pubblicato il26 novembre 2012 alle 19:04

Primarie centrosinistra: vince Bersani, ma Vendola conquista il 30%

Grande affluenza di votanti ieri alla biblioteca ‘P. Malatesta’ alle primarie per la scelta del candidato Premier per il centrosinistra, alle prossime elezioni politiche. Una grande partecipazione dei cittadini di Cassino nella scelta del candidato più gradito a guidare il nostro Paese dopo l’esperienza del governo tecnico. Fin dall’apertura dei seggi si sono registrate code di votanti per tutto l’arco della giornata. Le cifre del resto parlano chiaro oltre 1200 i cittadini che hanno voluto partecipare alla consultazione. All’apertura delle urne, poi, i risultati hanno dato un andamento diverso, anche se di poco rispetto ai risultati nazionali. Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, ha ottenuto la maggior parte dei voti, raccogliendo 425 preferenze, pari al 35,9%; il suo diretto antagonista, Matteo Renzi, ha ottenuto 388 voti, che in percentuale rappresentano il 32, 7%. La vera sorpresa, però, è stata per il risultato di Nichi Vendola che a Cassino, quasi in controtendenza rispetto ai dati nazionali, ha ottenuto 352 voti con una percentuale pari al 29,8%. Solo 7 voti per Tabacci e 12 preferenze per Laura Puppato. Un successo inaspettato per il Governatore della Puglia, quello raccolto a Cassino che soddisfa pienamente i rappresentanti di Sinistra Ecologia e Libertà. “Le primarie del centrosinistra a Cassino hanno fatto registrare per Nichi Vendola un risultato eccezionale pari al 30%.” Questo il commento del coordinatore del circolo cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà Angelo Costanzo. “Il risultato di Cassino è il migliore tra i grandi centri della provincia di Frosinone e secondo a livello nazionale solo ad alcune città del Sud Italia. Questo è sicuramente il risultato del lavoro che il circolo di Sinistra Ecologia Libertà ha portato avanti nella nostra città. Un lavoro frutto del grande entusiasmo dei compagni e delle compagne che hanno fornito un contributo eccezionale sia in termini di impegno politico che operativo per lo svolgimento di questa grande esperienza di partecipazione democratica. Ma è stato anche il frutto dell’impegno degli amministratori locali di Sel e di tutti i militanti, a livello territoriale, che sono riusciti a coinvolgere anche altri cittadini di sinistra e personalità impegnate politicamente nella nostra città, convogliando su Vendola un considerevole consenso. A tutti questi va il plauso e il ringraziamento per il sostegno alla candidatura e al progetto politico di rinnovamento rappresentato da Nichi Vendola.  Questa partecipazione popolare di certo è stata una tappa importante per il fronte democratico e progressista di Cassino, che ha visto un impegno comune e solidale tra il nostro circolo e il partito democratico e il PSI locale, che lascia sperare ulteriori e nuove collaborazioni.  Sinistra ecologia e libertà di Cassino continuerà a perseguire gli obiettivi principali del programma di “Italia bene comune” e sosterrà chi si occuperà delle questioni che noi abbiamo messo al centro della discussione politica, ovvero innanzitutto la difesa dei diritti dei lavoratori, l’ambiente, lo sviluppo e l’attenzione nei riguardi delle fasce più deboli, per ricostruire in Italia ed anche a Cassino una forte identità di sinistra in un rinnovato centrosinistra ”. Domenica 2 dicembre ci sarà il turno di ballottaggio fra Bersani e Renzi.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07