Giorno: 15 novembre 2012

15 novembre 2012 0

Multe, stop alla decurtazione dei punti della patente in caso di ricorso al verbale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Interessante sentenza dell’11/10/2012 del giudice di pace di Verolanuova (Brescia) dott. Carlo Grimaldi, che fa il punto sull’annosa questione del rapporto tra gli effetti del ricorso avverso la sanzione principale e le conseguenze sulle sanzioni accessorie in materia del codice della Strada.

Accade, infatti, soventemente come sottolinea Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” che i comandi di Polizia Stradale ai vari livelli provvedano ad emettere comunque la sanzione amministrativa pecuniaria per l’omessa comunicazione dei dati di chi era alla guida ai fini della decurtazione dei punti dalla patente di guida anche quando il proprietario dell’auto o l’obbligato in solido abbiano presentato ricorso avverso la sanzione principale, per esempio quando è stato contestato il passaggio dell’incrocio con il semaforo rosso o l’eccessiva velocità e comunque tutte le volte in cui non c’è la contestazione immediata dell’infrazione mentre è prevista la sanzione accessoria della decurtazione dei punti della patente

La sentenza in oggetto fa chiarezza sulla questione stabilendo che l’invalidazione della multa per eccesso di velocità coinvolge anche l’omessa comunicazione dei dati del conducente anche quando vi sia stata la sola sospensione della sanzione principale.

Nel caso di specie, il giudice di merito ha accolto il ricorso del proprietario del veicolo che aveva subito la contestazione per omessa comunicazione dei dati del conducente nonostante avesse già proposto ritualmente opposizione alla contestazione per eccesso di velocità che era stata accolta con sentenza che aveva annullato il provvedimento opposto.

Secondo il giudice la circostanza costituiva giustificato motivo all’omessa contestata comunicazione. In tal senso, è stato proprio la legge ha chiarire definitivamente il rapporto tra sanzione principale ed accessoria in pendenza di ricorso ed in particolare l’articolo 7, comma 4 del Decreto Legislativo 150/11 che in materia di opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada, che dispone: «L’opposizione si estende anche alle sanzioni accessorie».

Nella fattispecie, con il decreto di fissazione dell’udienza di comparizione delle parti il giudice aveva disposto la sospensione dell’esecutività del verbale. Per tali ragioni, alla sospensione del provvedimento opposto doveva conseguire anche quella alle sanzioni accessorie e, tra queste, l’obbligo di comunicazione dei dati rilevato con il verbale opposto.

15 novembre 2012 0

Costa Concordia, esperti commissione europea e protezione civile italiana a confronto su gestione emergenza

Di admin

Si è conclusa oggi all’Isola del Giglio la due giorni organizzata dal Dipartimento della Protezione civile e dalla Commissione Europea dal titolo “Lesson Learnt on Costa Concordia emergency” dedicata all’analisi delle attività di ricerca e soccorso nelle prime fasi dell’emergenza causata dal naufragio della nave avvenuto lo scorso gennaio.

A partecipare all’incontro – tenutosi nella sala consiliare del Municipio a Giglio Castello e aperto dal saluto del sindaco Sergio Ortelli – esperti del Dipartimento della Protezione civile, del Ministero dell’Ambiente e delle strutture operative direttamente coinvolte nelle operazioni di gestione dell’emergenza, oltre ai delegati di 17 Paesi dell’Unione Europea partecipanti al Meccanismo europeo di Protezione civile specializzati in attività di “search and rescue” per incidenti in mare e di antinquinamento ambientale.

Obiettivo della due giorni è stato informare i delegati sulle attività e le procedure di gestione dell’emergenza, condividere opinioni e suggerimenti utili al perfezionamento della risposta operativa in caso di evento in campo internazionale. Al centro del dibattito sono state poste le prime attività di salvataggio a mare coordinate dalla Capitaneria di Porto, la sicurezza degli operatori, le operazioni di ricerca dei dispersi coordinate dal Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e che hanno impegnato anche le altre strutture operative del Servizio nazionale della Protezione Civile. Gli esperti del Dipartimento della protezione civile hanno poi illustrato le fasi successive di gestione dell’emergenza realizzate dalla Struttura Commissariale guidata dal Capo del Dipartimento, Franco Gabrielli: dal coordinamento delle diverse strutture operative presenti sull’isola al rapporto con le famiglie dei naufraghi e con la cittadinanza di Isola del Giglio. Si è discusso, inoltre, del piano di rimozione della Concordia, del suo impatto ambientale e del ruolo che sta svolgendo l’Osservatorio di monitoraggio.

«Questo incontro è stato una fruttuosa opportunità di scambio di informazioni per identificare le sfide da affrontare in tale particolare emergenza», ha dichiarato Laurent De Pierrefou, rappresentante della Commissione Europea. «Ringrazio il Dipartimento della Protezione civile per il supporto all’iniziativa, realizzata con quello spirito di stretta collaborazione che anima il Meccanismo di Protezione Civile europeo».

15 novembre 2012 1

Di Russo: “Donati 5 vouchers da un cittadino”

Di admin

“Un nostro concittadino ha recentemente acquistato cinque vouchers che ha poi donato al Comune per sostenere il progetto omonimo messo in campo, a partire dallo scorso anno, dall’assessorato alle politiche sociali di Cassino.” A dichiararlo è l’assessore alle politiche sociali del Comune di Cassino, Stefania Di Russo, che ha aggiunto “si tratta di un privato cittadino che ha contattato il Consigliere Maria Iannone, membro della seconda commissione consiliare permanente, per donare questi cinque buoni da destinare alla prima persona utile nella graduatoria del progetto voucher. Credo che questa donazione, oltre ad essere un esempio molto positivo, sia anche la dimostrazione di come ormai il progetto voucher, che è bene ricordarlo è un esempio di welfare attivo, venga percepito dalla città in maniera concreta. Inoltre è anche il segnale di come i cittadini di Cassino abbiano ben compreso l’attenzione e l’impegno che l’Amministrazione Petrarcone ha nei riguardi della fasce più deboli. Un impegno quotidiano che portiamo avanti, grazie anche all’indispensabile contributo della commissione consiliare competente, con determinazione, tenendo ben presente, come linea guida, la centralità della persona e l’attenzione verso ogni forma di disagio.”

15 novembre 2012 0

Tenta il suicidio, salvato grazie all’operatore del 112

Di admin

E’ riuscito a trattenerlo al telefono per circa due ore mentre i colleghi del Nucleo Radiomobile cercavano di individuare l’abitazione dalla quale stava chiamando. Un Carabiniere della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Chieti, questa notte, è riuscito a far desistere un uomo di 64 anni dal suicidarsi. La telefonata al numero di pronto intervento del 112 è arrivata verso le ore 1:00. L’uomo, abitante a Chieti, ha raccontato al militare che a causa di problemi con la moglie aveva deciso di togliersi la vita. Il carabiniere si è subito reso conto che non si trattava di uno scherzo, ed ha quindi cercato di far desistere l’uomo dal compiere tale gesto. Al telefono con lui per circa due ore, il militare ha cercato di cogliere tutti i particolari utili per individuare il luogo dal quale l’uomo stava chiamando. Nel frattempo, le gazzelle del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Chieti, perlustravano la zona dalla quale era partita la telefonata cercando di rinvenire l’auto della persona. Solo alle ore 3:00 circa, un’autoradio dei Carabinieri ha notato la vettura del 64enne parcheggiata in prossimità di una abitazione ubicata nelle vicinanze del centro commerciale Megalò. A quel punto, l’operatore del 112 ha chiesto al 64enne di aprire la porta ai suoi colleghi, che lo avevano ormai trovato, e l’uomo, fidandosi delle parole del militare, si è lasciato “salvare”. Il 64enne è stato poi accompagnato con una ambulanza in ospedale dove è stato ricoverato. Nell’abitazione i carabinieri hanno rinvenuto, legata ad una ringhiera, una corda in nylon con il cappio già pronto ed un tavolino, che sarebbero serviti a mettere in atto l’insano gesto.

15 novembre 2012 0

Muore e fa disperdere le sue ceneri in mare a Formia

Di redazione

Rispettate, questa mattina, le ultime volontà di una donna di Formia morta qualche giorno fa a causa di un male. Le sue ceneri, cosí come aveva sempre detto in vita la donna, dovevano essere disperse in mare e così stamattina é stato. il marito, dopo aver chiesto l’autorizzazione al Comune, a bordo di una imbarcazione provata, una volta al largo delle coste di Formia, a 300 metri dalla spiaggia, ha disperso le ceneri della defunta moglie nelle acque del mar Tirreno. Una fine auspicata da tanti ma che in pochi trovano il coraggio di mettere in pratica. Er. Amedei

15 novembre 2012 0

Cinquantaquattro falsi poveri denunciati dalla Finanza di Castel Volturno

Di admin

I Finanzieri della Compagnia di Mondragone hanno completato l’ultima fase di una vasta operazione che, durante il corrente anno, ha verificato le posizioni reddituali e patrimoniali di diversi nuclei familiari che, nel 2009, hanno presentato nei comuni di Castel Volturno e Mondragone, richieste finalizzate ad ottenere aiuti finanziari, in virtù delle disagiate condizioni economiche. I regolamenti comunali, infatti, prevedono che i cittadini meno abbienti possono presentare, tramite autocertificazione, richieste di contributi quali borse di studio, erogazioni economiche “una tantum” per coloro che si trovano senza reddito (c.d. reddito di cittadinanza), assegni di maternità e sovvenzioni per il pagamento degli affitti. Proprio in relazione all’erogazione di borse di studio, sono stati effettuati mirati controlli, mediante l’incrocio di complessi dati e notizie, finalizzati a verificare la correttezza delle autocertificazioni presentate dai cittadini per ottenere contributi integrativi. L’articolata operazione di servizio, durata circa 3 mesi, ha consentito alle Fiamme Gialle di individuare 54 soggetti che hanno presentato al Comune di Castel Volturno false attestazioni ISEE (Indicatore della Situazione Economico Equivalente), recanti redditi inferiori a quelli effettivamente percepiti, al fine di essere collocati in una posizione utile in graduatoria per ottenere l’erogazione degli aiuti economici. I predetti soggetti sono stati tutti denunciati alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per “falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico”. Alcuni di essi, come accertato dai Finanzieri, avevano richiesto gli aiuti economici anche se erano, tra l’altro, proprietari di immobili e vetture di lusso. L’attività posta in essere dalla Guardia di Finanza di Mondragone, oltre ad inibire l’erogazione dei benefici a favore delle persone a cui non spettavano, consentendo un immediato risparmio per le casse comunali di oltre 20 mila euro, ha consentito di recuperare a tassazione 300 mila euro di redditi non dichiarati. In totale l’operazione “SOLDI FACILI 2012” ha permesso di deferire all’A.G. un totale di 234 persone, recuperare a tassazione 750 mila euro e consentire un risparmio agli Enti interessati di circa 450 mila euro. Intanto, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, nella persona del sostituto procuratore Dott.ssa Antonella Cantiello, ha già esercitato l’azione penale nei confronti dei soggetti segnalati durante la prima fase dell’operazione.

15 novembre 2012 0

Tir investe e uccide pedone sull’A1 tra Lodi e Milano

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che, un incidente avvenuto alle 11:00 circa sull’A1 Milano – Napoli nel tratto tra Lodi e Milano Sud in direzione Milano all’altezza del Km 18, ha visto coinvolto un mezzo pesante che ha investito un pedone. La dinamica è in corso di accertamento e, la persona investita è deceduta. Sul luogo sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione 2° Tronco di Milano, attualmente (ore 11:25 circa) il traffico circola su 2 corsie e non si registrano turbative al traffico. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

15 novembre 2012 0

Maltempo, allerta meteo al sud e in Sicilia

Di admin

Una vasta depressione di matrice nord-africana, spostandosi sull’area ionica determinerà lo sviluppo di forti temporali che giungeranno a coinvolgere anche le regioni italiane più meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso, pertanto, un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede dalla mattinata di oggi, giovedì 15 novembre 2012, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, specie sui settori ionici. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento

È utile ricordare che sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo; a quanti si trovassero nelle aree interessate dall’allerta meteorologica si raccomanda, inoltre, di mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.