Giorno: 21 dicembre 2012

21 dicembre 2012 0

Assalto al furgone portavalori a Chieti, arrestato altro elemento della banda

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri del Nucleo Investigativo, dopo l’arresto di due soggetti ritenuti a vario titolo responsabili dell’assalto a portavalori verificatosi il 30 aprile 2012 in Chieti, hanno arrestato in esecuzione di ordine di custodia cautelare Loris Petrocco, pregiudicato 33enne di Manoppello, ritenuto uno dei componenti del commando. Come si ricorderà, quella mattina, 4 malviventi a bordo di una autovettura Audi di colore scuro, travisati ed armati di un fucile a pompa e di 2 pistole, assaltarono un furgone portavalori, in sosta all’esterno degli uffici amministrativi del Centro Commerciale “MEGALO’” di Chieti. Nella circostanza, tre dei quattro malviventi, aggredirono le due guardie giurate intente a caricare i sacchi contenenti denaro – poco prima prelevati dall’attiguo ufficio amministrativo – con esito negativo, poiché una delle guardie, nonostante minacciato di morte, con mossa fulminea riusciva ad entrare nel furgone portandosi i due sacchi di denaro, mentre l’autista, rimasto a bordo, contestualmente provvedeva a chiudere ermeticamente le porte del blindato. Conseguentemente, i malfattori, aggredivano l’unica guardia giurata rimasta all’esterno e, dopo avergli sottratto la pistola (una Beretta Mod. 98/F), si davano a precipitosa fuga a bordo della citata Audi A/6. A seguito delle successive indagini i militari del dipendente Nucleo Investigativo, il 27 ottobre del 2012 avevano già tratto in arresto – in esecuzione di O.C.C. emesse dal GIP di Chieti – due soggetti ritenuti responsabili, in particolare: CHICHI Gianni, classe 1968 – per aver offerto al commando importante supporto, sia nelle fasi esecutive (trasportando gli autori all’interno del furgone della ditta – estranea ai fatti – per il quale lavora, che nelle fasi successive, provvedendo a recuperare l’autovettura abbandonata dopo la rapina ed a occultarla – all’interno di un deposito in disuso – dopo averla personalmente tinteggiata di colore grigio. Lo stesso, in un periodo successivo, nottetempo, dall’autovettura Audi A/6 – nel frattempo costantemente monitorata dai militari operanti – prelevava un sacco contenente 2 passamontagna, una parrucca bionda nonché giacche a vento e guanti di colore scuro. DI MICHELE Lucio, classe 1963, imprenditore, per aver offerto la propria autovettura , AUDI A6 di colore bianco – dopo averla privata del numero di telaio e tinteggiata di colore blue – denunciandone il furto presso la Questura di Pescara.

21 dicembre 2012 0

Aquino: Il sindaco Grincia interviene sui ‘deferimenti’ della Corte dei Conti del Comune

Di redazionecassino1

Mi preme un pò spiegare la questione dei”deferimenti” (questo è un gergo tecnico che sembra molto di più

di quello che in effetti è) del comune di Aquino alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti da parte del magistrato istruttore della stessa pratica….e così baldanzosamente propagandati dall’opposizione comunale come un trofeo. Questa è una procedura “obbligata”, quando nei pareri dei revisori dei conti sugli strumenti finanziari,(bilancio preventivo, consuntivo ecc…), si esprimono criticità, non rispetto di una certa “stretta”contabilità standard,(tipo pagamento di qualcosa con somme esistenti dell’anno precedente) e quant’altro. Questi rilievi, sono stati continui e costanti,”solo” dal 2008 in poi, mentre gli stessi, e molti altri anche più rilevanti, che sicuramente esistevano anche nei bilanci precedenti, venivano appena o per niente accennati, e comunque hanno avuto sempre il parere positivo del revisore, compreso quello che aveva questo incarico nell’anno 2008. Per anni e anni ci sono state manovre finanziarie che forse non rientravano nella precisissima regola che spesso”ingabbia” i bilanci, eppure i pareri sono stati sempre positivi, fatto questo che ha fatto sì che l’amministrazione comunale non fosse eccessivamente preoccupata che qualcosa non andasse, perchè criticità di un certo rilievo mai sono state fatte presenti. Guarda caso, dal 2008 all’opposizione(acerrima) di tutti gli strumenti finanziari di quell’anno, c’era la parte politica che a suo tempo era stata la referente per la nomina del revisore dei conti; e guarda caso, proprio da quell’anno per il comune è iniziato il caos finanziario anche con esposti vari nei confronti dell’amministrazione, non solo alla magistratura contabile (corte dei conti), ma anche a quella penale(procura della repubblica); il tutto poi, ha successivamente portato a quella dichiarazione di dissesto che ci è stata rappresentata, ma che nei fatti non esisteva come si sa. Naturalmente, come accennato prima, gli stessi rilievi espressi nei pareri del revisore del conto, sono poi stati oggetto di “deferimento” in apposite sedute della corte dei conti in cui la stessa analizza quei rilievi, e chiede le spiegazioni del caso. Certo, la storia poi è continuata anche con il successivo revisore, che anche se di nomina della maggioranza e quindi “di fiducia” diciamo così,(anche se sconosciuto per me e per quasi tutti i membri della maggioranza), messo di fronte a quelle problematiche di ingarbugliamento finanziario ormai innescato, non ha trovato di meglio per tirarsene fuori, che continuare coi rilievi, arrivando anche ad attestare successivamente, che l’esistenza del dissesto era “di solare evidenza”. Di tanta “solare evidenza” che l’anno del preteso dissesto si è difatti chiuso con un avanzo di 741 mila euro; proprio una condizione di dissesto questa! Non servono parole, credo, per commentare l’accaduto, ma il fatto è che poi, di fronte ai successivi eventi in cui”da soli”siamo dovuti venir fuori, tutti ci saremmo aspettati un aiuto e pareri favorevoli alle delibere finanziarie per riapprovare nuovi e veritieri bilanci derivanti dall’annullamento dello stato di dissesto, e invece tutto l’opposto, altri rilievi e pareri negativi, quasi che si fosse estranei di fronte a tutto quello che era accaduto. Ripeto, su questi rilievi che poi vengono trasmessi alla corte dei conti, si è automaticamente”deferiti” dalla corte dei conti che chiede spiegazioni, il tutto poi oggetto di presa d’atto da parte del consiglio comunale come è sempre avvenuto. Del resto, cosa avrei potuto aspettarmi di diverso da un revisore per cui avevo portato in consiglio proposta di revoca per una serie di inadempienze tutte puntualmente documentate? Come minimo un parere “non favorevole” all’ultimo bilancio, anche se con l’attestazione che l’impianto dello stesso bilancio era nel rispetto della normativa di legge e di contabilità relativa ai bilanci comunali. Comunque la cosa paradossale,(ma nemmeno tanto visto quello che ho detto fino a questo momento), è che più di una volta, tra i punti che la sezione regionale della corte dei conti ha richiamato come punti omessi, c’erano questioni a cui solo il revisore dei conti avrebbe dovuto rispondere perchè di sua competenza, e uno di questi punti, tanto per citare solo un caso, era anche nell’ultimo “deferimento” che ha interessato il comune di Aquino.
21 dicembre 2012 0

“Premio dell’Amicizia 2012” alla città di Cassino

Di redazionecassino1

Si è svolta ieri presso la Casa della Carità, nei locali del vecchio ospedale, una cena di beneficenza per raccogliere fondi a sostegno della struttura che da anni, ormai, si occupa di persone in difficoltà non soltanto economica. Alla serata erano presenti tanti cittadini e amministratori comunali, il vice sindaco Luigi Montanelli, i consiglieri Maria Iannone, Alberto Ficaccio e il sindaco Petrarcone che con orgoglio ha mostrato il “Premio dell’Amicizia 2012” conferito da Confimprese alla città di Cassino.

F. Pensabene

Foto:  A. Ceccon

21 dicembre 2012 0

Vasta operazione dei Carabinieri di controllo del territorio con l’impiego di elicotteri

Di redazionecassino1

Questa mattina, su disposizione del Comando Provinciale, il personale dipendente delle Compagnie di Frosinone, Alatri, Anagni, Cassino, Pontecorvo e Sora, coadiuvati da un elicottero del Reparto Elicotteri del Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare, è stato impegnato in uno straordinario servizio per il controllo del territorio Provinciale, al fine di garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, soprattutto in questo periodo natalizio. Infatti, i militari impiegati, hanno svolto mirate attività, tese a prevenire i reati di tipo predatorio, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché le violazioni inerenti la guida attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale, sulle principali arterie e snodi di comunicazione della Provincia, in prossimità’ dei caselli autostradali dell’A1, delle Stazioni Ferroviarie oltre che nei pressi di locali pubblici, maggiormente frequentati da giovani.

E’ stato inoltre svolto il controllo del territorio finalizzato al contrasto delle violazioni in materia ambientale nonché il controllo amministrativo di alcuni esercizi pubblici nonché di imprese agricole, turistiche ed alberghiere, al fine di accertare il rispetto delle normative igienico-sanitarie. L’imponente dispositivo preventivo, che ha visto l’impiego di 114 uomini suddivisi in 57 pattuglie, ha permesso:

Ad Anagni, nell’ambito di mirata attività finalizzata a contrastare le violazioni delle norme ambientali, di individuare in stato di abbandono su area pubblica di circa mq 75, rifiuti speciali consistenti in pneumatici, materiali in eternit e rifiuti solidi urbani. Nella circostanza, gli operanti delimitavano l’area interessando l’amministrazione comunale competente per la bonifica. Ad Arce, i militari della locale Stazione, traevano in arresto, in flagranza del reato di “furto aggravato in concorso” tre donne, residenti ad Eboli (SA) poiché, poco prima, si introducevano all’interno di due supermercati, siti rispettivamente a Roccasecca e Arce, ove asportavano vari prodotti alimentari, per un valore complessivo di Euro 150,00, per poi darsi alla fuga a bordo di un’autovettura . Le stesse, venivano immediatamente bloccate dai militari operanti e tratte in arresto. Dopo le formalità di rito, le stesse sono state trattenute presso le cemere di sicurezza di quel Comando, in attesa dell’Udienza del rito direttissimo, prevista per domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani 22 dicembre 2012.

Tale attività preventiva, inoltre, permetteva di controllare 300 persone, 218 veicoli e 24 esercizi pubblici (senza rilevare infrazione alcuna), di eseguire 8 perquisizioni personali, di elevare 24 contravvenzioni al C.d.S. e di eseguire 2 controlli con apparecchiatura etilometrica.

21 dicembre 2012 0

Il Comune entra in possesso de :“La Favorita”, “l’ex Batteria Duca di Calabria” e un terreno

Di redazionecassino1

Importanti beni demaniali di alto valore storico – architettonico e paesaggistico sono stati finalmente acquisiti dal Comune di Gaeta. Si tratta dell’ex Corpo di Guardia La Favorita, dell’ex Batteria Duca di Calabria e di un terreno che insiste nel territorio comunale.

Giovedì 20 dicembre 2012, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comunale, alla presenza del notaio Massimo De Prisco, è stato siglato l’atto che formalizza il trasferimento della proprietà dei suddetti beni dall’Agenzia del Demanio al Comune di Gaeta. Delegati alla firma la d.ssa Alessandra Rossetto, funzionario della Direzione Regionale Lazio dell’Agenzia del Demanio e, per il Comune di Gaeta, il Dirigente arch. Sisto Astarita. Hanno presenziato l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese e la d.ssa Alessia Abbondanza funzionario dell’Agenzia del Demanio.

Si conclude così la travagliata storia di questa importante compravendita che nel 2006 aveva già visto la corresponsione della somma pattuita per il trasferimento di proprietà, ma poi l’iter procedimentale si era bloccato, impedendo fino ad oggi la formalizzazione dell’atto ed il consequenziale passaggio di proprietà.

L’insediamento della Giunta Mitrano, la tenace volontà dei nuovi amministratori volta all’acquisizione di beni demaniali che si configurano come “monumenti” della città, per iniziare al più presto i lavori di recupero, e quindi di riutilizzo, degli stessi, l’avvio e il consolidamento di una proficua collaborazione con l’Agenzia del Demanio, basata sullo scambio di informazioni e documentazioni, il fattivo impegno del personale dell’Ufficio Patrimonio – Gestione del Demanio Storico: questi i fattori che hanno  contribuito al  raggiungimento dell’importante risultato in soli 7 mesi di governo cittadino.

“Siamo certi che la collaborazione con l’Agenzia del Demanio proseguirà in modo continuativo e ugualmente proficuo – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano con soddisfazione – ciò favorirà ulteriori e positivi sviluppi nell’utilizzazione di beni demaniali di alto valore storico – architettonico, a beneficio della città e degli stessi beni in termini di recupero, cura e valorizzazione. Il nostro impegno sarà massimo in questa direzione. Un ringraziamento sentito va agli uffici comunali preposti per l’operatività e l’impegno profusi in questo procedimento e nello svolgimento del loro lavoro”.

“I beni demaniali che finalmente sono entrati a far parte del patrimonio immobiliare del Comune di Gaeta – afferma l’Assessore Leccese – sono già beni rilevanti del nostro patrimonio storico. Acquistati dal Comune, con corresponsione della somma pattuita nel 2006, le amministrazioni che ci hanno preceduto, per varie ragioni, non sono mai riuscite a formalizzare la compravendita. Siamo, quindi, davvero soddisfatti di aver centrato l’obbiettivo in così pochi mesi di governo. Al più presto inizieremo i lavori volti al recupero delle strutture acquisite, per poi procedere alla loro valorizzazione”

L’immobile “ex terrapieno Corpo di Guardia La Favorita”, denominato anche “Giardino pensile di Via Faustina” ebbe un ruolo rilevante durante la dominazione spagnola, iniziata nel 1504, quando il ruolo per Gaeta di piazzaforte del Regno di Napoli fu ancora più accentuato. La città fu dotata di nuovissime fortificazioni bastionate, in grado di sostenere le ultime e più potenti armi da fuoco. Gaeta fu abitata da militari e governatori spagnoli e il fabbricato di Via Faustina, dove vi è un’epigrafe del tempo in lingua spagnola, ha svolto questa funzione. L’abitazione è stata ricavata all’interno del bastione, anticamente riparo contro assalti nemici, costituito da una massa di terra rivestita di mattoni o pietre, costruita ad angoli e a scarpa.

Il fabbricato è formato da un terrapieno contenuto da antiche mura in pietra calcarea e tufacea. Al piano terra vi è un locale di 15 mq senza finestre; attraverso una gradinata centrale , si accede in un giardino pensile dove insistono due piccoli locali di circa 50mq complessivi. La Favorita fu assegnata alla Marina Militare e, nella metà del secolo scorso, all’Amministrazione Finanziaria ed utilizzato come mensa e circolo ufficiali.

L’ex Batteria Duca di Calabria è situata sul versante settentrionale del Monte Orlando, accanto alla chiesa di S. Francesco, in posizione arretrata rispetto alla Batteria Annunziata. È una delle costruzioni di cui si compone la cinta fortificata che circonda Monte Orlando, creata a difesa della città, a partire dall’anno 1460.

Il terreno demaniale di cui il Comune è entrato in possesso è riportato al catasto terreni  comunale al foglio 37, particella 608.

21 dicembre 2012 0

La Commissione cultura del comune di Frosinone traccia il bilancio 2012

Di redazionecassino1

Si  chiude un semestre di grande attività per la Commissione Cultura presieduta dal dinamico consigliere Sergio Verrelli (Lista per Frosinone) e composta dai consiglieri Ombretta Ceccarelli, Valeria Morgia, Angelo Pizzutelli e Maria Spilabotte.

La Commissione si è riunita quasi costantemente all’unanimità, non è mai mancato il numero legale ed ha agito in pieno accordo. Tante le problematiche toccate dal recupero alla valorizzazione della Fontana Bussi, alle problematiche di piazza Risorgimento, dell’edificio del Tiravanti, del museo archeologico, alla riqualificazione del laghetto di Maniano, e al completamento e messa in funzione della Casa della Cultura.

Per l’anno 2013 la Commissione si propone innanzitutto di operare affinché i vari argomenti affrontati (dal recupero alla valorizzazione dei monumenti cittadini – come nel caso della Fontana Bussi e della Palazzina Pio IX in località Mola Nuova, alla realizzazione di Parchi urbani e Aree verdi – come nel caso di Fontanelle e del lago di Maniano, al potenziamento della Biblioteca e del Museo…) trovino piena concretezza e possano quindi contribuire al miglioramento della qualità della vita culturale e del tempo libero dei cittadini.

“La commissione – ha detto il presidente Verrelli – ha lavorato alacremente e per questo voglio ringraziare sinceramente tutti i componenti indistintamente e il segretario della commissione, la dott.ssa Onorati, per la preziosa opera svolta. Un sentito ringraziamento va all’assessore alla Cultura, l’avv. Gianpiero Fabrizi, che ha partecipato alle riunioni della commissione e non ha fatto mai mancare il suo apporto. Come più volte detto, l’impegno dell’amministrazione Ottaviani, nel campo culturale, vuole essere concreto e tangibile e la valorizzazione della memoria storica e del patrimonio archeologico, artistico e monumentale della città di Frosinone è uno dei punti cardine dell’azione dell’amministrazione Ottaviani”.

21 dicembre 2012 0

“Pugno duro” della Polizia Ambientale contro lo smaltimento abusivo dei rifiuti

Di redazionecassino1

La Polizia Locale di Frosinone dichiara “guerra” allo smaltimento illecito di rifiuti e all’esecrabile fenomeno della proliferazione delle discariche abusive. Nei giorni scorsi, infatti, due importanti zone della città, via Portogallo e via Ponte La Fontana, sono state interessate da episodi di inciviltà che hanno portato all’abbandono di rifiuti pericolosi da parte di persone senza scrupoli. Nello specifico si è trattato di televisori in via Ponte La Fontana e di lastre di amianto e pannelli di polistirolo in via Portogallo. Il corpo di polizia locale, su impulso del nuovo Comandante, Col. Carlo del Piano, ha messo in atto un pronto intervento finalizzato, da un lato, a predisporre l’immediata rimozione dei rifiuti e, dall’altro, quello di assicurare alla giustizia i responsabili di tali deturpazioni.

Questa mattina, venerdì 21 dicembre 2012, si è proceduto alla bonifica di entrambe le aree con la rimozione dei rifiuti.

“Tra i molteplici compiti della polizia locale – ha detto il Col. del Piano – vi è, ovviamente, quello del controllo ambientale e della tutela della salute dei cittadini di Frosinone. L’attività svolta in questi giorni va proprio in questa direzione.

La polizia locale continuerà a pattugliare e a controllare capillarmente il territorio, ma, al contempo, voglio rivolgere un appello alla cittadinanza, affinché si faccia partecipe del processo di tutela del paesaggio e della salute segnalandoci chi, incurante dello stato di salute dei propri concittadini, finanche i bambini, approfitta spesso delle ore notturne per abbandonare, sul nostro territorio, ogni genere di rifiuto.

La polizia locale produrrà ogni possibile sforzo per identificare i responsabili ponendoli di fronte alle loro responsabilità, penali, civili ed amministrative”.

“Chiunque – conclude il Col. del Piano – avesse intenzione di sfidare la Legge è dunque avvertito, non ci saranno sconti per nessuno e le multe saranno salatissime”.

21 dicembre 2012 0

Natale magico nella città di San Tommaso

Di redazionecassino1

L’amministrazione comunale di Aquino, in occasione delle festività natalizie 2012-2013, presenta un nutrito programma di iniziative, oltre ad un biglietto personale di auguri del sindaco Grincia inviato  ad ogni famiglia aquinate.

8 DICEMBRE…e giorni a seguire, spettacolare illuminazione natalizia di piazza San Tommaso ed altre strade. Il 19,20,e 21 dicembre, babbo natale distribuisce dolci nelle scuole materne ed elementari della città, in occasione delle recite scolastiche natalizie.

DOMENICA 30 dicembre, nella CHIESA DELLA MADONNA DELLA LIBERA, alle ore 18.00, CONCERTO del “CORO POLIFONICO ANNIBALE MESSORE” di Sant’Ambrogio sul Garigliano che eseguirà musiche natalizie. Il 3 di gennaio, sempre nella CHIESA DELLA MADONNA DELLA LIBERA, alle 18.00, CONCERTO nell’ambito della rassegna “ARMONIE DI NATALE”…..concerto dal titolo “ET VERBUM CARO.. e Gesù discese in mezzo a noi,” con il soprano Maristella Mariani, il flauto Colajanni, all’organo Michele D’Agostino. Ospite  il soprano Sonia Scappaticci.

GIOVEDI’ 3 GENNAIO, dalle ore 11,30 e a seguire, nella chiesa cattedrale, e nei locali della scuola materna di via Moro,

FESTA DI NATALE CON GLI AMICI ANZIANI…….con pranzo….canti….giochi e tombolate con premi

SABATO 5 E DOMENICA 6 GENNAIO

AEROPORTO DI AQUINO

“LA BEFANA VIENE DAL CIELO…” con manifestazioni aeronautiche e giochi per i bambini……..e altre, varie manifestazioni.   LA BEFANA SCENDERA’ DAL CIELO alle ore 15.00 del 6 di gennaio…..con doni per i bambini delle scuole materne ed elementari della città.

21 dicembre 2012 0

Perde 65mila euro al “10 & Lotto” e simula una rapina per coprire la perdita. Denunciato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

In mattinata si presentava presso il Comando Stazione di Marcianise un uomo classe 54, il quale denunciava che durante la notte precedente, mentre si apprestava a depositare presso l’Istituto di credito di quella via Grillo, l’incasso giornaliero della rivendita del Bar tabacchi e Lottomatica sito in quel centro di proprietà della figlia, veniva avvicinato e bloccato da due individui con volto travisato che, sotto minaccia di una pistola, lo rapinavano di una busta contenente euro 70.000 circa. L’uomo, inoltre, riferiva che i malviventi, dopo aver perpetrato l’azione delittuosa, si erano dileguati a bordo di una autovettura non meglio indicata. I militari della Stazione unitamente a quelli dell’Aliquota Operativa, dubitando di quanto asserito dal denunciante, avviavano immediati accertamenti al fine di verificare l’attendibilità di quanto denunciato. Qui la scoperta che in effetti l’uomo non aveva patito alcuna rapina e che, invece, si era giocato la somma di 65.000 € al gioco telematico “10 & lotto”, puntando il numero 51 al raddoppio per ben 26 volte, senza mai vincere. Quindi la decisione di denunciare una simulata rapina. I Carabinieri della Stazione di Marcianise lo denunciano per simulazione di reato.

 

 

21 dicembre 2012 0

Basket DNC: La Nova Virtus impegnata sul parquet del Pirates Cagliari

Di redazionecassino1

Per l’undicesimo turno del girone F del campionato di DNC, il Credito Artigiano Nova Virtus Frusino sarà impegnato nel pomeriggio di sabato, in Sardegna, alle ore 16 sul parquet della Su Stentu Pirates Cagliari. L’ultimo appuntamento dell’anno per la Nova Virtus, che poi tornerà sul parquet il 5 gennaio, a Frosinone, contro la Luiss Roma.

Quella in terra sarda l’ennesima sfida da vincere a tutti i costi per la formazione di coach Bordoni, reduce dal ko contro l’altra formazione isolana Olimpia Cagliari, e vogliosa di iniziare a dare un senso ad una stagione fino a questo momento avara di soddisfazioni.

Opposta a Fiorini e compagni sarà la Su Stentu Pirates Cagliari, formazione reduce dal ko casalingo dello scorso weekend ottenuto contro il Basket Cassino. La formazione allenata da coach Marco Alessandro Sassaro naviga attualmente a  quota 10 punti, a centro classifica, con un bottino di cinque vittorie e quattro sconfitte. Il rendimento della squadra sarda, fino a questo momento, è stato abbastanza equilibrato sia in casa che in trasferta, con tre vittorie casalinghe e due, invece, lontano dal campo amico. Sassaro può contare su una squadra formata da elementi esperti, ma anche da buoni giovani. In evidenza fino a questo momento della stagione soprattutto Alessandro Chessa (10.1 in 30.3’). Guardando però i dati di rendimento della squadra, si capisce come i Pirates siano formazione che ha a disposizione tanti minuti da quasi tutti gli effettivi.  Proprio quello, invece, su cui non può contare attualmente la Nova Virtus Frusino. Chiave del match, dunque, sarà ancora una volta la capacità della formazione frusinate di reggere alla distanza soprattutto dal punto di vista fisico.

Ad arbitrare il match di sabato pomeriggio saranno i signori    Stefano Simula di Pisa e Cesare Bernardini di Siena