Giorno: 23 novembre 2012

23 novembre 2012 0

Ladri affezionati all’Angolo d’Abruzzo di Fossacesia, il locale derubato due volte in poco tempo

Di redazione

Con tanto di dispiacere dei proprietari i ladri sembrano essersi affezionati al bar Angolo d’abruzzo di Fossacesia, a pochi passi dalla celebre abbazia di San Giovanni in Venere. A settembre i malviventi si calarono dal soffitto e razziarono due televisori al plasma e un grosso quantitativo di stecche di sigarette per un bottino di circa 10 mila euro. Due notti fa, sono tornati, questa volta sono entrati dal retro della cucina e hanno preso un televisore al plasma che i proprietari avevano comprato e altre stecche di bionde, questa volta per un valore complessivo di circa 5 mila euro. Er. Amedei

23 novembre 2012 0

A 32 anni dal terremoto dell’Irpinia, ricordando le 2.914 vittime

Di redazione

Alle 19.34 di esattamente 32 anni fa, 2.914 persone morirono nel terremoto dell’Irpinia. Era il 23 novembre del 1980 e una scossa di magnitudo 6.9 con epicentro tra i comuni di Teora, Castelnuovo di Conza, e Conza della Campania, fece vittime, feriti e danni in un’area di 17mila chilometri tra Campania e Basilicata. Novanta secondi di terrore causarono la devastazione in comuni come Castelnuovo di Conza, Conza della Campania, Laviano, Lioni, Sant’Angelo dei Lombardi e Santomenna. Oggi, in questi comuni, così come in ogni altro dove sono state contate vittime, si sono svolte cerimonie commemorative per ricordare il triste giorno. Er. Amedei

23 novembre 2012 Non attivi

A Cassino ordigno da 500 libre ritrovato grazie ad indicazioni di una 85enne italo americana

Di redazione

La cercavano da agosto, artificieri e vigili del fuoco, come in una caccia al tesoro, erano sulle tracce di una grossa bomba di aereo di produzione americana sganciata su cassino nel corso della seconda guerra mondiale. A segnalarne la presenza in un terreno in via Selvotta a Cassino, era stata una italo americana di 85 anni, testimone oculare della battaglia di Cassino. La donna che vive negli stati uniti, da ragazzina aveva assistito all’interramento del grosso ordigno e da adulta ne aveva raccontato la presenza ai nuovi proprietari del terreno. Dopo mesi di ricerche, questa mattina gli artificieri l’anno individuata e, con estrema cautela, l’hanno riportata alla luce. Era a tre metri di profondità. Si tratta di un ordigno da 500 libbre, con spoletta di innesco posteriore e anteriore. Messa al sicuro, i tecnici dovranno valutare come intervenire e quali precauzioni prendere per rimuoverla.

23 novembre 2012 0

Studenti in piazza anche a Lanciano, protestano in 1500

Di redazione

Studenti in piazza anche a Lanciano. Circa 1500 provenienti anche dagli istituti superiori di Casoli, Guardiagrele e Villa Santa Maria, hanno manifestato nella città frentana così come hanno fatto i loro colleghi in altri centro d’Italia. Sulle barricate contro la riforma del sistema scolastico, quindi, ci sono anche gli studenti abruzzesi che, questa mattina, hanno fatto sentire la loro voce contro i provvedimenti del Governo Monti. Er. Amedei Foto Andrea Colacioppo

23 novembre 2012 0

Evasione fiscale: quattro società, immobili e conti correnti sequestrate dalla Finanza a Pescara

Di redazione

Quattro società e relative quote societarie, un immobile ed una decina di conti correnti per la complessiva somma di 422 mila euro circa è quanto hanno assicurato allo Stato dai finanzieri del Comando Provinciale di Pescara. A tanto ammonta il valore dei sequestri preventivi finalizzati alla confisca per equivalente a fronte di una frode fiscale svelata dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Popoli a seguito di una verifica fiscale condotta nei confronti di una società con sede in Bussi sul Tirino e specializzata nella fabbricazione di cisterne, serbatoi e contenitori in metallo. La misura ablativa è stata disposta dal Gip del Tribunale di Pescara che ha accolto le richieste formulate dalla locale Procura della Repubblica. Le Fiamme Gialle nel corso di una più ampia attività di polizia economico finanziaria hanno scoperto che la società, da oltre cinque anni, non provvedeva al versamento delle imposte dovute per un ammontare complessivo di oltre 5 milioni di euro e che dietro l’amministratore si celava, di fatto, un soggetto già colpito da pregressa sentenza di fallimento, vero dominus ed amministratore della società. Le indagini hanno altresì svelato un complesso progetto evasivo posto in essere attraverso la costituzione di società di comodo, un circuito di false fatture per ingenti costi, il reinvestimento degli utili a meri prestanomi ed il fallimento finale delle società interessate. Il sequestro delle quote societarie (per un valore totale di € 141.200,00) ha interessato nr. 4 realtà aziendali tutte risultate nelle disponibilità dei due principali indagati, ubicate in Bussi sul Tirino (PE), Capestrano (AQ) e L’Aquila ma aventi sedi operative nella sola provincia di Pescara. Al vertice delle stesse, per garantire la continuità delle commesse e la salvaguardia dei posti di lavoro, il Tribunale ha nominato di un amministratore giudiziario. Si è così impedito, da una parte la continuazione dell’illecito comportamento e, dall’altra non solo garantito il fisco per le imposte evase (anche grazie all’applicazione della norma introdotta dalla “legge finanziaria 2008” che estende ai reati fiscali, la cd. “confisca per equivalente”, sul profitto del reato e, cioè, l’imposta evasa ed illecitamente “risparmiata” perché non versata nelle casse dello Stato) ma anche consentito all’azienda di continuare “a lavorare” sotto la vigilanza di un amministratore giudiziario mantenendo, così, i posti di lavoro. L’operazione condotta dalle Fiamme Gialle pescaresi non è che l’ultima di una serie di sequestri “per equivalente” che i reparti del Comando Provinciale hanno effettuato in tutta la provincia per un valore complessivo di € 18.000.000,00 circa di disponibilità finanziarie, di ben 135 unità immobiliari ed 87 tra terreni e mobili registrati. Insomma, una costante azione tesa ad arginare gli illeciti economici e finanziari ed una sorta di “barriera di protezione” a tutela di coloro che rispettano le regole e che, pur con sacrifici e difficoltà, continuano a contribuire al sostegno e alla crescita del Paese.

23 novembre 2012 0

Spacciava cocaina a giovanissimi, arrestato 41enne di Rotello

Di redazione

I carabinieri hanno da poco concluso un’operazione anti-droga, con l’esecuzione di perquisizioni domiciliari a Rotello e Santa Croce di Magliano, che ha portato all’arresto di C.G., 41enne pregiudicato della zona, su esecuzione di un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Larino. L’attività, sotto la direzione della Procura della Repubblica frentana, è stata condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Larino con la collaborazione delle Stazioni di Rotello, Santa Croce di Magliano e del Nucleo Cinofili Carabinieri di Chieti. Sin dalla prime ore del mattino, i militari hanno atteso il momento propizio per effettuare l’ingresso nell’abitazione del soggetto da sottoporre a restrizione e, una volta individuatolo, hanno proceduto alle perquisizioni nei domicili di sua pertinenza e sui suoi mezzi di trasporto. Il provvedimento eseguito è stato emesso dall’A.G. sulla base delle indagini condotte, negli ultimi mesi, dagli stessi carabinieri. I riscontri ottenuti dai militari, grazie alla costante collaborazione con le Stazioni ed ai pedinamenti effettuati in abiti civili, hanno consentito di dimostrare che il soggetto oggi arrestato aveva una frequente attività di spaccio al dettaglio di cocaina rivolto a giovani assuntori della zona. Questi ultimi, che sono stati sistematicamente segnalati alla Prefettura di Campobasso, avevano quale elemento comune la conoscenza di C.G., per cui è stato per i militari possibile procedere ad attente verifiche ed osservazioni dei suoi spostamenti sino a certificarne l’attività illegale. L’uomo, ora, si trova ristretto presso la Casa Circondariale di Larino.

23 novembre 2012 0

Topo di appartamento in manette a Castel Volturno

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Castel Volturno, insieme a quelli della C.I.O. 3° Battaglione Carabinieri Lombardia, hanno arrestato Singh Sukhwinder, 36 anni, cittadino extracomunitario irregolare sul territorio nazionale, senza fissa dimora, per tentato furto aggravato in abitazione. I carabinieri hanno individuato l’uomo all’interno di un abitazione del luogo dove si era introdotto forzando la porta di ingresso e dove aveva messo completamente a soqquadro le camere dell’appartamento nel tentativo di asportare preziosi ed oggetti vari. L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri in attesa del rito direttissimo.

23 novembre 2012 0

Tremila studenti in marcia a Cassino contro la riforma della scuola – LE FOTO

Di redazione

Sono stati oltre tre mila gli studenti della scuola superiore che, questa mattina, sono scesi in piazza a Cassino. Le fila del corteo sono state ingrossate da studenti provenienti anche da Pontecorvo, tutti per protestare contro la riforma della scuola giudicata dagli studenti ulteriore spallata al sistema scolastico pubblico a vantaggio di quello privato. Il corteo si è snodato per la città per poi terminare in piazza De Gasperi davanti al Comune. Un segnale forte che arriva da ogni istituto di scuola superiore. Foto Alberto Ceccon