Giorno: 4 dicembre 2012

4 dicembre 2012 1

Trattativa Stato-mafia: La Consulta accoglie il ricorso di Napolitano

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Corte costituzionale ha accolto il ricorso proposto dal Presidente della Repubblica dichiarando che non spettava alla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Palermo di valutare la rilevanza della documentazione relativa alle intercettazioni delle conversazioni telefoniche del Presidente della Repubblica  e neppure spettava di omettere di chiederne al giudice l’immediata distruzione e con modalità idonee ad assicurare la segretezza del loro contenuto, esclusa comunque la sottoposizione della stessa al contraddittorio delle parti. Lo riferisce una nota della Consulta. “Le decisioni della Consulta non si commentano. Ne prendiamo atto”, ha affermato il Procuratore Capo di Palermo Francesco Messineo. Il caso è quello delle telefonate fra Giorgio Napolitano e Nicola Mancino, ex ministro dell’Interno, ex presidente del Senato ed ex vicepresidente del Csm, indagato nel procedimento sulla trattativa Stato-mafia. Conversazioni intercettate casualmente nel corso delle investigazioni su Mancino, che la Procura ha giudicato irrilevanti e destinate alla distruzione attraverso le procedure di legge.

4 dicembre 2012 0

Rinvenuto teschio umano con foro alla tempia, macabro ritrovamento nel casertano

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Castel Volturno hanno rinvenuto in località Mezzagne un teschio umano, privo della mandibola, che presenta un foro all’altezza temporale sinistra. I militari sono stati attirati dal resto umano che fuoriusciva dal terreno adiacente al ciglio della strada sterrata che costeggia il laghetto artificiale ivi presente. Sono stati effettuati i rilievi dal Nucleo Operativo della Compagnia di Mondragone. La scatola cranica è stata trasportata presso l’istituto di medicina legale di Caserta per i successivi esami.

4 dicembre 2012 0

Santa Barbara a Frosinone, consegnati gli attestati ai vigili del fuoco in pensione

Di redazione

I meriti vanno riconosciuti, in particolare quelli di chi si prodiga per gli altri, al servizio della pubblica sicurezza e della incolumità della gente comune. I vigili del fuoco sono questo; sono coloro che per salvare la vita degli altri mettono a rischio la propria. Quasi quotidianamente ciscuno di loro deve avvicinarsi ad un’auto incidentata per estrarre un ferito pur sapendo che quell’auto può nascondere insidie mortali; oppure aprire una porta o una finestra dietro la quale c’è un incendio, o calarsi in un dirupo per recuperare qualcuno. Quando un vigile del fuoco va in pensione, può raccontare di aver vissuto nella sua carriera miglia di queste esperienze. Ecco perché oggi, la consegna degli attestati ai vigili del fuoco di Frosinone pensionati nel corso dell’anno, è stato il punto focale delle intere celebrazioni in onore di Santa Barbara. Sono loro la riprova che le preghiere alla protettrice non sono vane. Tra coloro che hanno ricevuto l’attestato direttamente dalle mani del comandante provinciale Maurizio Liberati, c’era il Capo Reparto Esperto Giuseppe Simeoli, uno che come tanti suoi colleghi ha speso la vita nel Corpo; un amico di questa redazione a cui facciamo gli auguri unitamente ai suoi colleghi. Ermanno Amedei

4 dicembre 2012 0

Abruzzo, Chiodi: “Abbiamo restituito dignità alla Regione”

Di redazione

“Abbiamo restituito dignità alla Regione Abruzzo. Non solo l’abbiamo risanata dal punto di vista finanziario, ma anche dal punto di vista etico e morale”. Lo ha detto il Presidente della Regione Gianni Chiodi, in un’intervista rilasciata alla web tv del Consiglio regionale, per replicare alle critiche del segretario regionale del PD Silvio Paolucci, secondo cui Chiodi “durante il suo mandato avrebbe solo ridotto le tasse”. “Abbiamo ridotto il debito pubblico regionale del 25 per cento – ha continuato Chiodi – mentre lo Stato non ancora riesce a ridurlo. E abbiamo anche risanato la sanità senza pregiudicare la qualità dei servizi. Senza considerare il taglio drastico ai costi della politica, che ci ha fatto diventare la Regione a cui tutte le altre devono uniformarsi”.

4 dicembre 2012 0

Investita mentre attraversava la strada, grave una 22enne di Casalanguida

Di redazione

Un cittadino albanese di 60 anni, nel tardo pomeriggio di ieri, mentre procedeva, con la sua Fiat Punto, sulla strada provinciale Pedemontana, ha investito una ragazza di 22 anni di Casalanguida (CH) che attraversava la strada. Sul posto, sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Lanciano e i militari della stazione di Casoli che stanno eseguendo gli accertamenti del caso, per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. La giovane è stata trasportata all’ospedale civile di Pescara dove è stata ricoverata in prognosi riservata.

4 dicembre 2012 0

Cade da un albero davanti al tribunale di Lanciano, operaio comunale ferito

Di redazione

Un operaio comunale di 52 anni, questa mattina, è rimasto ferito cadendo dall’albero che stava potandoi davanti al tribunale di Lanciano. Non sono chiare le cause dell’incidente, ma il 52enne, cadendo al suolo, ha riportato un trauma lombo sacrale e, per questo, è stato immediatamente trasportato nel vicino ospedale Renzetti e sottoposto agli accertamenti del caso. er. amedei

4 dicembre 2012 0

SEL-Cassino: soddisfazione per il risultato delle primarie. Diritto alla salute sempre più a rischio nel Lazio

Di redazionecassino1

Il circolo di Sinistra Ecologia Libertà di Cassino manifesta la propria soddisfazione per la vittoria di Bersani al ballottaggio di domenica scorsa per la primarie del Centrosinistra, salutando con entusiasmo l’apporto decisivo portato dagli elettori di Vendola nell’assicurare al segretario democratico un margine così ampio rispetto allo sfidante Renzi. Questo è accaduto a livello nazionale e anche a Cassino, dove i voti al presidente di Sel sono confluiti quasi totalmente in un senso. Da questo risultato emerge che nell’elettorato di Centrosinistra c’è un ampio movimento d’opinione che spinge per una svolta progressista per l’Italia. Il Pd, d’altro canto, dovrà da oggi guardare con decisione a sinistra senza più alibi e costruire con Sel, Psi e le forze politiche, sociali e civiche di questo Paese, un vasto schieramento che vinca le prossime elezioni politiche e sappia applicare un deciso riformismo, anche radicale su talune questioni, per riportare al centro dell’agenda di governo i temi del lavoro, lo sviluppo, l’ambiente, i diritti civili e la giustizia sociale. E’ ora che si superi il rigorismo economico che come un cappio soffoca i cittadini e con il progressivo taglio all’erogazione quotidiana dei servizi essenziali. Il concetto di Europa che va ripensato in senso di maggiore attenzione alle questioni relative al Bene Comune. Da cui discende la tutela dei diritti essenziali dell’uomo, come quello alla salute oggi messo più che mai a repentaglio sul nostro territorio dai tagli draconiani del governo Monti e dal blocco dei fondi regionali, come dimostrano le questioni drammatiche che riguardano il San Raffaele e le altre Cliniche convenzionate operanti in città. Siamo di fronte a ferite profonde per l’assistenza sanitaria della popolazione locale, con la perdita di posti letto e di servizi fondamentali, finanche a colpire i diversamente abili. A ciò si aggiunga la pesante ricaduta occupazionale, con perdita di centinaia di posti di lavoro. Sinistra Ecologia Libertà, unitamente alle associazioni sindacali e alle altre forze politiche riformiste, è a fianco dei lavoratori, dei pazienti e delle loro famiglie nella battaglia a difesa di valori, quelli della salute e del lavoro, che sono diritti inalienabili e non derogabili. Nella importante manifestazione di ieri, che si è svolta in città, è stata presente con i propri militanti e amministratori cittadini a sostegno delle istanze dei manifestanti, per affermare che un’altra via è possibile nella costruzione di una nuova identità per il nostro territorio e il nostro Paese, sapendo interpretare il cambiamento della società senza mai rinunciare al principio dell’eguaglianza nella libertà.

4 dicembre 2012 0

A.S. La Cobas: Il bluff della FIAT sugli investimenti per lo stabilimento di Cassino continua!Solo l’Europa puo’ salvare i posti di lavoro.

Di redazionecassino1

Marchionne continua a utilizzare la “scusa” del costo del lavoro come problema italiano in modo strumentale, per deviare l’attenzione dal problema centrale. Tanto più si discute di produttività del lavoro, tanto più si nascondono i problemi veri del settore. Secondo l’A.D. della Fiat, lo stabilimento di Piedimonte San Germano sarebbe poco produttivo e profittevole nemmeno se ci fossero gli schiavi. Con una aggravante, che in qualche misura deve far pensare. Molti imprenditori metalmeccanici hanno appoggiato la lotta di classe della Fiat su orario di lavoro e salario non perché fosse un modello adeguato per rispondere alla crisi del settore, ma perché tornava utile per imporre condizioni di lavoro restrittive. In qualche misura hanno usato Fiat per un tornaconto personale. Infatti, dopo sono arrivate la riforma del marcato del lavoro e la manomissione dell’articolo 18.Questa è la miseria della classe dirigente italiana.

La caduta della domanda del 2011 e del 2012 era più che prevedibile date le politiche restrittive adottate da tutti i Paesi europei. Tutti sapevano che il mercato dell’auto sarebbe andato incontro ad una grande crisi di ristrutturazione, ma nessuno ha pensato di guidare il processo di razionalizzazione a livello europeo cercando di salvare quanto di buono esisteva. Se consideriamo il lavoro diretto e indiretto  il settore occupa  nel Cassinate quasi 20 mila Lavoratori e Lavoratrici, soprattutto nell’assemblaggio . La politica locale e nazionale hanno fatto, sin ora, ben poco, per salvaguardare i posti di posti di Lavoro e lo stabilimento di Cassino. Forse è giunto il momento di coinvolgere la Commissione Europea per guidare il necessario processo di ristrutturazione del settore delle automotive, in particolare quello dell’auto. L’Europa dovrebbe assumere un ruolo guida del necessario processo di ristrutturazione del settore, sulla base delle competenze, delle economie di scala, nonché dell’orizzonte europeo in materia di green economy. In oltre, l’intervento della Commissione permetterebbe di uscire dalle logiche locali, statali e fiscali, consegnando il progetto automotive alla politica industriale europea, evitando di mettere in competizione le diverse società automobilistiche sulla base dei diritti dei lavoratori.

 

 

4 dicembre 2012 0

Petrarcone: “Presenteremo quanto deliberato dalla Consulta dei sindaci al Commissario per la sanità Bondi”

Di redazionecassino1

“Essere oggi a Roma rappresenta un altro passo nell’azione che tutti noi abbiamo intrapreso per difendere il diritto all’assistenza e quindi alla salute nel nostro territorio.” A dichiararlo è il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, oggi a Roma, insieme ad altri due primi cittadini del territorio ed alle sigle sindacali più rappresentative, per incontrare il commissario straordinario per la Sanità del Lazio, Enrico Bondi. “Proprio ieri abbiamo – ha continuato Petrarcone – nel corso di una seduta della Consulta dei sindaci molto partecipata, deliberato di attivare ogni Comune del territorio per tutte le iniziative idonee a scongiurare i tagli prospettati dalle decisioni nazionali e regionali. Una delibera che sottoporremo al commissario straordinario per la Sanità del Lazio Bondi e che dimostra la volontà condivisa da tutti gli Enti Locali del territorio di salvaguardare i posti letto, già sacrificati a seguito dei tagli imposti dal decreto del Commissario Polverini, nella nostra Provincia sia per le strutture pubbliche che per quelle private. Un’azione che intendiamo portare avanti con determinazione contestualmente alla sollecitazione, sempre nei confronti della Regione, affinché vengano trasferiti i fondi che spettano, per le urgenti necessità, alla clinica San Raffaele. Risulta, fondamentale infatti, tutelare la sanità e potenziarne gli investimenti con particolare riferimento al cassinate ed al Basso Lazio; per questo continuiamo nella nostra azione sinergica il cui obiettivo è quello di vedere rispettati i diritti dei cittadini del nostro territorio.”

4 dicembre 2012 0

Taglio delle Province – Abruzzese: “Aderisco alla manifestazione per difendere la Ciociaria”

Di redazionecassino1

“Torno a dire che sul taglio delle province, dobbiamo continuare ad insistere perché il decreto venga rivisto in alcune sue parti che costituiscono già oggi oggetto di emendamenti in Commissione Affari Costituzionali del Senato. Per questo motivo aderisco alla manifestazione che amministratori, cittadini, comitati civici e associazioni, in rappresentanza della Ciociaria, guideranno alla volta del Senato a Roma”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

“Non è giusto che i cittadini della nostra provincia debbano pagare ancora una volta in termini di servizi resi, con tagli e risparmi che potrebbero essere fatti altrove. E mi riferisco – ha puntualizzato Abbruzzese – in particolare a quelli attualmente erogati dalla Prefettura, dalla Questura, dalla stessa Asl, fino al Comando provinciale dei Carabinieri, alle Fiamme Gialle e alla Motorizzazione”.

“Questa mobilitazione davanti al Senato ha dunque ancor più valore perché riguarda non solo la difesa dei territori, ma tutto l’indotto che si genera per la sua economia e che produce ricadute importanti anche da un punto di vista occupazionale” – ha concluso Abbruzzese.