“Spogliano” una trebbiatrice, due rumeni arrestati ad Atessa

6 ottobre 2012 0 Di redazione

Hanno cannibalizzato una trebbiatrice strappandole via varie parti meccaniche per un valore di circa 5mila euro. Ad accorgersi dell’opera criminale che due rumeni stavano compiendo in un capannone nelle campagne di Paglieta, è stato un contadino che ha chiamato i carabinieri della compagnia di Atessa. Una rapida ricerca svolta dagli uomini del capitano Massimo Di Lena ha permesso di individuare e fermare il furgone su cui i due avevano caricato i pezzi e stavano scappando. Si tratta di un 22enne e un 27enne tratti ieri in arresto per furto aggravato e giudicati questa mattina con rito direttissimo dal gip di Lanciano che li ha condannati a 16 mesi di carcere. La refurtiva è stata restituita all’avente diitto mentre il furgone appartenente ad un terzo uomo, sulla cui posizione si sta ancora vagliando, è stato sequestrato.
Er. Am.