La raccolta dei rifiuti “inciampa” ad Aquino, il sindaco Grincia: “Problemi risolti”

23 ottobre 2012 0 Di redazione

“Nonostante gli allarmismi di certuni che non vedono di buon occhio la soluzione di disfunzioni che si presentano all’improvviso, il Comune di Aquino ha affrontato immediatamente il problema che si è presentato nella giornata di lunedì relativamente alla raccolta dei rifiuti solidi urbani”. Lo scrive in una nota stampa il sindaco di Aquino Antonino Grincia. “Premetto che il servizio, dopo relativa gara, un anno fa è stato affidato ad una ditta di Roma, concedendo in comodato il camion compattatore comunale; quindi al di là di alcuni elementi secondari, l’intera gestione è di competenza della stessa ditta che deve affrontare anche le varie incombenze del caso, e il comune effettua con regolarità i pagamenti.
In effetti lunedì scorso, il fornitore non ha concesso il rifornimento del mezzo, accampando un ritardo nel pagamento del dovuto da parte della ditta che gestisce il servizio; nella stessa giornata poi, ci siamo resi conto che ancora non era stata rinnovata l’assicurazione (anche se i 15 giorni di “tolleranza” ancora non sono scaduti), nè ancora effettuata la revisione dell’automezzo.
Il sindaco e l’ufficio tecnico preposto, si sono immediatamente attivati per affrontare questa piccola emergenza, e pur reclamando l’intervento del gestore, per risolvere in tempi rapidi questo disservizio, si sono assunti il compito di provvedere momentaneamente loro, stante che il sindaco è anche responsabile della pubblica igiene, e che non si potevano aspettare i tempi della ditta in questione, che avrebbero potuto essere tempi troppo lunghi per un servizio di raccolta dei rifiuti.
Per questo si è provveduto a che si impegnasse direttamente il comune, anticipando i pagamenti di alcune materie indispensabili(vedasi carburante) e impegnandosi anche per l’assicurazione e la revisione.
Nel frattempo il comune ha preso in affitto un automezzo per alcuni giorni, stante l’impossibilità di interrompere il servizio di raccolta.
Così stanno le cose, e nella giornata di mercoledì, tutto tornerà nella normalità(in realtà il servizio si è interrotto solo per alcune ore nella giornata di lunedì), pur essendo consapevoli avendolo sperimentato già tante volte, che in questo tipo di servizio, problemi possono sempre crearsi; tutto sta nell’affrontarli con tempestività, cosa che il mio Comune ha fatto sempre, come anche in questa occasione.
Il problema vero però, non è esattamente questo, ma è il polverone che dopo mezz’ora viene subito sollevato da chi sta perennemente “di guardia” davanti al palazzo comunale, nella speranza di imbattersi in qualche intoppo nei servizi.
Polverone che, come è facile capire, non aiuta di certo le soluzioni, ma anzi le ostacola e le ritarda”.