Siti industriali pericolosi per la salute e l’ambiente sequestrati dalla Guardia di Finanza a Ceccano Aquino e Ferentino

7 novembre 2012 0 Di admin

Sono stati convalidati oggi dall’Autorità Giudiziaria i sequestri operati dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, nell’ambito di un’attività d’iniziativa finalizzata alla prevenzione e alla repressione delle violazioni di natura ambientale ed ecologica, nonché alla tutela della salute pubblica, che hanno riguardato 3 aree della superficie complessiva di oltre 150.000 mq., di cui 50.000 mq. costituiti da fabbricati industriali ed artigianali coperti.

L’operazione di servizio, denominata “Rubbish”, si è svolta nei Comuni di Ferentino, Ceccano ed Aquino.

I fabbricati sottoposti a sequestro versavano in evidente stato di fatiscenza e minacciavano rovina; parti di tetto e di mura erano già crollate e giacevano sul terreno in conseguenza dei crolli che avevano devastato le strutture.

Sui terreni, inoltre, risultavano accatastate lastre in amianto ed eternit per oltre 50.000 mq., materiale ferroso, plastica, amianto in polvere ed oltre 100 metri cubi di carcasse di pneumatici.

All’interno di una delle aree sequestrate, in passato, operava un’azienda che produceva lastre in eternit, mentre le altre due aree erano utilizzate per lo svolgimento di un’ attività di smaltimento di rifiuti e di un’attività artigianale.

Al termine dell’operazione i responsabili delle attività economiche insistenti sulle aree interessate, in numero di tre persone, sono stati denunciati alle Autorità Giudiziarie di Frosinone e di Cassino per il reato di gestione di rifiuti non autorizzata.