Giorno: 13 novembre 2012

13 novembre 2012 0

Si spacciavano per ufficiali dell’esercito, quattro indagati e sequestri in tutta Italia in operazione delle Digos

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Digos sequestra divise, distintivi, palette e diplomi di laurea ad una fantomatica associazione garibaldina. Associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati di falso questa è la grave accusa che pende nei confronti degli appartenenti di una organizzazione deominata COSINT operante su tutto il territorio nazionale. Le indagini, coordinate dal Procuratore Capo di Cassino Dott. Mercone e dai Sostituti Procuratori, è stata avviata circa un anno fa dal personale della Digos a seguito di un controllo effettuato su un veicolo in transito all’altezza di Cassino. Il conducente, un cittadino egiziano infatti, esibì agli operatori di polizia come documento di identità un tesserino da generale di brigata sostenendo di appartenere alla Associazione Croce Rossa Garibaldina Forze Internazionali Volontarie di Soccorso e di Pace. La foggia del documento presentato, del tutto simile a quello in uso alle forze di polizia italiane, ha da subito insospettito gli operatori di polizia che hanno avviato sul conducente attivissime indagini. Nel corso dell’attività investigativa è stata delineata la posizione dell’egiziano nei cui confronti risultavano precedenti per truffa, ricettazione e falso. L’uomo, appartenente alla Associazione sopraindicata insieme ad altri soci, produceva e rilasciava dietro pagamento di somme di denaro che partivano da mille euro, attestati di laurea, onorificenze, passaporti e vestiario rigorosamente falsi. Lo stesso, in diverse occasioni, si è presentato in pubblico utilizzando la falsa divisa da Generale di Brigata con la quale si era introdotto più volte in campi profughi dell’area nordafricana e mediorientale per fini non meglio specificati e definiti dallo stesso “umanitari”. Tutte le divise utilizzate riproducevano fedelmente quelle in uso agli ufficiali delle Forze Armate Italiane e la loro foggia era tale da riuscire ad ingannare facilmente gli ignari interlocutori. Oltre all’egiziano risultano indagati tre italiani residenti nella provincia di Roma a vario titolo presenti nell’Associazione che più volte hanno collaborato con lo stesso nell’azione di propaganda e di promozione dell’organizzazione. Dieci le sedi sottoposte a perquisizione domiciliare ubicate nelle zone di Roma e del Veneto che hanno consentito al personale della Digos di recuperare vari computer, tesserini, un’arma giocattolo, palette e documenti d’identità utilizzati per le finalità dell’Associazione.

13 novembre 2012 0

Si ribalta la ruspa, muore operaio 34enne a Fara San Martino

Di redazione

Tragedia a Fara San Martino dove, oggi pomeriggio, poco prima delle 16, un operaio di 34 anni, padre di due figli ed un terzo in arrivo, è rimasto schiacciato da una pala meccanica. L’incidente è avvenuto in via Dante, dove si sta realizzando lo scavo per le fondamenta di una struttura. Qualcosa è andato storto e il mezzo meccanico ha finito per schiacciarlo ed ucciderlo. La vittima si chiamava Agostino Carulli ed era di Casoli. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri di Lanciano.

13 novembre 2012 0

Giovane di Veroli spara ad un coetaneo colpevole di essere “amico di Facebook” della sue ex

Di redazione

Amicizia virtuale, fucilate concrete. Pare che la furia omicida di un giovane di Veroli sia scattata ieri sera quando ha saputo che la sua ex fidanzata aveva stretto amicizia su facebook con un suo coetaneo e, pensava lui, anche avversario in amore. Il giovane non ci ha pensato su; ha imbracciato il fucile da caccia che deteneva regolarmente e ha sparato cinque colpi all’amico della ex fedendolo all’addome e alla tempia. L’episodio è avvenuto nei pressi di un bar nella zona periferica di Veroli e per fortuna l’aggredito ha riportato ferite lievi e, comunque, non è in pericolo di vita. I carabinieri di Alatri hanno indagato e trovato poco dopo l’autore del gesto arrestandolo con l’accusa di tentato omicidio.

13 novembre 2012 0

Incendio a Vasto, la Forestale lo doma e individua gli autori

Di redazione

Il Corpo Forestale dello Stato è stato impegnato, ancora una volta, nel coordinamento delle operazioni di spegnimento di un incendio scoppiato, il 6 novembre scorso, in località “Fosso Marino”, che ha interessato circa 12 ettari di terreno boschivo, e nelle successive attività d’indagine, gli uomini del comandante provinciale Livia Mattei hanno denuncia i responsabili del rogo. A seguito di una segnalazione pervenuta al numero di emergenza ambientale 1515 del Corpo Forestale dello Stato, il Comando Stazione Forestale di Vasto, si è adoperato per circoscrivere l’incendio totalmente arginato dopo alcune ore anche grazie all’ausilio di un mezzo aereo. La causa d’innesco è stata individuata nel rogo acceso da tre uomini, tutti di origini albanese, che, nel corso di un’attività di ripulitura del bosco, avevano appiccato fuoco alla vegetazione precedentemente tagliata. Come purtroppo spesso accade, i tre indagati hanno totalmente perso il controllo delle fiamme poiché, a causa del vento e della vegetazione secca, esse si sono propagate sul terreno vicino e si sono rapidamente espanse. Il fuoco è uno dei più insidiosi pericoli per i nostri boschi. La distrazione, il vandalismo e l’attività criminale ogni anno riducono in cenere migliaia e migliaia di ettari ricoperti da verdi e rigogliosi alberi. Su 200 incendi, 199 sono causati dall’uomo, un incendio ogni quattro è provocato volontariamente ed uno ogni tre è causato dalla sottovalutazione dei pericoli di chi accende un fuoco per ripulire dalla vegetazione secca il terreno o per distruggere i residui delle potature Il Corpo forestale dello Stato svolge un ruolo centrale nella difesa dei boschi dagli incendi, sia in relazione alle attività di prevenzione e contrasto del fenomeno, sia nell’opera di spegnimento e successiva repressione dei reati.

13 novembre 2012 0

Sciopero trasporti, domani possibili disagi ai caselli autostradali

Di admin

Autostrade per l’Italia informa che nella giornata di domani 14 novembre potrebbero verificarsi disagi per lo sciopero dei trasporti pubblici e privati proclamato dalla CGIL in adesione alla giornata europea di mobilitazione proclamata dalla Confederazione Europea di Sindacati. Saranno garantiti i servizi di assistenza e il funzionamento degli impianti per il pagamento del pedaggio che, si ricorda, è dovuto per legge. Per qualsiasi informazione sulle condizioni di viabilità è attivo il numero verde 840.04.21.21

13 novembre 2012 0

Molesta la ex compagna a Gaeta, stalker intimato a “dirimersi”,

Di redazione

Pedinamenti, telefonate, sms ma soprattutto la persistente presenza davanti al luogo di lavoro, il tutto contenuto in una denuncia che una cittadina straniera di 46 anni residente ha Gaeta ha presentato al commissariato di Polizia, ha fatto scattare le indagini. Gli uomini del vicequestore Marta De Bellis, in due mesi, hanno raccolto tutti gli elementi utili per permettere alla quastura di Latina di emettere un provvedimento a garanzia dell’incolumità della donna, nei confronti dall’ex compagno B.A., di anni 51. La parte offesa, inoltre, spaventata di una escalation potenzialmente violenta e temendo per la propria incolumità e per le ripercussioni sui propri figli di giovanissima età, più volte si presentava presso gli uffici di Polizia per essere rassicurata e per sentirsi in qualche modo protetta. L’attività d’indagine compiuta con tempestività, dal personale del Commissariato di Gaeta, mediante assunzione di sommarie informazioni di diversi testimoni, acquisizione di informazioni, interventi di personale in servizio di controllo del territorio, riscontrava l’effettiva condotta persecutoria di B.A., condotta che, pur non essendo sfociata in episodi di violenza, incideva profondamente nella vittima ingenerandole uno stato di ansia perdurante e la significativa modifica della condotta di vita abituale. Per questo in data 10 novembre, B.A. è stato ammonito a tenere una condotta conforme alla legge e a terminare la condotta persecutoria, con preciso riferimento alle conseguenze penali e le aggravanti specifiche cui si esporrebbe in caso di non ottemperanza.

13 novembre 2012 0

Incendio dei tir a Fara, danni ingenti e proseguono le indagini

Di redazione

Sono in genti i danni dell’incendio che si è sviluppato nella notte tra sabato e domenica, nel piazzale antistante del pastificio De Cecco a Fara San Martino. Al momento le origini del rogo sono ancora al vaglio dei carabinieri che, al comando del capitano Massimo Capobianco, stanno cercando di far luce sull’episodio che ha interamente distrutto tre tir e i rispettivi carichi di pasta e prodotti per la lavorazione. Danni per centinaia di magliai di euro ma sarebbero potuti essere ancora maggiori se, così come stava per accadere, avesse interessato anche gli altri autoarticolati parcheggiati nei pressi dei tre mezzi distrutti. Al momento non si esclude nessuna ipotesi. Ermanno Amedei foto Andrea Colacioppo

13 novembre 2012 0

Originale iniziativa di una barista a Gaeta, vince la crisi con opere d’arte che si consumano… in un sorso

Di redazione

Ha vinto la crisi con una originale arte, quella di decorare i caffè che prepara ai clienti del suo bar a Gaeta. Giovanna Pompeo ha 36 anni, sposata e madre di due figlie, è la titolare de “La Caffetteria” di fronte alla stradina che sale fino al santuario della Montagna Spaccata. La crisi si era fatta sentire anche nella sua attività e per vincerla ha trovato un rimedio artistico che ha dato nuova linfa al suo locale. “Ho cominciato alcuni anni fa, quasi per gioco, a ‘dipingere’ caffè e cappuccini”. In pochissimo tempo, per centinaia di volte al giorno, Giovanna, realizza quello che i suoi clienti chiedono come caffè o cappuccino ‘speciale’. Lei si arma di crema di latte, un pennello, uno stecchino, confettini di zucchero colorati dalle forme più svariate e realizza delle vere e proprie opere d’arte da consumarsi in… un sorso. “Il segreto sta nel farlo con amore e passione – Svela lei che da qualche anno ne ha fatti già decine di migliaia – Ognuno è diverso dall’altro, è impossibile farle tutte uguali anche se ci sono dei lavori che impiegano più tempo. Quando il cliente arriva e ne chiede uno, se rimane al bancone devo essere rapida perché evidentemente ha fretta. Quindi in meno di un minuto devo presentargli un caffè, che deve essere ovviamente buono, magari con la piacevole sorpresa che si aspetta. Se il cliente, invece, si siede al tavolo, magari posso dedicargli qualche istante in più nel realizzargli un cappuccino o un caffè macchiato, dal disegno più elaborato”. Una attività che ha risollevato il bar dandogli nuova linfa dato che i clienti sono aumentati in gran numero. Giovanna è originaria Cascano (Ce), dice che ama disegnare fin da quando è ragazza. “Dopo le medie stavo per iscrivermi al liceo Artistico, ma mi fidanzai e decisi di cambiare indirizzo”. La sua vena artistica, evidentemente, ha trovato dopo qualche anno, un altro sfogo e si è presentata come arte nel dipingere i caffè. “E’ necessaria tanta pazienza e praticità ma soprattutto la capacità di preparare una crema di latte montata ad arte altrimenti il disegno viene sbiadito, sgranato pieno di bolle. Se la crema di latte è buona, invece, il disegno resiste anche per 20 minuti”. Ma quasi mai si aspetta tanto, infatti i clienti, dopo averlo ammirato per qualche secondo, lo… bevono tutto d’un sorso. Ermanno Amedei

13 novembre 2012 0

Maltempo, aggiornamento Anas delle 12:45: restano chiusi alcuni tratti stradali a causa dei danni provocati dalle piogge e dalle inondazioni

Di admin

Migliorano lentamente le condizioni meteo ma permangono alcuni disagi sui tratti delle strade statali maggiormente colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sulle regioni del Centro Nord.

I tecnici e le squadre di emergenza dell’Anas sono ininterrottamente al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza nei tratti danneggiati dalle piogge e dalle inondazioni, al fine di ripristinare appena possibile i collegamenti interrotti.

Nel Lazio la strada statale 1 “Aurelia” a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, è stata riaperto alle 7,30 di questa mattina, con transito consentito solo in corsia di sorpasso dal km 109,000 al km 111,000. Il tratto era rimasto chiuso nella giornata di ieri per un allagamento, prima in entrambe le direzioni e poi solamente in direzione nord. Successivamente, dalle 21,00 di ieri alle 7,30 di stamattina la strada è rimasta temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni per consentire alle squadre dell’Anas di eseguire i necessari interventi per il ripristino delle condizioni di sicurezza.

In Toscana la strada statale 1 “Aurelia” resta chiusa in entrambe le direzioni, a causa degli allagamenti, per un tratto di circa 40 chilometri tra Grosseto Centro (km 185,600) a Orbetello Scalo (km 146,000).

Sulla strada statale 63 “del Valico del Cerreto”, che resta chiusa in località Serricciolo (dal km 4,8 al km 5,8) a causa del crollo del ponte sul torrente Aulella, in provincia di Massa Carrara, sono in corso le necessarie verifiche da parte dei tecnici dell’Anas per l’individuazione di una soluzione adatta a ripristinare appena possibile il collegamento. Al momento resta in vigore il divieto di transito lungo la statale per i mezzi pesanti di massa superiore alle 7,5 tonnellate.

Resta provvisoriamente chiusa a causa dei danni provocati dal maltempo anche la carreggiata sud (direzione Roma) della E45, tra gli svincoli di Pieve Santo Stefano (148,500) e Madonnuccia (143,500), in provincia di Arezzo, fino al completamento degli interventi di ripristino del piano viabile.

Sulla SS223 “di Paganico” (E78 tratto Grosseto-Siena), è chiuso lo svincolo di Batignano, in provincia di Grosseto (km 6,800), mentre sulla Siena-Bettolle (SS715) è provvisoriamente chiuso lo svincolo di Sinalunga (km 40,000) in provincia di Siena.

Infine, sulla SS12 “dell’Abetone e del Brennero” è stato istituito il senso unico alternato della circolazione a causa di una frana tra Bagni di Lucca e Borgo a Mozzano (km 48,100), in provincia di Lucca.

In Umbria, sul raccordo autostradale Perugia-Bettolle, è stato riaperto lo svincolo di Mantignana, nel comune di Corciano (PG), rimasto chiuso nel pomeriggio di ieri per allagamento.

Sempre in Umbria si segnala traffico in aumento sul raccordo autostradale Perugia-Bettolle, sulla E45 tra Perugia e Terni e sulla SS 675 “Umbro Laziale” tra Terni e Orte, a causa della chiusura dell’autostrada A1 nel tratto compreso tra i caselli di Valdichiana e Orte in direzione Roma e, in direzione Firenze, a da Orte a Chiusi.

Possibili rallentamenti sulla E45, all’altezza dello svincolo di Montebello (km 65,000), in provincia di Perugia, dove è presente un restringimento di carreggiata a causa dei danni provocati dal maltempo. Permane la chiusura in entrata dello svincolo.

Resta infine ancora chiusa a causa degli allagamenti di ieri la strada statale 205 “Amerina”, in entrambe le direzioni, da Baschi Scalo a Orvieto (dal km 47 al km 52), in provincia di Terni.

In Emilia Romagna, a causa dell’esondazione del torrente Scoltenna, è provvisoriamente chiusa la variante alla SS12 in corrispondenza dell’abitato di Pievepelago, in provincia di Modena. Il traffico è provvisoriamente deviato sulla SS12 “dell’Abetone e del Brennero”, con indicazioni sul posto.

Resta chiusa per i danni provocati dal maltempo carreggiata sud (direzione Roma) della E45, tra Bivio Montegelli (km 207,900), nel comune di Sogliano al Rubicone, e Mercato Saraceno (km 203,200), in provincia di Forlì Cesena, fino al completamento degli interventi di ripristino del piano viabile, previsto entro martedì 27 novembre. Il traffico è temporaneamente deviato sulla viabilità locale, con indicazioni sul posto.

Nelle Marche continua a piovere, al momento senza particolari criticità sulle strade statali. Si segnala soltanto un restringimento di carreggiata per i veicoli in direzione Ancona, sulla SS 76 “della Val d’Esino”, nel comune di Fabriano (dal km 12,000 al km 13,450), in provincia di Ancona. Il transito è consentito sulla corsia di sorpasso a causa di uno smottamento.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure, grazie all`applicazione `VAI`, disponibile per Android, iPad e iPhone (http://www.stradeanas.it/vaiapp), su tutti gli smartphone e i tablet. Il servizio di infoviabilità di Anas è presente gratuitamente in “Apple store” e in “Android market – Google Play”.

Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

13 novembre 2012 1

Scandalo alla Regione Lazio, Maruccio raggiunge Fiorito in galera. Il Tar obbliga la Polverini al voto

Di redazione

Vincenzo Maruccio, l’ex capogruppo dell’Idv al Consiglio regionale del Lazio, raggiunge Fiorito in carcere e lo scandalo della Regiopne Lazio può spaziare così dalla Maggioranza all’Opposizione. La guardia di Finanza lo ha arrestato questa mattina . su di lui si stava e si sta indagando per peculato. L’esponente dell’Italia dei Valori è accusato di aver intascato 700 mila euro destinati alle attività politiche del partito. Uno scandalo ulteriore dettato anche dalla “difficoltà” del Presidente Polverini, dimissionaria, nell’indicare una data per le nuove elezioni. Per questo è arrivato un provvedimento del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso del Movimento in difesa del cittadino. Il tribunale amministrativo ha intimato alla Polverini di indicare la data delle elezioni entro cinque giorni, e comunque elezioni da svolgere entro l’anno. Al provvedimento la stessa Polverini ha risposto ricorrendo al Consiglio di Stato sostenendo la necessità di rispettare lo statuto della Regione. E intanto i suoi colleghi continuano a maturare anzianità di servizio. Er. Amedei