Originale iniziativa di una barista a Gaeta, vince la crisi con opere d’arte che si consumano… in un sorso

13 novembre 2012 0 Di redazione

Ha vinto la crisi con una originale arte, quella di decorare i caffè che prepara ai clienti del suo bar a Gaeta. Giovanna Pompeo ha 36 anni, sposata e madre di due figlie, è la titolare de “La Caffetteria” di fronte alla stradina che sale fino al santuario della Montagna Spaccata. La crisi si era fatta sentire anche nella sua attività e per vincerla ha trovato un rimedio artistico che ha dato nuova linfa al suo locale. “Ho cominciato alcuni anni fa, quasi per gioco, a ‘dipingere’ caffè e cappuccini”.

In pochissimo tempo, per centinaia di volte al giorno, Giovanna, realizza quello che i suoi clienti chiedono come caffè o cappuccino ‘speciale’. Lei si arma di crema di latte, un pennello, uno stecchino, confettini di zucchero colorati dalle forme più svariate e realizza delle vere e proprie opere d’arte da consumarsi in… un sorso. “Il segreto sta nel farlo con amore e passione – Svela lei che da qualche anno ne ha fatti già decine di migliaia – Ognuno è diverso dall’altro, è impossibile farle tutte uguali anche se ci sono dei lavori che impiegano più tempo. Quando il cliente arriva e ne chiede uno, se rimane al bancone devo essere rapida perché evidentemente ha fretta.

Quindi in meno di un minuto devo presentargli un caffè, che deve essere ovviamente buono, magari con la piacevole sorpresa che si aspetta. Se il cliente, invece, si siede al tavolo, magari posso dedicargli qualche istante in più nel realizzargli un cappuccino o un caffè macchiato, dal disegno più elaborato”. Una attività che ha risollevato il bar dandogli nuova linfa dato che i clienti sono aumentati in gran numero. Giovanna è originaria Cascano (Ce), dice che ama disegnare fin da quando è ragazza. “Dopo le medie stavo per iscrivermi al liceo Artistico, ma mi fidanzai e decisi di cambiare indirizzo”. La sua vena artistica, evidentemente, ha trovato dopo qualche anno, un altro sfogo e si è presentata come arte nel dipingere i caffè.

“E’ necessaria tanta pazienza e praticità ma soprattutto la capacità di preparare una crema di latte montata ad arte altrimenti il disegno viene sbiadito, sgranato pieno di bolle. Se la crema di latte è buona, invece, il disegno resiste anche per 20 minuti”. Ma quasi mai si aspetta tanto, infatti i clienti, dopo averlo ammirato per qualche secondo, lo… bevono tutto d’un sorso.
Ermanno Amedei