Spaccio di droga come attività di famiglia, arrestati padre e figlio

7 ottobre 2012 0 Di redazione

Una attività evidentemente di famiglia quella “chiusa” dai carabinieri ai Marchetto di Latina. Padre e figlio, infatti, rispettivamente Fabrizio, 39 anni e Luca, 19 anni, sono stati sorpresi dai carabinieri in una attività di spaccio di crack
I carabinieri sono intervenuti sorprendendo il giovane pusher mentre riceveva da una cittadina straniera la somma di 40 euro versati quale anticipo per l’acquisto di quattro dosi di sostanza stupefacente del tipo “crack” del peso di grammi 2,5, immediatamente recuperata. Agli investigatori, non passava inosservato nemmeno il compito del genitore, il quale si occupava di fare da vedetta, con lo scopo di allertare il proprio rampollo all’arrivo delle Forze dell’Ordine, ma ovviamente qualcosa non ha funzionato, tant’è che entrambi sono caduti nella rete dell’Arma. Nel corso della perquisizione eseguita presso l’abitazione dei Marchetto, venivano rinvenuti ulteriori grammi 0,5 della medesima sostanza recuperata al giovane, nonché 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, materiale atto al peso, taglio e confezionamento, nonché somma di euro 50/00, quale provento attività delittuosa.
Gli arrestati, espletate le dovute formalità venivano trattenuti nelle camere di sicurezza dell’Arma, in attesa della celebrazione del rito per direttissima, mentre lo stupefacente e l’intera somma di danaro venivano sottoposte a sequestro.