MotorShow 2012, fra nostalgia dei fasti passati e ripresa del settore auto

7 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Inaugurata la trentasettesima edizione del Motor Show di Bologna. L’unico salone italiano dell’automobile di portata internazionale ha aperto oggi i battenti accogliendo le ultime novità più interessanti del mercato delle quattro ruote. E’ una kermesse che risente della crisi economica del settore automobilistico, saranno presenti solo 11 case costruttrici ma sarà lo spettacolo delle gare che animeranno il circuito della Motor Sport Arena ad attirare l’attenzione maggiore, nonostante, dopo tanti anni, la mancanza del Memorial Bettega. Non ci saranno prime mondiali, ma solo nazionali ed europee.  Volkswagen vuole essere la regina della manifestazione con il suo Maggiolino, presentato in anteprima europea nella versione cabrio e in Italia nella “rockettara” Fender Edition. Non poteva mancare, poi, la settima generazione della Golf, in anteprima nazionale nelle versioni concept GTI (sportiva) e BlueMotion (attenta ai consumi). Molte le novità nel settore del risparmio e dell’ambiente.  Curiosità anche per vedere la eco Up!, versione a metano della piccola citycar tedesca. Mercedes-Benz è presente alla manifestazione bolognese con due novità: la nuova N 200 Natural Gas Drive e il prototipo Classe B Electric Drive, che anticipa la versione 100% elettrica attesa per il 2014. Renault dal canto suo lancia la versione definitiva della Zoe, la berlina compatta che completa la gamma zero emissioni. Il Motor Show 2012, insomma,  guarda con un po’ di nostalgia ai fasti un tempo, cercando la strada giusta per sopravvivere e ripartire in un periodo nero per il settore auto.