Basket: La Nova Virtus contro Valmontone per lasciare l’ultimo posto in classifica

9 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Dopo la prima vittoria stagionale nel derby contro il Basket Cassino, la Nova Virtus Frusino di coach Francesco Bordoni affronterà domenica pomeriggio l’Elettrica 2000 Valmontone. La sfida, valida per la nona giornata del girone F del torneo di DNC, vedrà di fronte le due squadre che occupano l’ultimo posto in graduatoria, le due squadre però che nello scorso weekend hanno trovato la loro prima affermazione. Oltre alla Nova Virtus, infatti, anche gli uomini di Giulio Bernabei sono reduci dal loro primo acuto contro la Luiss Roma. La sfida di domenica pomeriggio, dunque, vedrà di fronte due squadre cariche a mille dopo i progressi fatti vedere nelle settimane scorse, due formazioni vogliose di abbandonare l’ultimo posto in classifica.

In casa Virtus il morale è alle stelle dopo la vittoria al fotofinish ottenuta contro il Basket Cassino, con il neo arrivato Delle Cave che è risultato decisivo. Proprio le novità dei giorni scorsi, unite alla possibilità che ci possa essere qualche nuovo arrivo che renderà ancora più competitivo il roster frusinate, permettono in casa Nova Virtus Frusino di guardare con grande fiducia al futuro. Un futuro, però, che passa dall’impegno ostico contro Valmontone.

Opposta a Fiorini e compagni, una squadra dotata di un buon roster, una squadra che sta sicuramente raccogliendo meno di quanto ci si sarebbe potuti attendere ad inizio stagione. Una squadra non lunghissima, ma comunque con buone individualità. In cabina di regia spazio al playmaker classe ‘88 Matteo Rischia (6.4 in 33.4’). Spazio poi al talento del fondano Pietro Saccoccio (11.9 in 32.6’) e di Stefano Cecchetti (10.6 in 31.6’). Sotto canestro, a formare un settore lunghi di buona sostanza, Andrea Moscianese (10.5 in 35.3’) e Andrea Cosentino (10.3 in 28.6’). Una squadra che può contare anche su Matteo Rossetti, una formazione nella quale le responsabilità sono divise equamente, anche se con innesti non all’altezza dei titolari.

La chiave per la Virtus sarà il saper sfruttare la maggiore esperienza a disposizione, e fare in modo di capitalizzare anche il talento di elementi come Giorgio Fiorini o Delle Cave che hanno dimostrato di poter essere un fattore in questa categoria. Il tutto cercando di fare la partita, e non accettando il ritmo imposto dai giovani di Bernabei. Ad arbitrare il match che andrà in scena domenica pomeriggio nella tensostruttura di via Gramsci saranno i signori Francesco Praticò di Reggio Calabria e Francesco Micino di Cosenza.