Finanza per evasione fiscale. Secondo le fiamme Gialle, l’uomo avrebbe omesso di dichiarare sette milioni di euro di ricavi nel periodo che va dal 2006 al 2010 per una evasione dell’iva di circa un milione di euro. La Cassazione ha giudicato illegittimo il provvedimento anche perché l’agenzia delle Entrate avrebbe calcolato una evasione dell’Iva pari a 140 mila euro, quindi non punibile. Per questo sono stati dissequestrati circa 120 mila euro e a breve si discuterà anche del dissequestro di altri due immobili.