Calcio a 5: il Venafro passa anche al Palaunimol contro Win Campobasso

3 dicembre 2012 0 Di redazionecassino1

Il Venafro C5 alla sua seconda trasferta consecutiva, in quelle 5 sfide che la vedra’  addirittura impegnata ben 4 volte lontana da Venafro, caso piu’ unico che raro, torna con tre punti meritati continuando nella sua striscia positiva che la vede giungere, unica compagine imbattuta, alla sua decima vittoria consecutiva. Mister Cuzzi schiera quale quintetto di partenza Riccitiello, Valvona Pasquale, Delli Carpini, Negri, Prete con in panca Tomei, Valvona Francesco, Cimino, Bruno, Cuzzi, Martellino,  ed il giovanissimo La Bella.

Sin dalle prime battute si intuisce che Mister Marsella e la sua Win Campobasso lascia ai piu’ quotati avversari il pallino del gioco puntando su una forte difesa e veloci ripartenze. Per i primi 10 minuti la Win regge bene l’urto degli avversari grazie anche ad una serie di errori in fase di conclusione da parte dei Venafrani sino a quando Mister Cuzzi decide di effettuare i primi cambi che gli permetteranno di scardinare la difesa avversaria e portare in rete Valvona Francesco che grazie ad una bella azione corale  presentandosi davanti all’estremo difensore della Win,  dopo una finta di corpo che lo lascia a terra deposita la sfera in fondo alla rete.

Dopo il vantaggio il Venafro continua incessante nella sua azione offensiva e dopo 3 buone occasioni sciupate dagli ospiti e’ la volta dell’altro Valvona, Pasquale, a raddoppiare con un’azione ed una conclusione strappa applausi. La Win cerca di reagire, ma non riesce ad impensierire piu’ di tanto il sempre attento Riccitiello, anzi e’ di nuovo la capolista ad andare in rete, questa volta con Delli Carpini che chiude il primo tempo sul 3 a 0. Al rientro dagli spogliatoi tra i pali della capolista c’e’ Tomei e fa il suo esordio nella categoria il giovanissimo La Bella.

Il Venafro, pero’, nei primi 5 minuti del secondo tempo e’ totalmente assente, subendo, forse credendo gia’ di aver chiuso la partita, un evidente quanto inappropriato calo di concentrazione e rischia di rovinare quanto di buono fatto in tutta la prima frazione subendo due reti che non hanno nulla di paragonabile con la miglior difesa del torneo qual’e’, anche se nella seconda segnatura, la sfera, prima di essere messa al centro, aveva ampiamente superato la linea laterale senza che gli arbitri decretassero la rimessa e trovando tutta la retroguardia Venafrana completamente ferma.

Se nelle due reti della Win il subentrato Tomei era apparso poco attento e non all’altezza, riesce con un triplo intervento ad evitare la rete avversaria, azione che scuote il Venafro e che nel giro di 5 minuti manda in rete rispettivamente prima Prete e poi Negri per il 5 a 2 e che coglie 2 pali con due splendide azioni prima di cogliere la sesta segnatura su tocco di Valvona Francesco che costringe un difensore avversario all’autorete e con il portiere campobassano che evita prima su Delli Carpini, poi su Martellino, poi su Valvona Francesco, poi su doppio Prete che il passivo diventi ancora piu’ pesante.

Finisce cosi’ con il risultato di 6 a 2 a favore della capolista, capolista che se si vuole essere perfezionisti non deve mai e con nessun avversario sottovalutare gli eventi e assolutamente mai dare nulla per scontato, anche un fallo laterale evidentissimo.