pubblicato il1 novembre 2012 alle 22:14

Dalla Commissione Europea un “calcio in culo” alla piccola industria italiana e del continente. Bocciata la proposta sul Made In

Bastonati e disarmati da chi ci dovrebbe tutelare. E’ quata la sensazione che rimane leggendo l’ultimo articolo di Max Latempa nella sua rubrica Il Mondo Spalle al Muro. Un impegno, quello del nostro esperto in economia, nel divulgare notizie di importanza vitale per interi settori produttivi, e quindi di importanza vitale per la società, che troppo spesso finiscono snobbate dalla stampa che conta. La bocciatura della proposta di istituire un Regolamento per limitare le modalità dell’uso della dicitura Made In, al fine di salvare le produzioni locali, suona come una ulteriore genuflessione alle lobby a discapito di chi tenta di sopravvivere in un tessuto produttivo invaso dalle produzioni straniere.
Clicca e leggi

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07