La Liri Sar 2012 inscena il terremoto del 1654 e organizza una esercitazione di protezione civile

26 ottobre 2012 0 Di redazione

È la città di Arpino quest’anno lo scenario eletto per mettere in pratica l’esercitazione di Protezione Civile “Liri Sar 2012”, l’iniziativa promossa dall’associazione “Ec Volontari d’Italia Arpinum” che vedrà in prima linea, i giorni 3 e 4 novembre, numerose associazioni del territorio.

L’esercitazione verterà essenzialmente su contesti di ricerca e salvataggio. “Liri Sar 2012” ripropone un fatto storico che sconvolse la Bassa Valle del Liri: il 23 luglio del 1654 l’intera valle fu colpita da un evento tellurico. Gli effetti furono devastanti, persero la vita oltre 2mila persone. L’epicentro all’epoca fu individuato a sud della Marsica ai confini tra i Comuni di Arpino e Sora, la cui magnitudo registrata è stata pari a 6.17 Richter (dati Ingv). Pertanto verrà “messa in scena” una reale situazione di emergenza durante la quale tutti i gruppi coinvolti daranno dimostrazione delle proprie competenze in caso di soccorso con varie prove.

Dopo il successo delle scorse edizioni l’iniziativa formativa, ideata dall’associazione Umanize Organization di San Giovanni Incarico, dove nel 2010 prese il via, si attesta come un momento fondamentale per testare la preparazione di centinaia di volontari che ogni giorno con dedizione mettono a disposizione le loro capacità per la sicurezza dei cittadini.

“L’obiettivo della prova, in sintesi – ha spiegato il presidente Daniele Di Scanno -, per ogni volontario è quello di mettere in pratica le competenze acquisite nei vari corsi di formazione e sul campo, in materia di assistenza alle catastrofi e di risposta, con particolare attenzione alla ricerca e soccorso. Questa iniziativa, alla luce dell’ultimo evento verificatosi nel Pollino, ricorda quanto sia necessaria la prevenzione e rendere i volontari, e anche i cittadini, pronti a difendere il nostro territorio da qualsiasi calamità naturale”.