Maltempo, a Formia 80enne trascinata via dall’acqua mentre era a casa

1 novembre 2012 0 Di redazione

Il maltempo di questa notte è costata la vita ad una donna di 80 anni trascinata via dalle acque del Fossato Pontone mentre era nella sua abitazione in località Canzatora a Formia. Il suo corpo è stato ritrovato poco dopo la mezzanotte, in un campo ad un centinaio di metri dalla casa. L’emergenza nella zona è iniziata poco prima delle 22 quando il corso d’acqua che raccoglie il flusso dalle colline circostanti, ha esondato scaricando tutta la sua furia nei campi e nelle case del circondario.

“Siamo saliti sui tetti – racconta un testimone – e abbiamo aspettato che passasse l’onda di piena prima di scendere a contare i danni”. Un altro invece ha racconta che quando hanno visto che sulla strada c’erano almeno due metri d’acqua, sono usciti dalla finestra che dava sul retro della casa e hanno trovato scampo su una collinetta.

Una fuga impossibile per Concetta Gigliano, 82enne con difficoltà a deambulare. Il suo corpo è stato trascinato via dalla sua abitazione e ritrovato ad un centinaio di metri in un campo. Ricoverato in ospedale a Formia in stato di ipotermia il marito G. A., lui è rimasto aggrappato riuscendo a resistere alla furia dell’acqua.

Quel che resta, questa mattina, è tanto fango, detriti di ogni genere, segni di bagnato sui muri alti anche due metri, la disperazione della gente di fronte a tanta devastazione e un fiume che, ormai farà paura non appena inizierà a piovere.

Distrutti muri di contenimento, ma anche colture, come una intera serra in cui si coltivavano zucchine. Due chilometri circa, dalla zona dei 25 Ponti fino al mare, al confine tra Formai e Gaeta in cui, questa notte, si sono vissute ore drammatiche.
Ermanno Amedei