pubblicato il16 novembre 2012 alle 15:59

Sermoneta, il comune mette a disposizione Borse lavoro per inoccupati o disoccupati

Un aiuto concreto a chi è in difficoltà economica e senza lavoro. Il Comune di Sermoneta ha promosso le Borse Lavoro Sociali attraverso un’attività di tirocinio formativo presso aziende del territorio. La gestione del progetto, che vede Latina Comune Capofila e che coinvolge anche gli altri comuni del distretto socio sanitario Latina2, è stata affidata alla Cooperativa Sociale “Il Gabbiano” di Latina. Lo scopo è di sostenere un percorso individualizzato per “l’uscita” della persona dalla marginalità sociale. La borsa lavoro si configura all’interno di questo percorso come uno strumento educativo/formativo volto a facilitare sia l’inserimento nel mercato del lavoro di soggetti appartenenti alle cosiddette “fasce deboli”, sia la socializzazione e l’orientamento per sostenere l’integrazione. “Questo progetto rientra in una più ampia politica dell’Amministrazione comunale tesa ad offrire un aiuto concreto alle persone che vivono un periodo di difficoltà”, spiega il Sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli, “e che ha visto da quest’anno l’istituzione del Fondo di Solidarietà per le famiglie”.

I destinatari del Progetto sono disoccupati o inoccupati da almeno 6 mesi, iscritti al Centro per l’Impiego, residenti a Sermoneta da almeno 2 anni ed avere un reddito Isee inferiore a 7.000 euro, oltre ad essere in condizioni fisiche idonee a svolgere attività lavorative socialmente utili. Se invalidi, è richiesta una percentuale di invalidità inferiore al 73%, con idoneità lavorativa.

Il contributo economico mensile è di € 300 onnicomprensivi ed ogni singola borsa lavoro potrà avere una durata massima di 6 mesi non prorogabile.

La borsa lavoro non è cumulabile con altre tipologie di assistenza economica percepite dal soggetto. Sono esclusi dalla partecipazione al Bando gli appartenenti ai nuclei familiari che fruiscono di “assegni di cura”, “contributi economici straordinari o finalizzati”, “assegni di reinserimento per disagiati mentali”, “interventi per la non autosufficienza”.

Il borsista potrà essere inserito in aziende del territorio e operanti nei seguenti ambiti lavorativi: agricoltura, artigianato, industria, commercio e servizi. In base all’attività da espletare ai borsisti potranno essere eventualmente forniti: attrezzi, utensili, indumenti da lavoro ecc… Ogni borsista sarà tenuto a svolgere 20 ore settimanali di attività.

Al Comune di Sermoneta sono assegnate 2 borse lavoro, mentre altre 6 saranno individuate nell’ambito del distretto: 3 per soggetti tra i 17 e 21 anni seguiti dai Servizi Sociali e 3 per persone riconosciute come affette al momento o in passato, da dipendenza da sostanze in carico al SERT. Queste persone non saranno tenute a presentare domanda.

La domanda di partecipazione va redatta su un apposito modulo da ritirare presso il Comune di Sermoneta o scaricabile dal sito www.comunedisermoneta.it, inoltrandola con la documentazione aggiuntiva richiesta entro il 14 dicembre 2012 al protocollo generale del Comune o a mezzo Raccomandata A/R. Per informazioni, si può contattare il Segretariato Sociale del Comune di Sermoneta di via delle Valli 17 allo 0773 30413.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07