Basket D.N. C: BPF Basket Cassino, bella e vincente, 70 – 60, contro la Tiber Roma

10 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

La BPF Cassino vince una partita fondamentale per la sua stagione, cancellando in un solo colpo le amarezze del post derby, piegando la resistenza di una coriacea Tiber Roma scesa nella città martire, ancora senza il suo giocatore più rappresentativo, Federico Padovani, con il chiaro intento di fare propri i due punti in palio vista anche la classifica prima di questa partita. Canzano e compagni invece, hanno sfoderato una prestazione da incorniciare dispensando tratti di bel gioco e dimostrando di essere un grande gruppo quasi imbattibile nella sua “tana”.

Belli e vincenti allo stesso tempo, i senatori alla grande come consuetudine con Violo, miglior realizzatore, 18 per lui e Canzano secondo realizzatore con 17, precisi e determinati a dispensare palloni e consigli al resto della truppa che ha risposto alla grande anche con  il rientrante a tempo pieno Guida, per lui 7 punti in quasi quaranta minuti e ottenendo grandi cose anche da Cosimo De Giorgio per la prima volta in doppia cifra in questa stagione, 10 punti con 8 rimbalzi e 13 di valutazione. MPV della gara Elia Confessore, il gigante campano a referto con 14 punti ha giocato una delle sue migliori partite da quando indossa la casacca biancorossa chiudendo con una valutazione di 29, 20 rimbalzi di cui 14 difensivi e 3 stoppate, subendo cinque falli dagli avversari e chiudendo i suoi 37 minuti di gioco con un solo fallo all’attivo.

La partita subito offre spunti d’interesse, la Tiber che vuole riscattare la sconfitta settimanale, rimediata nel recupero contro Marino, parte timorosa forse anche perché le tossine non sono state ancora smaltite, Cassino ne approfitta e piazza subito il muso avanti anche grazie alle belle giocate di Serafini e De Giorgio, dopo 5’ 14/9, Satolli il coach ospite chiama subito Time-out e i suoi sembrano decisi a spingere sull’acceleratore, la tripla di Donati e le buone giocate di Nucifero e Grilli consentono agli ospiti di operare un break deciso, 11 punti a ripetizione e primo parziale a vantaggio dei romani 14-20 con i nostri increduli.

Nel secondo parziale dopo un paio di attacchi falliti dalle due formazioni, è Confessore ad aprire le danze ma subito implacabile ancora Donati dalla lunga distanza ad alimentare le speranze degli ospiti, Porfidia si affida a Confessore e Violo per rimanere aggrappato nel punteggio, chiama Time-out sul 20-25, la pausa sembra non sortire alcun effetto anche perché il nuovo entrato Meschini segna 4 punti in successione. Si susseguono i falli a ripetizione, terzo per Serafini, secondo per De Giorgio, Donati e primo per Violo, Pistorio centra il canestro da tre e regala il massimo vantaggio agli ospiti +8, 22-30 a meno di 5 dalla fine. Sembra farsi dura per Cassino che invece tira fuori i cosiddetti “attributi” e stordisce gli avversari con Violo e Canzano, il primo infila un canestro da due e su palla recuperata, si concede all’ovazione del pubblico con una tripla, Canzano invece incamera un gioco da tre con una sua solita giocata di gran classe che riapre la gara. Time out ospite ma oramai il pallino è passato nelle mani dei padroni di casa che sfruttando gli 11 punti di Violo operano il sorpasso chiudendo il tempo 4 punti avanti 40-36 segnando 26 punti in 10 minuti.

Terzo parziale all’insegna dei falli, subito 3° per Violo surrogato da De Giorgio mai così determinato in una crescita costante, Granata purtroppo diventa protagonista in negativo lasciando il palcoscenico dopo 5 minuti per il 5° fallo. Gli arbitri fiscali ma decisi e puntuali nelle loro interpretazioni fischiano un antisportivo a Pistorio, la Tiber accusa il colpo costringendo il tecnico a chiamare un ulteriore Time-out per sistemare le cose ma non ottiene risultati apprezzabili dai suoi giocatori che subiscono la pressione portata dai ragazzi di Cassino che vanno vanti anche di 8 prima di fissare il vantaggio sul +4 alla terza sirena, 52-48.

Ultimo parziale con Nucifero subito a canestro per la Tiber, Cassino sbaglia il primo attacco ma centra poi il canestro con Violo e Confessore, Guida commette il 4° fallo e Canzano invece va i doppia cifra, Satolli si gioca la carta del gigante Iannuzzi per tentare di conquistare i rimbalzi, fino a quel punto gestiti alla grande da Confessore, l’approccio non è dei migliori per il giocatore che in 9 minuti non segna neanche un punto e commette un fallo antisportivo che permette a Cassino di sprintare in avanti, e raggiungere il massimo vantaggio della gara +15,70-55 a meno di 2 minuti dalla sirena finale. Poi solo accademia con Porfidia che da spazio a Onomo, che fa 0/2 dalla lunetta, peccato e fa esordire Di Donato classe 93 alla sua prima apparizione nella DNC, finale 70-60.

Parziali:14-20, 26-16, 12-12, 18-12

Tabellini:

BPF BASKET CASSINO Confessore 14, Lepore 0, Granata 0, Canzano 17, De Giorgio 10, Violo 18, Di Donato 0, Onomo 0, Guida 7, Serafini 4, Coach Porfidia

TIBER ROMA: Pugliese 3, Donati 14, Pistorio 12, Nucifero 8, Grilli 15, Algeri 4, Ridolfi 0, Gugliotta 0, Meschini 4, Iannuzzi 0, Coach Satolli

Max Marzilli