Ruba “il tesoro” della nonna per comprare droga. In manette “banda” di minorenni di Lanciano

22 ottobre 2012 0 Di redazione

Per finanziare la sua attività di spaccio aveva attinto da una miniera d’oro, quella della nonna. Si tratta di un 15enne di Lanciano che, necessitando di liquidità per comprare droga dagli amici, non ha esitato ad attingere dalla cassetta degli oggetti preziosi della nonna 69enne. L’indagine portata avanti dai carabinieri della compagnia di Lanciano comandata dal capitano Massimo Capobianco e coordinata dal tenente Massimo Esposito ha avuto come esito l’arresto del minorenne al quale sono stati contestati i reati di furto, ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti. In manette anche il suo “compare”, un 17enne concittadino che dovrà rispondere del reato di detenzione di droga ai fini dello spaccio. I militari hanno accertato che il “colpo” a casa dell’anziana donna aveva fruttato al ragazzo un bottino del valore di circa diecimila euro. Avvalendosi poi della collaborazione di quattro amici, tutti denunciati a piede libero dai militari con l’accusa di ricettazione, era riuscito a piazzare la refurtiva in alcuni negozi di Lanciano specializzati nell’acquisto di oro. Il ricavato della vendita dei gioielli era stato poi investito nell’acquisto di droga che i due arrestati avrebbero provveduto a spacciare tra i coetanei. Nel corso delle perquisizioni domiciliari effettuate nelle loro abitazioni sono stati rinvenuti complessivamente 96 grammi di marijuana e 74 di hashish oltre ad un bilancino di precisione e a materiale per il confezionamento in dosi dello stupefacente.
Ermanno Amedei